Home / Attualità / Attacchi cardiaci e ictus, la nano-capsula scioglie l’embolo
Attacchi cardiaci e ictus, la nano-capsula scioglie l’embolo

Attacchi cardiaci e ictus, la nano-capsula scioglie l’embolo

Immaginare un’entità piccolissima, che raggiunga l’embolo causa di infarti e ictus e lo sciolga, prima che il danno sia irreparabile. Un embolo è un coagulo di sangue, una bolla d’aria o di altri gas, oppure un’altra formazione di dimensioni tali da ostruire un vaso arterioso o venoso. Quando si verifica un ictus, lo scarso apporto di sangue al cervello provoca la morte delle cellule e anche l’infarto dipende da un deficit di flusso sanguigno. Immaginare soldatini con piccole mani, che sciolgano tutti i nodi, non è più immaginazione. E’ realtà, grazie all’azione di un gruppo di ricerca australiano.

Come hanno agito gli scienziati della Melbourne university

Gli studiosi della Melbourne university e del Baker heart and diabetes institute hanno sviluppato una nano-capsula che contiene un farmaco, chiamato poli 2-ossazolina: questa molecola agisce contro la trombina, la sostanza causa del coagulo e, di conseguenza, degli emboli, che è presente nel nostro sangue. La nano-capsula è coperta da un anticorpo, che muove contro le piastrine attivate, che formano gli emboli.

Individuare l’ubicazione dell’embolo

E’ necessario individuare l’ubicazione dell’embolo: poi è la trombina ad aprire lo strato esterno della nano capsula; in tal modo, il farmaco viene liberato. Si tratta di prendere il controllo del sistema di coagulazione per rimuovere il blocco nel vaso sanguigno, come afferma Christoph Hagemeyer, responsabile della ricerca e specialista di biotecnologa vascolare. Pubblica lo studio la rivista Advanced material.

I vantaggi del nuovo sistema

In futuro, quando sarà messo in auge questo trattamento salvavita, potranno essere i paramedici a somministrarlo per via endovenosa, in situazioni di emergenza, senza che si presenti la necessità di utilizzare attrezzature specializzate. Tutto ciò sarà possibile con minori effetti collaterali, rispetto a quanto avviene con i trattamenti utilizzati attualmente.

Cura salvavita già in ambulanza

Già in ambulanza la nano-capsula potrà essere somministrata: si guadagnerebbe tempo prezioso, permettendo che il sangue raggiunga organi importanti, che diversamente potrebbero danneggiarsi.

 

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.