Home / Salute / Vitamina C, ecco perché è importante tutto l’anno
Vitamina C, ecco perché è importante tutto l'anno

Vitamina C, ecco perché è importante tutto l’anno

La pubblicità, ma anche i media ci hanno abituato a sentirla nominare soprattutto durante l’inverno: stiamo parlando della vitamina C. In effetti, sia che si assumano integratori, sia che si ricorra a quegli alimenti che ne hanno un buon contenuto,  questa la vitamina è un vero toccasana per combattere le malattie da raffreddamento.

Ma l’assunzione di vitamina C deve essere costante, in tutte le stagioni dell’anno. Anche perché serve a poco, almeno nell’immediato, prendere una spremuta di arancia quando abbiamo già i sintomi del raffreddore o l’influenza. Rimane il fatto però che la vitamina C stimola in modo notevole il sistema immunitario.

La vitamina C o acido ascorbico è idrosolubile, cioè si disperde nei liquidi ed è molto sensibile al calore e alla luce, caratteristiche di cui è necessario tener conto quando si manipola e cucinano frutta e verdura. L’unico frutto che mantiene praticamente inalterate le caratteristiche della vitamina C anche se viene a contatto con l’aria è il kiwi.

Vitamina C: per il sistema immunitario, ma non solo

La vitamina C ha tantissime proprietà: impedisce l’ossidazione dei tessuti. In altre parole, blocca i radicali liberi dell’ossigeno proteggendo, in modo indiretto, le nostre cellule. Inoltre favorisce l’assorbimento intestinale del ferro; quindi, lo tenga presente chi soffre di anemia. Notevole anche la capacità di favorire la guarigione da fratture e la cicatrizzazione delle ferite e una buona efficacia nel contrastare le infezioni delle vie urinarie. Da ultimo, non certo in ordine di importanza, la sua funzione è determinante nella sintesi dei grassi e nel metabolismo di alcuni aminoacidi. La vitamina C, inoltre, favorisce anche la produzione di collagene, una proteina che stimola la formazione del tessuto connettivo. Quindi, protegge e mantiene in buona salute gengive, capillari e salute dei denti. In estate poi, aiuta in modo efficace a difenderci dalle aggressioni dei raggi ultravioletti.

La vitamina C non è soltanto sinonimo di agrumi

Non bisogna dimenticare che la vitamina C non è solamente negli agrumi. Una buona fonte la possiamo trovare anche in pomodori, broccoli, spinaci, asparagi, fave, frutti di bosco, nei peperoni, in tutti i vegetali a foglia verde. E moltissima nella papaia e nei kiwi. Attenzione però al fatto che anche questa vitamina è molto instabile al calore e all’ossigeno dell’aria.

Problemi di sovradosaggio?

La dose quotidiana di vitamina C consigliata dagli esperti oscilla tra i 45 e i 60 microgrammi, anche se c’è chi ne consiglia di più. Se assunta nella sua forma naturale, vale a dire attraverso una sana ed equilibrata nutrizione, non ce ne sono. Essendo idrosolubile, infatti, gli eccessi sono sempre eliminati attraverso le urine senza sovraccaricare l’organismo. Attenzione, invece, a non esagerare con gli integratori.

 

About Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.