Home / Benessere / Il cane, le feste ed io
Il cane, le feste ed io

Il cane, le feste ed io

I migliori amici dell’uomo sono messi a dura prova dalle festività natalizie: a cominciare dai cibi che mangiano, ma che dovrebbero evitare, come panettone e pandoro, per finire con i fuochi d’artificio di fine anno, che li mettono in subbuglio (un cane si può perdere, per lo spavento). Senza contare addobbi e decorazioni, nei quali cani e gatti facilmente si aggrovigliano senza colpa. In questo senso, il Ministero della Salute ha avviato una campagna di prevenzione e sensibilizzazione, dedicata alla cura degli animali da compagnia.

Il cane, le feste ed io: la parola al ministro

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin si è espressa in questo modo:

“Gli animali domestici sono preziosi compagni di vita e occupano un ruolo fondamentale nella quotidianità di milioni di famiglie italiane. La loro cura, la tutela del loro benessere come la lotta all’abbandono e al randagismo rappresentano per noi un valore fondamentale. Le feste natalizie, che sono per noi un momento di gioia e di condivisione, possono però nascondere per loro qualche insidia o essere la causa di brutte avventure. È per scongiurare tutto questo che abbiamo pensato in modo specifico ad alcuni accorgimenti in grado di rendere il Natale un periodo particolare anche per loro. Auguro a tutti, dunque, di trascorrere ‘feste felici con i nostri amici’, prendendo in prestito lo slogan che accompagna la nostra campagna per il benessere degli animali d’affezione”.

Il cane, le feste ed io: “feste felici con i nostri amici”

Cinque locandine sono state realizzate alla direzione generale della Sanità animale e dei Farmaci veterinari.

Sono presenti immagini originali e raccomandazioni specifiche per la cura, l’alimentazione e il trasporto di cani e gatti nei giorni di festa. C’è di più: sono citati, come detto, i cibi da evitare e pericoli legati alle decorazioni. E ancora: sono stati delineati dettami per il trasporto e, soprattutto, precauzioni da adottare durante la notte di Natale e di capodanno, quando avviene l’esplosione di fuochi d’artificio.

Il cane, le feste ed io: scegliere un cucciolo come regalo

Poniamo che si decida di regalare un cucciolo.

Insieme alla tutela dei diritti, il Ministero è da sempre impegnato nella promozione “di un corretto rapporto uomo-animale e nella sensibilizzazione dei cittadini ad un possesso responsabile”. Questa fonte invita, dunque, alla prudenza, che nel fare dono di un cucciolo “può non essere mai troppa”. Il dono è da evitare “non si è d’accordo con la famiglia o non si è sicuri che il destinatario possa prendersene cura”: ecco un comportamento responsabile.

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »