Home / Salute / Il fango termale diventa “cura” per la sindrome fibromialgica
Impacco rigenerante alle Terme di Montepulciano

Il fango termale diventa “cura” per la sindrome fibromialgica

Un ciclo di fanghi termali ha effetti positivi sui sintomi della sindrome fibromialgica. Lo ha confermato uno studio multicentrico delle Università di Padova, Siena, Cagliari e Napoli che per la prima volta ne ha validato l’efficacia secondo i criteri della medicina di base. La sindrome fibromialgica (FMS) colpisce soprattutto le donne, in Italia sono due milioni le persone che ne soffrono. I sintomi sono dolore diffuso e simmetrico all’apparato muscolo schelettrico, non colpisce le articolazioni ma precisi punti del corpo. Non esistono esami diagnostici specifici per questo problema, per cui la diagnosi viene fatta dal medico sulla base dei sintomi riferiti: affaticamento, ansia, sonno disturbato, intestino irritabile, cefalea e parestesie.

L’origine della sindrome fibromialgica rimane poco chiara, anche se negli ultimi anni sono state messe a punto linee guida più specifiche per differenziarla dalle altre patologie dolorose diffuse. La cura è soprattutto indirizzata a ridurre i sintomi dolorosi e quelli associati e si avvale di antidolorifici e antinfiammatori non seteroidei oltre agli antidepressivi e ansiolitici. Recentemente, però, la ricerca ha evidenziato la necessità di associare all’uso dei farmaci anche bagni termali caldi con esercizio fisico, fisioterapia, attività fisica aerobica. Proprio in quest’ottica è stato svolto lo studio Effects of mud-bath treatment on fibromyalgia patient: a randomized clinical trial pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Rheumatology International, con l’intento di indagare l’efficacia della fangoterapia termale e di chiarire se questi trattamenti sono ben tollerati nei pazienti affetti da sindrome fibromialgica che spesso, proprio a causa dei sintomi, hanno difficoltà a sopportare i massaggi o addirittura anche solo il tocco della mano del terapista.

Lo studio della Fondazione per la ricerca scientifica termale ha evidenziato chiaramente che i fanghi termali sono ben tollerati ed efficaci perché permettono al paziente una simultanea riduzione dei farmaci antidolorifici.

full-image.php

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »