Home / Attualità / Pronta lettura del DNA: un nuovo algoritmo
Pronta lettura del DNA: un nuovo algoritmo

Pronta lettura del DNA: un nuovo algoritmo

Fino ad ora, per leggere il DNA erano necessari venti giorni. Ora il tempo sufficiente è di appena 5 ore. E’ merito di un algoritmo matematico creato da EURAC e Facolta’ di Scienze e Tecnologie informatiche, che a Bolzano hanno collaborato in questo senso. Il nuovo sistema è ora integrato nel software in uso nel settore, PLINK, diffuso a livello mondiale. Il padre dell’algoritmo e trait d’union di questa collaborazione è Daniel Taliun, il quale ieri ha discusso la sua tesi di dottorato in informatica, che ha svolto in EURAC. Per il progetto Taliun è stato in grado di ideare e dimostrare nuovi teoremi matematici. A seguito di questi studi ha ottenuto il ruolo di ricercatore al dipartimento di Biostatistica dell Università del Michigan. Il nuovo algoritmo funziona così: l’intero DNA viene preso in considerazione, il che abbrevia i tempi necessari per leggerlo. Matematica, informatica e genetica risultano così unite insieme.

Nuova lettura del DNA: ambiti di applicazione

Ciò troverà pronta applicazione nella ricerca delle cause genetiche delle patologie, per la quale è vitale il riconoscimento di elementi regolari nel DNA: così è possibile isolare le variazioni genetiche associate alle malattie. Vedendo alla perfezione la natura fisiologica del DNA, l’elemento patologico risalta più facilmente. Ciò permette di circoscrivere segmenti più piccoli, più semplici da studiare. Questo nuovo algoritmo sarà utilizzato anche nella genetica delle popolazioni. Ci sono sequenze stabili all’interno di una popolazione, che possono variare in popolazioni diverse: è quindi importante riconoscere sequenze che si determinano regolarmente e punti di rottura. La lettura del codice che mostra i mattoncini della vita sarà più facile.

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.