Home / Benessere / Art & Show-Mostra antologica di Riccardo Cavosi a Roma

Art & Show-Mostra antologica di Riccardo Cavosi a Roma

Fino al 14 novembre presso la Galleria il Collezionista, nel centro storico di Roma, viene ricordato, attraverso una significativa mostra antologica, uno fra gli artisti più riconosciuti in Italia e all’estero: Riccardo Cavosi.

Nato in Marocco e morto a Bolzano esattamente tre anni fa, la sua lunga carriera, spronata da una continua curiosità nei confronti di tecniche, paesaggi e cromatismi naturali della luce, lo ha portato a viaggiare in Europa e Stati Uniti, dove è stato particolarmente apprezzato, ottenendo numerosi premi e riconoscimenti.

Il suo stile, che si può definire impressionista con diversificate suggestioni d’animo, esprime attraverso il contesto storico-naturale ritratto, delle autentiche atmosfere mentali che richiamano ad ogni fruitore un personale risveglio sensoriale. Dai paesaggi cittadini agli sterminati campi arati in cui il dettaglio è sinonimo di uno sguardo acuto e complice, Cavosi ha saputo animare, con le sue opere, monumenti, chiese, alberi, oceani, barche, fiori, animali, in pratica tutto ciò che di naturale ed artistico circonda il creato attraverso una pennellata incisiva ma riflessiva, interloquendo col reale per esprimere uno stato d’animo lirico e in grado di scaturire, di riflesso, pensieri poetici profondi. In questo panorama naturale anche la figura umana, nelle sue movenze delicate e rispettose dell’ambiente in cui sono immerse, ha la sua personale valenza, che Cavosi esprime ritraencavosi 3do prevalentemente figure contadine e popolane ma anche privilegiando soggetti religiosi, quali i chierichetti, un  tema che ha sviluppato con una lunga serie di quadri e quadretti di particolare delicatezza e fascino, ma anche con quel tocco di gaiezza propria di ragazzini poco più che bambini che si prestano al particolare servizio liturgico.

Sensibile ai temi ecclesiastici, Cavosi è stato apprezzato perfino da Papa Wojtyla per il quale ha illustrato parte della Bibbia da lui commentata e che ha voluto la sua Crocefissione esposta nelle stanze vaticane.

Una retrospettiva importante dunque, quella romana, curata dal figlio di Cavosi, Roberto (anche lui immerso nel mondo culturale in quanto stimato interprete, autore e regista teatrale), che mira a ripercorrere le sfumature esistenziali di un artista che ha trasformato con la sua arte le percezioni di un esteso e diversificato mondo esterno in un nascosto impulso interiore avvalendosi di articolate digressioni cromatiche e inseguendo ogni pennellata per entrare nell’universo sentimentale più intimo.

Chi è l’artista Riccardo Cavosi
Riccardo Cavosi è nato ad Agadir (Marocco) nel 1937 ed è morto a Bolzano nel 2011.
Pittore, ha studiato in Europa e in America. Ha esposto in numerose personali e prestigiose rassegne in Italia e all’estero, particolarmente negli Stati Uniti, ottenendo premi e riconoscimenti.
Fra le rassegne e i premi più importanti si citano: primi premi nelle mostre “Città Eterna” a Roma, alla Mostra Arte Sacra “Beato Egidio” di Taranto, al “Giugno Napoletano”, i premi VIP d’Oro a Roma, il Leone d’Oro a Firenze, i premi “G. Vasari” e “Hax” a Milano, la Quadriennale S. Maria del Popolo a Roma, l’Euro Art Expo Roma, l’Artexpo di New York, il Salone Marcef/Fiera dell’Arte a Milano, gli Artisti del 3° Millennio a Bologna, gli Artisti del Millennio a Roma, “La Dea Alata” 2001- Oscar della Cultura Ass. Galleria Centro Storico- Firenze.

cavosi 2Pluriaccademico, membro della Legion d’Oro, iscritto all’Albo d’Oro del Centro Europeo Ricerche, Consultore della National University Dominion of Canada di Toronto, la sua scheda biografica e tecnica è depositata nei maggiori musei e gallerie del mondo. E’ stato recensito da noti critici su giornali, riviste, volumi d’arte, in trasmissioni della RAI-TV e di altre emittenti italiane e straniere; RAI 3 gli ha dedicato un programma dal titolo “Un paesaggio per l’uomo”.
Le sue opere sono in collezioni pubbliche e private in Italia, Germania, Francia, USA e nella Città del Vaticano. Otto suoi dipinti sono stati inseriti nell’edizione della Bibbia con omelie e discorsi di Papa Giovanni Paolo II.

Galleria Il Collezionista
Via Rasella 132 – 00187 – Roma
arta.gallery@tiscali.it

Orario 10 – 12,30
16,30 – 19
(chiuso sabato e festivi)

Inaugurazione lunedì 3 novembre ore 19

Le foto dell’articolo sono state fornite dall’Ufficio Stampa Elisabetta Castiglioni

About Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »