Home / Salute / Acne, il sole migliora i brufoli? Neanche per sogno
Acne, il sole migliora i brufoli? Neanche per sogno

Acne, il sole migliora i brufoli? Neanche per sogno

Acne? Stai al sole, vedrai che ti passa. Quante volte ci siamo sentiti dire che il sole migliora i brufoli? Invece: niente di più sbagliato, non soltanto non migliora, ma addirittura peggiora il problema.

Acne, il sole migliora i brufoli?“Se all’apparenza vediamo la pelle meno unta e con meno imperfezioni, non vuol dire che stiamo guarendo perché i raggi solari, in realtà, accentuano il processo infiammatorio alla base dell’acne, provocando un ispessimento dello strato più superficiale dell’epidermide (strato corneo) che causa la formazione dei comedoni, cioè i punti neri. L’apparente miglioramento si deve anche all’abbronzatura che, donando uniformità al colore della pelle, tende a nascondere le imperfezioni”, dice il  Stefano Veraldi, Direttore della Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia, Università degli Studi di Milano.  “Alla falsa credenza che il sole guarisca l’acne, si aggiunge un altro comportamento diffuso e dannoso per la pelle: la tendenza a sospendere il trattamento in ragione del fatto che diversi farmaci per l’acne possono rendere la pelle più sensibile ai raggi UV. Si tratta dei cosiddetti farmaci fototossici o fotosensibilizzanti, che possono causare danni e macchie alla pelle in seguito all’esposizione al sole, come nel caso delle tetracicline orali”.

Il sole migliora i brufoli solo all’apparenza

Se è vero che alcuni farmaci non possono essere impiegati sotto il sole, è ancor più vero che vi sono altri farmaci antiacne che possono essere utilizzati anche nel periodo estivo. “Si tratta dei retinoidi topici e di alcuni antisettici, che devono essere applicati sulla pelle alla sera e accuratamente sciacquati prima di esporsi al sole. Senza dimenticare le protezioni solari indicate per la pelle acneica – da evitare quelle occlusive perché sono comedogeniche (causano la formazione dei punti neri) -, i detergenti e le creme idratanti. E’ quindi importante non interrompere i trattamenti durante il periodo estivo perché si rischia che il rientro a settembre porti con sé una riacutizzazione della malattia” afferma il dermatologo.

“Vi sono, poi, prodotti per il trattamento dell’acne lieve o intermedia che possono essere impiegati anche sotto il sole”,  aggiunge il Prof. Veraldi. “Tra gli altri, c’è un gel a base di perossido di idrogeno e acido ialuronico. Il perossido di idrogeno, con le sue proprietà antisettiche, contrasta un batterio coinvolto nella patogenesi dell’acne, Propionibacterium acnes. Inoltre, è  ben tollerato dai pazienti”.

E’ un gel trasparente e fluido, non unge, non colora e non macchia, al contrario di molti altri trattamenti. Distribuito sulla parte interessata, forma una pellicola protettiva che impedisce l’aggressione degli agenti esterni e previene le infezioni batteriche. La cute apparirà più asciutta e diminuiranno imperfezioni e lesioni, a tutto vantaggio della vita sociale del paziente.

Ed ecco  10 regole per un’estate  libera dai brufoli:

1.       Se stai seguendo una terapia per l’acne, non sospendere le cure quando arriva l’estate, ma consulta il tuo dermatologo per una terapia adatta alla stagione.

2.       Che il sole migliora i brufoli è una leggenda. Il miglioramento è solo apparente: segui la terapia indicata dallo specialista.

3.       Sotto l’ombrellone, ma anche in montagna, proteggi sempre la cute con schermi solari specifici per la tua pelle e con il giusto grado di protezione UV. Non esporti al sole nelle ore più calde.

4.       Evita di esporti direttamente al sole se assumi antibiotici a base di tetracicline.

5.       Anche se devi uscire con gli amici, non schiacciare i brufoli: si possono sviluppare altre infezioni batteriche e cicatrici.

6.       Non ti è vietato alcun tipo di cibo in particolare, con la parziale eccezione del latte, unico alimento sospettato nella patogenesi dell’acne. Segui comunque una dieta equilibrata e uno stile di vita sano.

7.       Una corretta detersione aiuta. Usa prodotti non aggressivi e specifici per la pelle acneica.

8.       Il sole tende a seccare la pelle: usa sempre un’adeguata protezione solare e un idratante specifico per la pelle acneica.

9.       Anticipa il problema: se noti che la tua pelle è sempre lucida, grassa e con i brufoli, non aspettare l’autunno e chiedi consiglio al tuo dermatologo.

10.   Non chiuderti in casa per un brufolo: la tua felicità vale molto di più! Esci e stai con gli amici, l’acne non potrà che giovarne.

 

About Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.