Home / Alimentazione / Pizza fatta in casa senza forno: come prepararla?
Pizza fatta in casa senza forno: come prepararla?

Pizza fatta in casa senza forno: come prepararla?

Fare la pizza in casa è una piacevole abitudine, quasi un vero e proprio rituale. Inoltre, la pizza fatta in casa dà adito a essere personalizzata in tanti modi, per cui soddisfa anche il palato dei più esigenti.

Come fare se si ha voglia di pizza fatta in casa, ma non si ha a disposizione il forno? Non è detto che si debba rinunciare a questa pietanza gustosa, infatti, è possibile cuocere la pizza anche in altri modi.

Pizza fatta in casa in padella: come cuocerla in maniera perfetta

Forse non tutti sanno che, anche senza forno, è possibile preparare una gustosa pizza in poco tempo e ottenere un risultato davvero soddisfacente. Infatti, la ricetta della pizza in padella è veloce e adatta anche a chi si cimenta per le prime volte con questa deliziosa pietanza della tradizione napoletana.

Inoltre, la cottura della pizza in padella, rispetto a quella tradizionale nel forno elettrico, rende tutto molto più rapido: non c’ è bisogno di preriscaldare il forno che deve arrivare ad alte temperature e bastano davvero pochi minuti. Insomma, la pizza in padella è la soluzione ideale anche quando si hanno degli amici a cena e bisogna cucinare qualcosa all’ultimo momento. L’utilizzo del lievito istantaneo, ad esempio, è una soluzione per velocizzare ancora di più la preparazione di questa variante di pizza.

Per cuocere un’ottima pizza in padella bisogna lasciar scaldare la pentola per qualche minuto con un coperchio. Poi, bisogna posizionare l’impasto steso a disco di una dimensione adeguata alla padella: bastano 3 minuti di cottura per lato. Il coperchio va rimosso solo per girare la pizza.

Si può quindi procedere a mettere il condimento sulla base della pizza, coprire con il coperchio e lasciar cuocere a fiamma moderata ancora per una decina di minuti controllando di tanto in tanto la cottura.

Quale padella scegliere per cuocere la pizza

Cuocere la pizza in padella è una procedura semplice e veloce, ma per far sì che il risultato sia davvero soddisfacente ed evitare che alcune parti possano bruciarsi, è bene scegliere con cura la padella da utilizzare e considerare un diametro di almeno 24 o 26 cm.

Le padelle migliori per cuocere la pizza sono quelle antiaderenti che fanno sì che l’impasto non si attacchi al fondo. In alternativa, se il fondo è rovinato o se non si dispone di questa tipologia di pentola, è possibile posizionare un disco di carta forno sul fondo della padella per ovviare a questo problema. Anche le padella in ghisa sono perfette per cuocere la pizza: si tratta, infatti, di un materiale che accumula calore e lo trasferisce gradualmente per ottenere una pizza cotta perfettamente, simile a quella che viene messa nel forno a legna.

Molto utili sono anche le padelle fornetto, dette così perché realizzate con due fondi sovrapposti che simulano, appunto, l’effetto del forno: si tratta di un’alternativa pratica che permette anche di girare agevolmente la base della pizza e che regala una cottura graduale e uniforme.

 

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »