Home / Turismo / Turismo-In provincia di Siena è ripartito il Treno Natura.

Turismo-In provincia di Siena è ripartito il Treno Natura.

Tanti itinerari slow a bordo di un treno d’epoca, per scoprire questa parte di Toscana e assaporarne con lentezza l’unicità di paesaggi, tradizioni, arte, cultura e sapori: dopo l’interruzione estiva, il Treno Natura riprende le sue corse che sono in programma fino alla fine di dicembre.

Il Treno Natura attraversa il paesaggio delle Crete
Il Treno Natura attraversa il paesaggio delle Crete

Un calendario che porterà i viaggiatori in molte parti della provincia di Siena per partecipare a fiere, sagre, feste e mercatini dove i protagonisti saranno i prodotti di questa stagione autunnale, come il vino, l’olio, i funghi, i tartufi e tanto altro. Una formula ben consolidata, che risponde alle aspettative degli ospiti italiani e stranieri e, in particolare, delle famiglie con bambini che troveranno nel Treno Natura l’emozione e la felicità per la (ri)scoperta di un mezzo d’altri tempi. Tutte le corse partono da Siena e rientrano a Siena nel pomeriggio dello stesso giorno. Le corse prevedono anche la possibilità di consumare pasti a prezzi convenzionati e di partecipare a iniziative fatte in esclusiva per i partecipanti. La locomotiva, una 610 a vapore, corredata da carrozze “centoporte”, assolutamente originare e si concede, in vari momenti, anche per essere immortalata in foto durante i rifornimenti d’acqua.
Ogni uscita del Treno Natura dura l’intera giornata e alla stazione di arrivo è disponibile un servizio di autobus riservati per raggiungere le diverse località della provincia di Siena in programma in modo comodo e veloce
Il programma completo delle tappe e i riferimenti per la prenotazione sono disponibili sul sito www.trenonatura.terresiena.it . La prenotazione è obbligatoria.

About Luigi Pagnotta

Luigi Pagnotta
Luigi Pagnotta giornalista, si occupa della comunicazione del Comune di Montepulciano (SI). Nel 2003 esce la sua raccolta “Lezioni di volo”, che incontra un buon successo di vendita e di critica. Nel 2006, la raccolta è uno dei 5 libri finalisti (su un totale di 170 opere presentate) al premio nazionale Siderno. Dall’agosto del 2006 al giugno 2009 collabora con la rivista a diffusione nazionale CacciaPiù, che pubblica con cadenza bimestrale i suoi racconti di caccia. Nel dicembre 2011, esce la sua seconda raccolta di racconti “Aspettatemi ché torno – Storie di campi, di borghi e di santi cacciatori” (Nicola Calabria Editore), che ottiene subito grande attenzione dal pubblico e dalla critica. Quattro dei suoi racconti sono stati letti e registrati rispettivamente dall’attore Marco Columbro, dal cantautore Mario Castelnuovo, dal Col. Mario Giuliacci, noto meteorologo, e dal conduttore-cabarettista Cristiano Militello. Molti dei suoi lavori sono stati pubblicati su riviste e antologie.

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »