Home / Attualità / Consigli sulla salute, gli adolescenti chiedono all’allenatore
Consigli sulla salute, gli adolescenti chiedono all’allenatore

Consigli sulla salute, gli adolescenti chiedono all’allenatore

E’ comparso un sondaggio on line, sul sito di Sky Sport HD, è che ha interessato 24.342 teen-ager, quindi giovani fino ai 19 anni. Ne è risultato che sono il 36% gli adolescenti che, quando hanno bisogno di consigli inerenti alla salute, chiedono consiglio al proprio allenatore. Più che a insegnanti e parenti, si rivolgono a lui quando hanno dubbi. Si è espresso in merito il presidente di Healthy foundation e dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), professor Sergio Pecorelli, affermando che il mister è considerato un adulto preparato, nel quale si ha fiducia, con il quale ci si confida. Ecco il nuovo ruolo degli allenatori, che però devono essere ben preparati a esso. Per questa ragione è stato posto in essere il primo progetto in questo senso. Sono il 36% i giovanissimi che si rivolgono al coach quando si tratta di orientarsi nell’ambito del benessere e della prevenzione. Il 32% si rivolge ai genitori, il 12% all’insegnante, l’11% ai parenti più stretti e soltanto il 9% al farmacista.

Che cosa chiedono i teen-ager

Ma che cosa chiedono gli adolescenti? Per il 34% la maniera di smettere di fumare, per il 25% raccomandazioni in merito alla dieta da seguire, per il 20% informazioni generali sul benessere, per il 12% informazioni su come smaltire i chili di troppo. Ecco come si orienta una gioventù che cerca punti di riferimento. Tra un allenamento e l’altro, l’allenatore si dimostra in grado di poter dare qualche buon consiglio. Il lavoro che svolge, poi, è tale da richiedere, in materia di salute, alcune conoscenze specifiche.

Sono diffusi i comportamenti scorretti

E’ necessario il supporto del mister? Sì, in quanto i comportamenti scorretti sono diffusi: il 17% dei teenager fuma regolarmente, 1 su 5 beve troppi alcolici e il 30% dei bambini sotto i dieci anni è in sovrappeso o anche obeso.

A che cosa portano queste problematiche? Anche a tumori o patologie cardio-vascolari. Per prevenire, sarebbe molto utile incominciare dall’età adolescenziale. Massimiliano Allegri, coach campione d’Italia, d’Italia, afferma che è utile prendere coscienza del ruolo che i giovani intendono assegnare ai loro allenatori. Non è più sufficiente insegnare come tirare le punizioni o a dribblare l’avversario. Il ruolo dello sport si allarga a macchia d’olio, fino a diventare educativo e sociale. Quello che l’allenatore può fare è documentarsi e sensibilizzare verso le abitudini corrette, magari consigliando, all’occorrenza, qualche buon medico, nei casi nei quali sono necessarie maggiori conoscenze specifiche. Sono il 90%, secondo il sondaggio preso in considerazione, i teenager italiani che cercano su internet notizie di benessere. Attenzione, tuttavia, alle fonti non accreditate, che on line potrebbero diffondere informazioni erronee o distorte. I giovani in cerca di informazioni frequentano social network e forum e utilizzano applicazioni per tablet e smartphone.

Un progetto Healthy Foundation

E’ previsto un progetto, il primo al mondo, che sia tale da dare agli allenatori le conoscenze necessarie a questo nuovo ruolo di supporto al giovane. Massimiliano allegri comparirà nel ruolo di testimonial e coordinatore.

 

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.