Home / Libri / Lo scaffale di maggio 2019
Lo scaffale di maggio 2019

Lo scaffale di maggio 2019

Lo scaffale di maggio 2019 propone ai suoi lettori una serie di dieci romanzi novità, appena giunti o pronti a giungere nelle librerie.

Maggio è il mese in cui Torino ospita il Salone Internazionale del Libro, la più importante manifestazione italiana nel campo dell’editoria. Dal 9 al 13 maggio la città attende al Centro congressi Lingotto Fiere l’arrivo di migliaia di lettori ( più di 170.000 nell’edizione 2018), con la consapevolezza di offrire una gamma di proposte talmente ampia e ricca da poter soddisfare (quasi) tutte le loro esigenze.

Michele Serra, Le cose che bruciano, Feltrinelli

Lo scaffale di maggio 2019Attilio è un politico amareggiato per un insuccesso, tanto furibondo da abbandonare la vita pubblica e rifugiarsi in montagna, lontano dall’attività politica. Alla pace esteriore del luogo non corrisponde però quella interiore dell’uomo, che si trova a fare i conti con i ricordi materiali della sua vita passata, pronti a fagocitarlo.Bruciare tutto, pensa, potrebbe salvarlo e ridargli la leggerezza del vivere, ma non sempre le cose vanno come si vorrebbe.

 

 

 

 

 

 

Eleonora Marangoni, Lux, Neri Pozza

Lo scaffale di maggio 2019Una vita che si destreggia tra presente e passato, un uomo che vorrebbe guardare al futuro, un’isola italiana splendente alla luce del sole, un vecchio albergo ricevuto in eredità e tante vite che si intrecciano vicino al mare, sorgente della vita, il tempo che passa inesorabilmente condannando le indecisioni: in questo caleidoscopico paesaggio esteriore e interiore si snoda la vita del protagonista, obbligato a fare i conti con se stesso.

 

 

 

 

 

 

Elena  Stancanelli, Venne alla spiaggia un assassino, La nave di Teseo

Lo scaffale di maggio 2019In un mare Mediterraneo solcato da scafisti e imbarcazioni spesso votate al naufragio, le navi delle ONG si muovono senza sosta alla ricerca di migranti abbandonati al loro destino, partiti e mai arrivati sulle coste della speranza. Su una di queste l’autrice ha voluto imbarcarsi per capire, per dare delle risposte alle sue domande, per cercare una linea di demarcazione tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Questo libro è il risultato del suo percorso.

 

 

 

 

 

 

Maurizio Lo Re, Il treno da Mosca, Oltre Edizioni

Lo scaffale di maggio 2019Un avvocato reduce da una grave crisi esistenziale e professionale sta tentando di riprendere il pieno controllo sulla sua vita. L’occasione gli si presenta sotto forma di un libro di Stendhal, una vecchia edizione appartenuta ad un soldato italiano deportato nel 1943. Un casuale ritrovamento su un treno sarà l’inizio di una serie di vicissitudini che porteranno l’uomo a terminare il suo percorso di vita.

 

 

 

 

 

 

Catherine Dunne, Come cade la luce, Guanda

Lo scaffale di maggio 2019Ancora una famiglia, gli Emilianides, ancora la terra natia, l’Irlanda, nel romanzo dell’autrice che ha saputo sempre tratteggiare con incisività ma anche delicatezza l’animo femminile. Al centro dell’attenzione la malattia di uno dei figli, che lo ha trasformato in un adolescente con gravi ritardi mentali e motori: l’incontro col dottor Cormac e con suo figlio, a seguito del ricovero in clinica del ragazzo, renderà precario l’equilibrio che i vari componenti della famiglia erano riusciti a mantenere inalterato per anni.

 

 

 

 

 

 

Evgenij Vodolazkin, L’aviatore, Brioschi editore 

Lo scaffale di maggio 2019Un uomo si risveglia in un ospedale a lui sconosciuto, senza ricordare nulla del suo passato: è il 1999, ma la sua memoria è ferma agli anni del totalitarismo sovietico. Lentamente affiorano squarci di passato che egli annota con diligenza e abilità, sperando di poter colmare il suo vuoto mentale. Riuscirci sarà difficile e impegnativo, una sfida a cui non vuole però sottrarsi.

 

 

 

 

 

 

Giulio Ronzoni, Generazione fuori luogo, Cairo

Lo scaffale di maggio 2019Torna protagonista nel romanzo la generazione dei giovani d’oggi, privati di certezze affettive e lavorative. Il protagonista, stanco di una vita sempre sul filo della precarietà, decide di dare una svolta al suo presente, lasciandosi alle spalle la vita precedente e unendosi a persone che vogliono ritrovare se stesse attraverso un viaggio specificatamente organizzato con questo scopo.

 

 

 

 

 

Frédéric Beigbeder, Una vita senza fine, Bompiani

Lo scaffale di maggio 2019Alla soglia dei cinquant’anni il protagonista si trova a fare i conti con i primi segni di invecchiamento, fisico e mentale. Ossessionato dall’idea del rimanere giovane e godere di una personale forma di immortalità, sperimenta tutti i più moderni ritrovati scientifici per arrivare ad ottenere ciò che desidera, evitare il processo di invecchiamento.

 

 

 

 

Ayelet Gundar-Goshen, Bugiarda, Giuntina

Lo scaffale di maggio 2019Una ragazzina e un uomo in cortile: alle urla di lei la gente accorre e non esita ad accusare l’uomo di ciò che egli in realtà non ha commesso. Ma la protagonista mente, lascia che la sua bugia prenda corpo e deflagri provocando danni irreversibili. La menzogna genera sempre altre menzogne, in un processo inarrestabile e profondamente dannoso.

 

 

 

 

 

 

Paolo Forcellini, La laguna delle nebbie, Cairo

Lo scaffale di maggio 2019Venezia è avvolta nella nebbia mentre il Carnevale impazza: ma in contemporanea spariscono alcuni bambini, senza lasciare traccia. E’ un caso molto complicato, che mette a dura prova l’abilità del commissario Manente e della sua squadra. Occorrerà un impegno straordinario per arrivare alla soluzione del caso.

 

 

 

 

 

About Luisa Perlo

Luisa Perlo
Luisa Perlo, Critico Letterario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.