Home / Attualità / Psoriasi, approvata una nuova molecola
Psoriasi, approvata una nuova molecola

Psoriasi, approvata una nuova molecola

La psoriasi, patologia autoimmune cronica con lesioni cutanee spesse ed estese, chiamate placche, che causano prurito, desquamazione e dolore, deteriora lo stile di vita, dal punto di vista fisico e psicologico. Riguarda fino al 3% della popolazione mondiale, per un totale di 125 milioni di persone. In due studi clinici, una molecola chiamata Secukinumab, approvata nel gennaio 2015 negli Stati Uniti e nell’Unione Europea e autorizzata anche in Australia, Canada, Cile, Giappone, Singapore e Svizzera, ha dimostrato un’efficacia superiore al placebo nei pazienti con psoriasi ungueale e palmo-plantare. In queste aree del corpo, la psoriasi a placche è difficile da trattare. Novartis ha presentato risultati dettagliati al ventitreesimo Congresso mondiale di dermatologia, (Wcd) a Vancouver, in Canada. Lo studio Gesture, con un campione pari a 205 individui e un periodo di trattamento pari a 132 settimane, è stato attuato su pazienti con psoriasi palmo-plantare da moderata a grave. La molecola somministrata ha fatto raggiungere alla sedicesima settimana una risoluzione completa o quasi completa delle lesioni palmari e plantari. Anche nello studio Transfigure, condotto su 198 pazienti con significativa psoriasi ungueale, sempre per 132 settimane, l’effetto è stato superiore a quello del placebo. Sono i risultati degli studi clinici più vasti mai condotti per quanto concerne il paragone tra terapia attiva e placebo per quanto concerne questi tipi di psoriasi. Nel settore delle psoriasi più difficili da trattare si è da tempo alla ricerca di un trattamento efficace. La psoriasi ungueale e palmo-plantare, secondo le stime, riguarda presto o tardi il 90% dei pazienti psoriasici. Spesso, a oggi, si rende necessaria la terapia con un medicinale a base di proteine ottenute da cellule. I pazienti hanno difficoltà a camminare, sensazioni di bruciore molto pronunciate, difficoltà ad afferrare e manipolare gli oggetti, indolenzimento della pelle. Non sono da sottovalutare, poi, le difficoltà che si riscontrano nel sociale, nella partecipazione al lavoro o allo svago. La psoriasi, poi, precede l’artrite psoriasica.

 

 

 

 

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »