Home / Alimentazione / Alimenti 10 e lode. Alloro: ecco un simbolo di vittoria
Alimenti 10 e lode. Alloro: ecco un simbolo di vittoria

Alimenti 10 e lode. Alloro: ecco un simbolo di vittoria

Alloro: è una pianta comune in tutto il bacino del Mediterraneo, dove cresce spontaneamente, ma è diffusa anche nell’Europa sud-orientale e in Asia. Sin dall’antichità, la pianta di alloro è stata considerata sacra, viste le sue numerose proprietà benefiche. La leggenda greca narra che il dio Apollo fosse innamorato follemente di una ragazza di nome Dafne (alloro in greco), al punto tale di tormentarla. La ragazza, impaurita dalle avance molto audaci del dio, chiese aiuto agli altri dei, che la trasformarono nella pianta di alloro. Da quel momento, il dio Apollo dichiarò la pianta sacra e simbolo di gloria, vittoria e trionfo, ma anche di sapienza e conoscenza. Per questo motivo gli imperatori si cingevano il capo con corone di alloro, per festeggiare le vittorie e le conquiste durante le battaglie. Anche dopo aver ottenuto una laurea (laurea=lauro, cioè alloro), è usanza incoronare con dell’alloro il neo-laureato.
Naturalmente, data la sua caratteristica decisamente aromatica, la pianta di lauro nell’antichità veniva considerata ‘’magica’’ e utilizzata per scopi religiosi. Se veniva arsa, i suoi fumi servivano per mettersi in contatto con gli dei. Dormire su un letto di foglie di alloro permetteva di avere sogni premonitori. Inoltre le foglie servivano a tenere a bada la malasorte e i malanni.
Alimenti 10 e lode. Alloro: ecco un simbolo di vittoriaNel Medioevo, l’alloro era addirittura impiegato per curare la peste (e già per regolarizzare il ciclo mestruale).
In Siria, e in particolare nella città di Aleppo, da secoli il lauro è impiegato nella realizzazione di un particolare sapone, adatto a tutte le pelli delicate e soprattutto sensibili ai componenti chimici, utilizzati dall’odierna industria cosmetica.
Oggi sappiamo che il lauro, oltre a essere una spezia eccezionale, in grado di insaporire in maniera deliziosa moltissimi piatti, è anche un rimedio medicamentoso per molte malattie, grazie alla presenza di vitamina C e vitamina A, insieme all’acido folico. I minerali più presenti sono calcio, ferro, potassio, rame, zinco e selenio. La foglia di alloro presenta inoltre una buona quantità di olii essenziali, che sono i responsabili delle nobili virtù officinali di questa pianta, come l’attenuare i dolori dovuti al mal di stomaco, limitare l’aerofagia, favorire la sudorazione (e quindi abbassare la temperatura corporea durante gli stati febbrili) ed eliminare il catarro. Il lauro può essere impiegato anche per uso esterno e i suoi oli e unguenti sono utili per contrastare i dolori da reumatismi e i dolori muscolari, ma anche a tenere lontani gli insetti.
Un consiglio per chi volesse coltivare una pianta di alloro e pensasse di non poterlo fare, perché vive in città: l’alloro si adatta benissimo anche alla vita in vaso e può essere tenuto tranquillamente a dimensioni ridotte.

10 buoni motivi per consumare l’alloro

1. L’alloro ha proprietà digestive: è quindi un ottimo alleato dell’apparato digerente. Utilizzato come spezia nei legumi, aiuta a contrastare la formazione d’aria intestinale, dovuta alla fermentazione degli stessi.
2. Riduce i dolori mestruali ed è utilissimo per regolarizzare il ciclo.
3. L’infuso di lauro aiuta a contrastare i fastidiosi sintomi del raffreddore e dell’influenza. E’ un ottimo espettorante e aiuta a ridurre il catarro bronchiale e il muco.
4. Ha proprietà diuretiche ed è alleato dei reni, che dal lauro sono protetti contro infezioni e calcoli.
5. L’alloro è alleato del cuore. Alcune sue molecole infatti migliorano la pressione arteriosa e mantengono in salute i tessuti endoteliali e il muscolo cardiaco.
6. Combatte la stanchezza e migliora le prestazioni dell’apparato neurologico, con conseguente miglioramento delle funzioni cognitive.
7. E’ un antidolorifico naturale. Se applicato come unguento sulle parti doloranti, attenua infatti i dolori articolari, dovuti a reumatismi, ma anche a incidenti sportivi e particolari stress post allenamento. Riduce inoltre la sensazione di stanchezza.
8. Il lauro favorisce il buon riposo notturno. Consumato nei cibi o come tisana prima di andare a letto, ci garantirà un buon sonno ristoratore.
9. Utilizzato come unguento durante le serate estive, è utile per tenere lontani gli insetti.
10. Ottimo rimedio per la nostra bellezza: gli unguenti ricavati dall’alloro, applicati su pelle e capelli, donano idratazione e nutrimento, con conseguente brillantezza ed effetto salute. Contrastano inoltre la formazione della forfora. L’alloro può essere inoltre applicato su ferite cutanee e sull’acne.

Tabella nutrizionale dell’alloro

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI PER 100 g
Valore energetico 313 kcal
Proteine  7.61 g
Carboidrati 74.98 g
di cui zuccheri 0 g
Grassi 8.36 g
Di cui saturi 2.28 g
Di cui mono-insaturi 1.64 g
Di cui poli-insaturi 2.29 g
Fibre 26.3 g
Sodio 23 mg

Perché non consumare l’alloroAlimenti 10 e lode. Alloro: ecco un simbolo di vittoria

In caso di utilizzo eccessivo e prolungato, il lauro può provocare mal di testa, nausea e sonnolenza.
Potrebbe dare allergia da contatto, nei soggetti affetti da questa patologia.
Se ne sconsiglia l’assunzione in gravidanza, poiché potrebbe creare complicazioni durante il parto.

About Daniele Sciotti

Daniele Sciotti
Daniele Sciotti, Esperto di alimentazione Daniele Sciotti, Esperto di alimentazione Classe 1979 origini contadine e un amore incondizionato per la dieta mediterranea! Inizia lo studio della scienza dell’alimentazione dopo aver sofferto in prima persona e in famiglia di obesità. Laureato in scienze dell’alimentazione e gastronomia presso l’Università san Raffaele di Roma. Attualmente laureando in scienze della nutrizione umana, dal 2016 è iscritto all'Enesag (ente nazionale esperti in alimentazione e gastronomia). Altre passioni? Sicuramente la musica che studia da quando aveva 11 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.