Home / Salute / Iniezioni di luce laser per un viso più giovane
Iniezioni di luce laser per un viso più giovane

Iniezioni di luce laser per un viso più giovane

Secondo un’indagine dell’Associazione italiana di chirurgia plastica estetica, nel 2014 sono stati eseguiti oltre un milione di interventi di chirurgia e di medicina a fine estetico, di cui il 76% è costituito da interventi non chirurgici di medicina estetica e il restante 24% di chirurgia plastica.

In particolare, si chiede di sottoporsi a trattamenti per il ringiovanimento del viso, che possono essere minimamente invasivi, come le iniezioni di luce laser.

Spesso la pelle è danneggiata da sole, rughe, macchie, cicatrici da acne: non tutti accettano serenamente le tracce lasciate dal tempo.

Viso più giovane senza aghi e bisturi: ecco il laser

Vorreste tornare ad avere un viso giovane, ma non amate aghi e bisturi?

Il raggio laser può essere un’opzione. Si tratta di una tecnologia con tempi di recupero minimi, che permette di attenuare rughe e imperfezioni agendo sulle strutture superficiali della pelle del viso, migliorandone consistenza, texture e aspetto.

Una tecnica si definisce frazionata: fasci di luce laser agiscono su punti specifici, risparmiando i tessuti circostanti, che si decide di non trattare.

Il laser Co2 eccitato a radiofrequenza (CO2Re) e il sistema combinato a luce infrarossa e radiofrequenza bipolare (eTwo) migliorano tono e texture della pelle del viso: eliminano gli effetti dell’invecchiamento e attenuano rughe e cicatrici.

Laser per un viso più giovane: la parola agli esperti

Il dottor Davide Brunelli, dermatologo, dirigente medico della divisione Dermatologia presso l’Ospedale M. Bufalini di Cesena, si è espresso in questo modo: “Il laser Co2 frazionato eccitato a radiofrequenza è un dispositivo per il ringiovanimento della pelle, che viene trattata con una matrice di punti laser di differente intensità, in base al fototipo e ai risultati desiderati. E’ un trattamento veloce, confortevole e con un tempo di recupero breve. In generale, si potrà notare la differenza desiderata già dopo un trattamento: la pelle assumerà gradualmente un aspetto più morbido, più liscio e più consistente mentre le sottili linee di espressione, le macchie dell’età e le irregolarità di struttura inizieranno a mostrare un immediato miglioramento”.

Il dottor Vito Abrusci, dermatologo, e responsabile del centro Vito Abrusci di Milano, ha dichiarato: “I trattamenti con laser Co2 sono generalmente ben tollerati. Talvolta è stato riscontrato un fastidio moderato durante il trattamento ma l’anestetico applicato prima della procedura fa in modo che il disagio sia comunque contenuto. Per trattamenti più aggressivi, di maggiore potenza, possono essere raccomandabili un anestetico sottocutaneo, un analgesico e/o sedativo per via orale durante la sessione di trattamento. Nei giorni successivi, normalmente, non sono necessari neanche comuni analgesici da banco. E’ fondamentale, infine, evitare l’esposizione solare diretta per almeno due mesi dopo la seduta. E gli ottimi risultati si ottengono con trattamenti minimamente invasivi e con pochi giorni di assenza dalla vita lavorativa”.

Si consiglia il laser Co2 a persone dai trent’anni in su con pelle danneggiata dall’esposizione al sole, macchie, linee di espressione, rughe, decolorazione, aspetto scabro della pelle, postumi di acne e altre imperfezioni.

Laser, luce infrarossa e radiofrequenza bipolare

Esiste, poi, il sistema combinato a luce infrarossa e radiofrequenza bipolare (eTwo): si utilizza la combinazione di energie a luce infrarossa e radiofrequenza bipolare frazionata, rimodellando così lo strato profondo del derma e stimolando la crescita di nuovo collagene.

Così si è espressa la dottoressa Maria Costarella, specialista in Medicina e Chirurgia Estetica presso Smc San Babila Medicina Estetica a Milano: “Il sistema eTwo ha dato ottimi risultati nei trattamenti di ringiovanimento del viso rivelandosi un dispositivo efficace soprattutto per il miglioramento delle rughe, del contorno del viso e delle cicatrici da acne. Già dopo il primo trattamento la pelle appare più tonica e compatta. Attraverso la combinazione di radiofrequenza bipolare ed energie ottiche, infatti, viene riscaldato in modo controllato il derma profondo con conseguente stimolazione e accorciamento delle fibre di collagene invecchiato e un miglioramento immediato e, a lungo termine, su rughe e contorno del viso”.

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »