Home / Attualità / Linfociti immortali causa della sclerosi multipla
Linfociti immortali causa della sclerosi multipla

Linfociti immortali causa della sclerosi multipla

Nel nostro sistema immunitario, ci sono alcuni linfociti (una tipologia di globuli bianchi, ndr) che nei soggetti con sclerosi multipla non scompaiono mai, perché è alterato il meccanismo chiave che agirebbe facendoli estinguere. Si tratta dei linfociti T, che vengono chiamati in questo modo perché hanno origine in un piccolo organo ghiandolare, il timo, e agiscono contro batteri, virus e tessuti estranei in caso di trapianto: sono proprio quelli che si attivano esageratamente proprio in caso di sclerosi multipla. E’ da qui che proviene lo stato auto-infiammatorio che si determina al livello del sistema immunitario e caratterizza la malattia. La sclerosi multipla è una malattia autoimmune demielinizzante e colpisce le cellule nervose, rendendo disagevole la comunicazione tra cervello e midollo spinale. Ciò avviene perché viene meno la mielina, la guaina isolante che ricopre le fibre nervose, rendendone possibile il corretto funzionamento.

 

Linfociti immortali: perché?

Ma da che cosa si determina questa anomalia, la presenza di questi linfociti immortali? Una molecola, chiamata Fas-L, è responsabile della morte dei linfociti T al momento giusto. Questa molecola è molto inferiore in presenza di sclerosi multipla rispetto a quella dei linfociti T normali. La scoperta è stata attuata dai ricercatori della Fondazione Santa Lucia; hanno collaborato l’Universita’ di Tor Vergata e l’Ospedale San Camillo di Roma. Pubblica la notizia la rivista Cell Death and Disease.

 

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »