Home / Turismo / Valmalenco: il ritorno degli alpeggiatori dalle alte quote
Valmalenco: il ritorno degli alpeggiatori dalle alte quote

Valmalenco: il ritorno degli alpeggiatori dalle alte quote

Valmalenco: il 14 e 15 settembre la comunità si ritrova nella caratteristica cornice di Chiareggio. Il fine è celebrare il ritorno degli alpeggiatori dalle più alte quote. Con loro, ritornano le mandrie e i prodotti caseari, frutto di un’estate di lavoro, fatto di riti immutati da secoli. La stagione, in alpeggio, dura circa tre mesi.

Valmalenco e Chiareggio: la sfilata delle mucche

Per due giorni Chiesa in Valmalenco e Chiareggio si trasformano in una passerella di sapori. C’è il mercatino delle prelibatezze dei piccoli produttori locali, ma anche la sfilata delle mucche, ornate per l’occasione con originali e colorate decorazioni: sarà eletta la fortunata vincitrice. Accanto a questi riti tradizionali, non mancano ulteriori iniziative in programma: escursioni guidate e laboratori didattici per ragazzi e famiglie. Sarà possibile vivere un’atmosfera unica, lungo tutto il fine settimana.

Valmalenco e Chiareggio: ecco il programma

Valmalenco: il ritorno degli alpeggiatori dalle alte quoteEcco il programma per sabato 14 settembre.

Chiareggio La “Truna”: è prevista una mostra fotografica di Roberto Caccialanza, dal titolo “La grande ritirata dei ghiacciai in Valmalenco e nell’area del Bernina”, in collaborazione con CreVal.

Dalle ore 9 alle 18, saranno di scena i formaggi malenchi, in piazza SS. Giacomo e Filippo di Chiesa in Valmalenco, in collaborazione con Pro Loco di Chiesa in Valmalenco.

Dalle ore 14 a Chiareggio ci sarà un’escursione per bambini con i cavalli (attività a pagamento).

Dalle ore 15, nel centro di Chiesa in Valmalenco, è in programma una sfilata della Banda di Civitella Roveto.

Dalle ore 15 a Chiareggio sarà la volta delle fiabe in alpeggio. Parliamo di un laboratorio creativo a tema, accompagnato da un’avvincente storia per bambini disegnata in diretta (per prenotarsi, l’indirizzo è info@sondrioevalmalenco.it).

Alle ore 17 e 30 a Chiareggio “La Corte”, ci sarà una dimostrazione dell’arte della mungitura, latteValmalenco: il ritorno degli alpeggiatori dalle alte quoteappena munto, frittelle e dolci per grandi e piccini, a cura degli amici di Chiareggio.

Dalle ore 20 a Chiesa in Valmalenco e Chiareggio ci sarà l’appuntamento per la “Cena dell’Alpeggiatore”. Ristoranti e rifugi saranno la sede per gustare formaggi d’alpe a menù convenzionato (prenotazione presso le strutture).

Dalle ore 20 e 30 a Chiareggio, al ristorante Ai Portoni, è prevista la cena, con degustazione di vini e menù a tema.

Alle ore 21, a piazza Nicolò Rusca di Chiareggio, ci sarà il concerto della Banda di Civitella Roveto.

Ecco invece il programma per domenica 15 settembre.

Alle ore 8, ai Rifugi di Chiareggio, si svolgerà la ghiotta colazione dei rifugisti.

Alle ore 9 e 30 a Chiareggio, presso la Chiesetta di S. Anna, avrà luogo la Santa Messa.

Dalle ore 10 e 30 a Chiareggio, saranno presenti i mercatini del gusto, con degustazioni e vendita prodotti tipici degli alpeggi.

Valmalenco: il ritorno degli alpeggiatori dalle alte quoteDalle ore 10 e 30, sempre a Chiareggio, è prevista un’altra escursione per bambini con i cavalli (attività a pagamento), il laboratorio “Costruiamo la mucca Carolina” a cura dell’azienda agricola Alpacas la Foppa (altra attività a pagamento), e ancora: il laboratorio di costruzioni di aquiloni e il laboratorio “Il formaggio lo faccio io!”: ogni bambino porterà a casa il formaggio al termine del laboratorio, a cura dell’azienda agricola Pizzo Scalino. Non mancherà il laboratorio “colora la tovaglietta della tua colazione”. Sarà possibile scoprire “I giochi di una volta”.

Alle ore 11 e 30, a Chiareggio, darà il meglio di sé “L’arte del casaro”, dimostrazione lavorazione con degustazione della cagliata.

Alle ore 12 a Chiareggio, ci sarà la sfilata delle mandrie degli alpeggi.

Dalle ore 12 e 30, in piazza Nicolò Rusca di Chiareggio, ci sarà la premiazione della vacca meglio decorata a festa, con la partecipazione della Banda dell’Unione dei Comuni della Valmalenco. Non mancherà la premiazione del miglior produttore di “scimut” dell’estate 2019 a cura dell’Onaf.

Dalle ore 13 a Chiesa in Valmalenco e Chiareggio è previsto il pranzo presso ristoranti e rifugi, con formaggi d’alpe a menù convenzionato (prenotazione presso le strutture).

Dalle ore 15, per finire, volano gli aquiloni nel cielo di Chiareggio.

Sondrio e Valmalenco nel cuore della Valtellina

Sondrio e Valmalenco sono nel cuore della Valtellina. Si tratta di un territorio caratterizzato da una natura selvaggia, ma generosa, incastonato tra le Alpi Orobiche e Retiche. Svetta, con i suoi 4.050 metri, il pizzo Bernina. Regno della neve d’inverno, con 60 chilometri di piste da sci, uno snowpark e una sconfinata offerta di attività all’aria aperta, tra montagne bellissime e maestose, il paesaggio sa regalare una scenografia di colori, profumi e sapori che mutano a ogni stagione. Non mancano bellezze naturali, artistiche, storiche e scenari unici, come i terrazzamenti vitati, sul versante retico dell’Adda, sui quali si producono pregiati vini che ben si accompagnano ai migliori prodotti della tradizione enogastronomica valtellinese.

About Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.