Home / Libri / Tumore, una fiaba per spiegare la malattia ai figli
Tumore, una fiaba per spiegare la malattia ai figli

Tumore, una fiaba per spiegare la malattia ai figli

Al fine di rompere il muro del silenzio, riuscendo a spiegare il tumore del quale sono affetti ai loro figli, i genitori potrebbero utilizzare una fiaba.

Si chiama “Il viaggio della Regina” ed è un racconto redatto da Beatrice Masini e Gianni De Conno, per i tipi di Carthusia edizioni. E’ stato pensato per adulti e bambini. L’opera è stata presentata ieri, in Roma, al termine del diciassettesimo congresso nazionale Aiom. Così si è espresso il professor Carmine Pinto, presidente nazionale dell’Associazione italiana di oncologia medica: “Spesso è difficile per i genitori trovare le parole giuste per comunicare ai figli la diagnosi di tumore. La notizia può determinare nel bambino disorientamento, paura di perdere il genitore, angoscia. L’ansia e il senso di dolore e di smarrimento si riversano sull’oncologo che ha in cura il genitore. Oggi grazie alla diagnosi precoce e a terapie sempre più efficaci il 60% dei pazienti sconfigge la malattia. ‘Il Viaggio della Regina’ è il percorso di ogni padre o madre, fatto di paure, di ostacoli e di amore per i propri figli”.

Tumore comunicato ai figli, parte di un progetto Aiom

Il racconto pubblicato è parte di un progetto Aiom sulla comunicazione, che comprende anche un concorso letterario e un corso rivolto ai giornalisti medico-scientifici. Così si è espressa la dottoressa Stefania Gori, presidente eletto Aiom: “Il libro racconta il viaggio di una mamma, la Regina, che affronta il ‘Mostro’, cioè la malattia, con determinazione e con la volontà di vincerla, anche se con fatica, paura e sofferenza. E la Regina manda a dire ai suoi figli: ‘… sono stanca. Ma non mi fermo… piano piano… torno da voi’. Il racconto trasmette al figlio un messaggio di speranza: la mamma è malata, ma vuole tornare e stare a casa insieme ai piccoli. Questo strumento può essere utilizzato da chi, come noi, lavora tutti i giorni in oncologia per facilitare la comunicazione ai figli della diagnosi di tumore di un padre o di una madre. Insieme a loro dobbiamo affrontare questo difficile viaggio, che unisce quotidianamente dolore e speranza. La pubblicazione vuole essere anche un grazie a tutti i pazienti oncologici e alle loro famiglie per quello che ci insegnano ogni giorno”.

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.