Home / Libri & Cinema / Art & Show – Quando l’amore (per i libri) diventa passione

Art & Show – Quando l’amore (per i libri) diventa passione

L’amore per i libri può essere il sentimento di una vita, quello che ci accompagna da quando sfogliamo i primi cartonati con piccole mani esitanti a quando, con occhi ormai stanchi e dita tremanti, chiediamo ad una voce amica di aiutarci a poter ancora attraversare un bosco narrativo.

E’ quello che i profani chiamano un amore di carta, in senso quasi derisorio, come se non avesse consistenza né ragion d’essere.

"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine" (V. Woolf)
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine” (V. Woolf)

Ma chi lo prova sa di non poterne fare a meno, sa che è un amore per sempre, che non tradisce, che qualche volta delude, ma che non fa soffrire mai.

Succede poi, così come accade tra gli uomini, che questo sentimento si trasformi in una passione vera e propria e che come tale non conosca più limiti, punti a superare tutti gli ostacoli, sia capace di affrontare ogni tipo di difficoltà pur di raggiungere l’oggetto del proprio desiderio, a volte identificabile con la lettura a volte con qualcosa di assai più impegnativo, il desiderio di condividere questo sentire con altre cento, mille, diecimila persone.

Deve essere stato qualcosa di simile a muovere i passi di un gruppo di amanti della cultura che nel trascorso 2013 hanno dato vita, a Viterbo, ad una Fondazione sulla scia del successo conquistato anno dopo anno da un Festival dal nome alquanto stimolante, Caffeina.

una caffeina al naturale, senza controindicazioni..
una caffeina al naturale, senza controindicazioni..

Se nei sei anni precedenti molto era già stato fatto per la Cultura (proprio con la C maiuscola), è stato negli ultimi mesi che Caffeina Festival ha lanciato dalla sua pagina Facebook una sfida entusiasmante per tutti i lettori, di qualsiasi livello ed età: un flash mob letterario nato proprio dall’amore per i libri.

Con un passaparola continuo, migliaia di persone hanno raccolto, il 1° marzo, la sollecitazione a recarsi in una libreria ed acquistare un libro, per salvare la cultura.

"Andare in libreria è come mettere il tempo tra parentesi e riconciliarsi con la lentezza" (S. Parise)
“Andare in libreria è come mettere il tempo tra parentesi e riconciliarsi con la lentezza” (S. Parise)

Con un fiocco bianco appuntato sugli abiti come segno distintivo, giovani e vecchi, donne e uomini, hanno riversato la loro passione in questi luoghi di piacere, le librerie, dove si respira l’odore della carta e si coglie il fruscio delle pagine sfogliate con religioso rispetto dai Grandi Lettori.

Italo Calvino sarebbe stato fiero di tutto ciò, se solo avesse potuto avrebbe fatto partecipare i protagonisti del suo “Se una notte d’inverno un viaggiatore..” a questa gioiosa kermesse.

Il successo, come si sa, dà “in testa” e così Caffeina ha deciso di non fermarsi, di andare avanti in questa sfida alla non-lettura ed ha previsto un nuovo flash mob per il 21 giugno: il solstizio d’estate, quest’anno, sarà caratterizzato anche da questo.

wbresize

Centotrentamila persone hanno già aderito all’iniziativa, e siamo solo ad aprile….

Il sogno è che si raddoppino o si triplichino, perché il nostro diventi davvero un grande paese di grandi lettori, pronti a sfidare il prevalere dell’analfabetismo di ritorno.

Segnali se ne colgono ovunque: basti pensare alla “catena del libro sospeso”, una iniziativa virale da Sud a Nord che prevede, sulla base dell’antica abitudine del caffè sospeso napoletano, che chi si reca in una libreria acquisti un libro per sé e uno per chi, adulto o ragazzo, si trova in difficoltà e non lo può acquistare.

Il libro viene pagato e lasciato in cassa, è un dono anonimo e gratuito e dunque ancor più straordinario.

Sarà che noi lettori abbiamo sempre il cuore tenero, ma tutto questo insieme di idee e di azioni non può lasciarci indifferenti ed è per questo che questa settimana non abbiamo voluto parlare di UN libro, ma di MILLE e MILLE libri che hanno trovato e troveranno un nuovo proprietario.

Grazie a Caffeina, grazie a tutti i librai che perseguono ostinatamente i loro obiettivi e si mettono in gioco, ma grazie soprattutto a tutti i lettori che condividono con noi questo amore, anzi questa passione, perché il futuro, forse, è racchiuso nella pagina di un libro…..

Chi legge conquista il mondo
Chi legge conquista il mondo

About Luisa Perlo

Luisa Perlo, Critico Letterario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »