Home / Enogastronomia / L’ All You Can Eat italiano è in Valchiavenna, ma solo con cucina tipica
L’ All You Can Eat italiano è in Valchiavenna, ma solo con cucina tipica

L’ All You Can Eat italiano è in Valchiavenna, ma solo con cucina tipica

Se è nota da tempo la formula All You Can Eat, cioè “Mangia quanto vuoi” per i ristoranti di cucina orientale, soprattutto quelli di sushi giapponese, un po’ in tutto il mondo, la cosa è ben lungi dall’essere per quanto riguarda la ristorazione del Bel Paese.

L’ All You Can Eat italiano è in Valchiavenna, ma solo con cucina tipicaDa qualche settimana questa innovativa formula è arrivata anche in Italia e precisamente in Valchiavenna, la patria dei “crotti” e precisamente al ristorante “Crotto Quartino”, dove il venerdì sera la tipica cucina chiavennasca e valtellinese verrà proposta a soli 20 euro a persona con l’unica regola di non lasciare avanzi nel piatto, altrimenti si paga anche ciò che non si mangia.

La formula “All you can eat” cioè “Mangia quanto vuoi” è stata introdotta nel menù del rinomato ristorante di Santa Croce di Piuro in Valchiavenna, sulla strada che porta a St. Moritz, che da circa settanta anni prende per la gola i suoi avventori

All You Can Eat: solo prodotti tipici locali

Un menù che prevede salumi, pizzoccheri bianchi della Valchiavenna, costine, salsicce e polenta taragna, servite in porzioni abbondanti e ben condite, accompagnati con il “Vìn del Quartìn” artigianale della Valchiavenna.

Quello del venerdì sera è un menù che non ha niente da invidiare alla cucina che il locale propone anche negli altri giorni di apertura, dove tutto si basa su una cucina tradizionale e prodotti freschi o stagionati tipici della vallata.

L’ All You Can Eat italiano è in Valchiavenna, ma solo con cucina tipicaTra i tanti piatti tipici proposti anche gli ottimi pizzoccheri bianchi della Valchiavenna, da non confondere con quelli valtellinesi, fatti di grano saraceno e verze; questi chiavennaschi, chiamati anche gnocchetti, sono fatti con un impasto di farina bianca, pane, latte e acqua e pressati con un cucchiaio; una volta bolliti e cotti si condiscono con i formaggi locali, burro fuso, aglio, salvia e un’abbondante macinata di pepe nero.

All You Can Eat ma solo al Crotto Quartino

L’ All You Can Eat italiano è in Valchiavenna, ma solo con cucina tipicaQuella dei Crotti della Valchiavenna è una tradizione secolare; sono infatti grotte naturali climatizzate naturalmente da un soffio d’aria, chiamato localmente “Sorèl”, che spira dagli anfratti dei massi, dove da sempre, vengono conservati ed affinati bresaola, formaggi e vino; a settembre in tutta la Valchiavenna si tiene la ben nota “Sagra dei Crotti”, due settimane dedicate a questi autentici templi del buongusto, presi d’assalto da decine di migliaia di gourmand italiani e stranieri.

Il Crotto Quartino, gestito da quasi 25 anni da Fabio e Mauro Salini, è aperto da prima dell’ultima guerra mondiale, inizialmente come dopolavoro dove ci si ritrovava a giocare a bocce o a carte bevendo vino, e solo più tardi si è trasformato in osteria e trattoria con piatti tipici della valle; oggi offre alla sua numerosa clientela fatta di turisti ma anche buongustai provenienti da ben più lontano, pochi piatti fissi legati alla tradizione, senza compromesso alcuno; la loro filosofia è meravigliosa: niente tovaglie, niente cucina al piatto, solo specialità servite in piatti di portata da condividere in mezzo al tavolo, ed ogni commensale prende ciò che vuole, come in una vera osteria d’altri tempi.

About Massimo Tommasini

Massimo Tommasini
Massimo Tommasini, esperto in editoria aziendale e ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.