Home / Alimentazione / Vitamina E: a cosa serve, dove si trova, carenza ed eccesso
Vitamina E: a cosa serve, dove si trova, carenza ed eccesso

Vitamina E: a cosa serve, dove si trova, carenza ed eccesso

La vitamina E appartiene al gruppo delle vitamine liposolubili (metabolizzate attraverso i grassi), e il suo ruolo principale è quello di antiossidante.

Contrasta essenzialmente la formazione e la presenza delle specie radicali dell’ossigeno in particolare all’interno delle membrane cellulari, che sono dannosissime per l’organismo, esse possono portare addirittura allo sviluppo del cancro.

La vitamina E inoltre favorisce inoltre l’attività enzimatica.

Tra gli effetti secondari ma pur sempre benefici di questa vitamina abbiamo capacità di proteggere la pelle dalle radiazioni solari, combattere l’invecchiamento e donare forza ed elasticità ai tessuti.

Ha infine anche effetti anticoagulanti.

Vitamina E: carenza ed eccesso

La carenza di questa vitamina è davvero rarissima e conseguente quasi esclusivamente a malattie metaboliche o genetiche che vedono compromesso il sistema di digestione dei grassi o in caso di diete eccessivamente sbilanciate con malnutrizione, con danni a carico del sistema immunitario e di quello nervoso.

È quindi naturale, in caso di carenza, avere sintomi come:

  • Disturbi del sistema nervoso per danni ai neuroni
  • Neuropatie
  • Retinopatia
  • Calo delle difese immunitarie

È molto più frequente un eccesso di vitamina E che, al contrario delle vitamine idrosolubili, si accumula negli strati lipidici e ha un’escrezione molto più lenta quindi, in caso di supplementazione non seguita da un medico, ci si può imbattere in un’intossicazione.

I sintomi riscontrabili in casi di eccesso di vitamina E possono essere:

Fabbisogno giornaliero

I livelli medi di assunzione di questa vitamina in un adulto medio e in buona salute corrispondono a valori che vanno dai 7 mg ai 15 mg al giorno e la quantità presente nell’organismo può essere misurata attraverso il prelievo venoso di sangue.

Vediamo quali sono gli alimenti che contengono questo prezioso alleato dell’organismo premettendo che la disponibilità maggiore è quasi tutta riscontrabile negli olii ed è quindi bene assumere con moderazione questi ultimi visto l’alto indice calorico e la costituzione lipidica:

Vitamina E: a cosa serve, dove si trova, carenza ed eccesso

A livello alimentare la vitamina E non da quasi mai effetti collaterali in caso di assunzione di farmaci.

Quando invece è presente una cura farmacologica di qualsiasi genere è assolutamente indispensabile consultare il medico prima di procedere con una supplementazione.

Conoscendo le moltissime proprietà dell’olio extra vergine di oliva che vede tra le più importanti quelle di antinfiammatorio, antiossidante (proprio per merito della nostra vitamina) ad antibatterico naturale, considerando le quantità di vitamina e in esso presente, il consiglio non può essere che quello di consumare regolarmente questo alimento e farlo utilizzandolo a crudo poiché il calore compromette l’efficacia e l’effetto benefico di quasi tutte le vitamine.

Infine, in caso di valori ematici riscontrati discostanti da quelli di rifermento, dopo aver consultato il medico per capirne la causa, affidarsi sempre a un professionista sanitario per la compilazione di una dieta personalizzata che tenga conto dei propri fabbisogni evitando assolutamente il fai da te.

Info utili

Se sei interessato a maggiori informazioni sull’alimentazione o consigli per una dieta più equilibrata puoi chiedere consiglio a Daniele Sciotti scrivendo QUI

About Daniele Sciotti

Daniele Sciotti, dott. in Scienze della nutrizione umana Origini contadine e un amore incondizionato per la dieta mediterranea. Nato a Velletri, in provincia di Roma, da sempre a contatto con il verde e la natura di quei meravigliosi luoghi ricchi di tanta storia e soprattutto di tradizioni, inizia lo studio della scienza dell’alimentazione dopo aver sofferto di obesità. Una laurea magistrale in scienze della nutrizione umana conseguita presso l'Università San Raffaele di Roma Una laurea in scienze dell’alimentazione e gastronomia presso l’Università San Raffaele di Roma. "100 Alimenti 10 e lode" è la sua prima opera letteraria pubblicata ad agosto 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »