Home / Medicina dolce / Bentonite: l’argilla vulcanica per la bellezza e il benessere
Bentonite: l'argilla vulcanica per la bellezza e il benessere

Bentonite: l’argilla vulcanica per la bellezza e il benessere

Oggi parliamo di un particolare tipo di argilla: la bentonite o argilla bentonitica.

L’impiego dell’argilla, a scopo terapeutico, per la cura della persona o per altri fini, si perde nella notte dei tempi. A prescindere dall’uso che ne facessero e da come venisse utilizzato, quasi tutte le culture – da quella azteca a quella cinese, da quella greca a quella romana a quella indiana –hanno conosciuto ed usato nell’arco della storia questo minerale per un motivo o per l’altro.

Bentonite: l'argilla vulcanica per la bellezza e il benessereOrigine e storia della bentonite

La bentonite è un’argilla costituita principalmente da montmorillonite (nome derivante dalla località di Montmorillon, dipartimento della Vienne, in Francia, dove fu rinvenuto).

Si tratta di un minerale, un fillosilicato di alluminio e magnesio che negli USA si trova principalmente in Fort Benton, Montana (da cui il nome ‘bentonite’ adottato intorno alla metà del XIX secolo da Fielding Bradford Meek e F. V. Hayden del Servizio Geologico degli Stati Uniti) e in Wyoming.

La sua formazione è dovuta all’esposizione agli agenti atmosferici, soprattutto all’acqua,  di ceneri vulcaniche invecchiate. La bentonite estratta è decisamente solida con un contenuto di umidità di circa il 30%.

Esistono vari tipi di bentonite in ognuno dei quali predomina un minerale diverso, come potassio, sodio, calcio, magnesio, ferro e alluminio.

Proprietà ed usi della bentonite

Le speciali proprietà della bentonite la rendono un materiale prezioso per una vasta gamma di usi e applicazioni. Secondo gli scienziati è in grado di assorbire oli, batteri ed impurità dalla pelle quando usata per la cura e l’igiene della persona e di eliminiare tossine dall’apparato digerente quando ingerita.

Malgrado siano necessari ulteriori ricerche per approfondire l’argomento, alcuni studi scientifici hanno mostrato che l’argilla bentonitica è in grado di ridurre gli effetti della aflatoxin B1, una tossina (carcinogeno) che si forma da certi tipi di muffe.

Per le sue proprietà – idratazione, rigonfiamento, assorbimento d’acqua, viscosità, tissotropia – ed i conseguenti benefici sulla salute, la bentonite può essere utilizzata

  • Rimuovere le tossine dal corpo: Dosaggio consigliato – se ingerito: 1 cucchiaio da tè di argilla bentonitica in 170-230 ml di acqua 1 volta al giorno.

Attenzione: in caso di uso di farmaci, consumare la bentonite 2 ore prima o 2 ore dopo loro assunzione in quanto, a causa del suo potere di assorbire altre molecole, la bentonite potrebbe legarsi ai farmaci ingeriti riducendone l’efficacia);

  • Cura del viso, in quanto la bentonite, quando usata come maschera per il viso, può essere d’aiuto nel trattamento dell’acne e della pelle grassa favorendo la rimozione di sebo dalla superficie;
  • Impacchi per il corpo;
  • Bagno ai piedi;
  • Impacchi caldi, benefici nei disturbi reumatici, in caso di dolori alle articolazioni e/o alla muscolatura;
  • Impacchi freddi alle ginocchia;
  • Lenire le punture d’insetto e le infiammazioni o reazioni allergiche causate da alcune piante tra cui l’edera velenosa, conosciuta anche come Toxicodendron radicans o Rhus toxicodendron.

Come si prepara

Per uso esterno si consiglia di mischiare l’argilla bentonitica all’acqua oppure a parti uguali di aceto di mela e acqua. Si otterrà una pasta liscia ed uniforme da poter applicare sul viso o su altra parte del corpo e lasciare asciugare 5-10 minuti, fino ad un massimo di 20 minuti, ossia fino a quando non si proverà tensione sulla zona dove è stata applicata.

L’area su cui l’argilla bentonitica sarà stata applicata potrebbe rimanere arrossata per circa 30 minuti.

Nel caso del viso, evitare l’uso di trucco o di altri cosmetici fino a quando il rossore non sarà completamente scomparso. In caso di irritazioni, sarà meglio sospenderne l’uso.

La bentonite è un ottimo integratore alimentare

Viene utilizzata soprattutto per:

  • A perdere peso;
  • A regolare la digestione aiutando a gestire problemi di stipsi (stitichezza/costipazione);
  • A controllare la diarrea;
  • A ridurre il colesterolo.

Conclusioni

Come abbiamo considerato, l’argilla bentonitica ha molteplici proprietà e può essere impiegata per uso sia interno sia esterno per aiutare nella cura o quantomeno nella gestione di molte condizioni di salute.

Qualunque sia l’uso che ne farete, sarà sempre saggio

  1. Attenersi ai dosaggi indicati sulle etichette e/o confezioni del prodotto acquistato e consigliato dalla casa produttrice; e
  2. Consultare il proprio medico prima di usare qualsiasi prodotto, argilla bentonitica inclusa, a causa di potenziali interazioni tra rimedi naturali e farmaci.
IMPORTANTE Le informazioni contenute nel presente articolo hanno solo scopo informativo e non sono da considerarsi assolutamente parere medico. Qualunque sia il vostro problema di salute, consultate prima il vostro medico. Per quanto riguarda l’attuale emergenza COVID-19 contattate gli organi competenti.

About Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »