Home / Salute / Nutraceutici per tenere sotto controllo le allergie nei bambini con rinite
Nutraceutici per tenere sotto controllo le allergie nei bambini con rinite

Nutraceutici per tenere sotto controllo le allergie nei bambini con rinite

Se ormai non ci stupiamo che per ridurre i livelli di colesterolo o di trigliceridi si possa ricorrere a prodotti naturali, è sicuramente una novità il fatto che degli estratti vegetali, come i nutraceutici, possano contribuire al controllo delle allergie.

“L’aggiunta di preparati nutraceutici potrebbe infatti consentire di ottenere un risparmio di farmaci”, dice Gianluigi Marseglia, Direttore della Clinica Pediatrica della Università degli Studi di Pavia-Policlinico San Matteo e Presidente del Congresso dell’Università Vanvitelli di Napoli.

“Sull’argomento abbiamo effettuato alcuni studi clinici, che hanno dimostrato come grazie all’utilizzo di nutraceutici in bambini con rinite allergica è possibile ridurre l’uso di steroide nasale e di antistaminico”.

Cosa sono i nutraceutici

Il termine nutraceutico deriva dall’unione di due termini: “nutrizione” e “farmaceutica”.

La nutraceutica, infatti, indaga con un approccio scientifico e clinico i componenti funzionali degli alimenti che presentano effetti positivi per la salute, e favoriscono il mantenimento del benessere.

nutraceutici quindi, sono quei principi nutritivi contenuti negli alimenti che hanno effetti benefici sulla salute.

Possono essere estratti, utilizzati per gli integratori alimentari, oppure addizionati agli alimenti.

La maggior parte di essi ha origine vegetale e si trovano nella frutta e nella verdura, come fibre, proteine di soia, fitosteroli e polifenoli.

Bambini con rinite allergica: lo studio

In una delle ricerche realizzate dai ricercatori della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, 63 bambini con rinite allergica sono stati divisi in due gruppi:

  • nel primo i bambini hanno ricevuto un integratore contenente estratto secco di Perilla, Quercetina e Vitamina D3 accanto alla normale terapia antiallergica.
  • nel secondo gruppo la terapia standard è associata a un placebo.

Il numero di giorni in cui i bambini hanno dovuto assumere la terapia antistaminica è stato significativamente inferiore di quelli del secondo gruppo (rispettivamente 15 e 30 giorni).

“Si tratta di antistaminici naturali dall’attività terapeutica simile ai farmaci, ma senza particolari effetti collaterali, come per esempio la sonnolenza, e che possono essere usati in maniera integrata nella cura di malattie come la rinite allergica”, spiega Marseglia.

“Permettendo un risparmio di farmaci standard come gli steroidi nasali e gli antistaminici”.

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »