Home / Benessere / Art & Show-Dal 9 al 12 ottobre,a Milano, Open Street

Art & Show-Dal 9 al 12 ottobre,a Milano, Open Street

Da domani al 12 ottobre, a Milano, Open Street, la Vetrina Internazionale dell’Arte di Strada. Per questo evento, sono stati selezionati tra quasi 230 compagnie, ma solo in 50, i complessi artistici più talentuosi di tutta Europa e d’oltreoceano, potranno partecipare ad OPEN STREET – Vetrina Internazionale dell’Arte di Strada (Open Street Performing Arts International Showcase) – che dal 9 al 12 ottobre 2014 trasformerà le principali piazze di Milano e il Castello Sforzesco in un concentrato di grandi performance di spettacolo urbano, laboratori creativi, conferenze ed eventi, per conoscere ed apprezzare le migliori professionalità dell’arte di strada. Il Parco Sempione, le più scenografiche location del Castello Sforzesco faranno da sfondo agli spettacoli delle 20 compagnie Guests, le protagoniste della manifestazione, che provengono da 9 Paesi differenti e sono state scelte da una International Academy formata da Direttori di importanti Festival Europei. Ad esibirsi, con show esclusivi, nel contatto diretto ed interattivo con il pubblico, che è l’anima dell’arte di strada, altre 30 formazioni selezionate, di 14 nazionalità diverse: c’è anche chi arriva dal Giappone. Ai 100 spettacoli, espressione di culture e di sperimentazioni artistiche di tutta Europa ed oltre, si aggiunge l’esposizione fieristica e le attività per i professionisti del settore nel monumentale ex Diurno Cobianchi, dove sono già in tantissimi ad aver fatto richiesta di partecipazione. Open Street è infatti occasione per conoscere grandi artisti e per tessere rapporti professionali, esplorare produzioni poco note di tanti Paesi, confrontarsi con le più carismatiche eccellenze dello spettacolo urbano. Da non perdere poi, il 12 ottobre, al Cortile della Rocchetta, il fuori programma del grande Leo Bassi.

 I 20 special Guests.

Dall’Inghilterra arrivano i Lost in Translation Circus, una delle più importanti compagnie di teatro-circo inglese che porta in scena “La ballade de Bergerac”, ispirata alla storia dello spadaccino e sognatore Cyrano de Bergerac, in un mix di abilità circensi di alto livello, narrazione e musica. Dal Belgio arriva invece la formazione Acrobarouf, acrobati che sanno giocare con lo spazio creando dinamiche ai limiti del possibile. Sono spagnoli i Tombs Creatius che raccontano il “The Strange travel of Senyor Tonet”, personaggio affascinante le cui storie sono state costruite con materiali in disuso che danno vita a 10 giochi ai quali è chiamato a partecipare il pubblico, per il recupero della strada come luogo di socializzazione. Performance straordinarie di teatro di strada sono a cura della compagnia inglese Reckless Invention, mentre tocca l’assurdo la scatola magica, “The incredibile Box” della compagnia Cia.La Tal artisti di teatro spagnoli, stravaganti e divertenti. Arti circensi con tecniche di clownerie e teatro fisico, acrobazie e manipolazioni d’oggetti sono alla base di “Kalasa”, lo spettacolo di Che Cirque Company. One man show della ruota e degli equilibrismi è Mr. Dyvinetz, provocatori ed incredibili nei loro esercizi acrobatici sono gli artisti inglesi di Mattress Circus, sperimentatori di nuovi linguaggi della forma teatrale sono gli sloveni Ljud group, che nello show “Invasion”, sotto forma di alieni, chiamano il pubblico a confrontarsi con la propria idea di multiculturalità.

open street 3Street dance e teatro danza è nei movimenti dei Southpaw Dance Company, mentre gli italiani di Ondadurto Teatro con “C’era una volta” reinterpretano in chiave noir, con macchine scenografiche, effetti speciali, numeri di teatro visivo e fisico, le storie e favole tradizionali. Divertentissimo il tedesco Mr Banana Show, mentre riesce a far ridere in 8 lingue diverse l’artista Barto, che arriva dal Belgio. Bisogna guardare quasi sempre in alto per godersi gli esercizi aerei con pali ad ondeggiamento del francese Hula Hoopla, invece il re delle due ruote, di ogni altezza e dimensione, è il cileno El Kote. Magia e circo prendono vita dalla biblioteca incantata dei Debote Enbote. Con i polacchi del Teatr Delikates si sogna con la testa tra le nuvole, “With head in the Clouds”, invece un mix di salti e di colpi di scena attendono gli spettatori dell’”Effetto Caffeina”, lo spettacolo dei Circo Puntino, che sanno far suonare anche tazzine e caffettiere. Ballerini verticali ed esercizi acrobatici nascono dal teatro di strada dei Manca Uršič che giocano con una fantastica finestra. Il Professor Karoli ha invece girato mezzo mondo con il suo monociclo e si definisce “l’uomo-ruota”, combinando nel suo spettacolo humor, ruote, destrezza, ingegno e numeri impossibili.

open street 5

Nelle 4 serate sarà presentato anche un percorso enogastronomico sullo street food e la birra artigianale, con la collaborazione di due eccellenze di questo settore: il birrificio Piemontese “Baladin” e “Mangiari di Strada”, un’impresa milanese nota per l’importante attività di recupero delle secolari tradizioni italiane in questo ambito particolarissimo. Scopriremo che mangiare per strada non significa affatto rinunciare alla qualità e al gusto.

OPEN STREET – Vetrina Internazionale dell’Arte di Strada – è un’iniziativa promossa dal Comune di Milano e da Open Street aisbl nell’ambito di Milano Cuore d’Europa, realizzata in collaborazione con la FNAS, Federazione Nazionale Arte di Strada, Il Giorno e Disco Radio.

Tutte le info, nel sito dell’evento Open Street 

About Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »