Home / Attualità / Campagna vaccinale antinfluenza: si sta concludendo in queste ore
Campagna vaccinale antinfluenza: si sta concludendo in queste ore

Campagna vaccinale antinfluenza: si sta concludendo in queste ore

Campagna vaccinale antinfluenza: si sta concludendo in queste ore. Chi deve provvedere, provveda tempestivamente. Si registra un successo della medicina generale e dell’organizzazione sanitaria, poiché nel complesso il sistema ha funzionato. Abbiamo già indicato il vaccino come importante fattore di protezione contro l’influenza. Poiché esso può salvare una vita, è necessario che si proteggano almeno le categorie a rischio. Queste le parole del dottor Claudio Cricelli, presidente nazionale della Società italiana di Medicina generale e delle Cure primarie (Simg): “Quest’anno la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale è andata molto bene. Soltanto localmente si è registrato qualche ritardo, che però è stato tempestivamente superato”. Un quadro positivo, dunque. La nostra salute ha tutto da guadagnare.

Campagna vaccinale antinfluenza: livelli raggiunti e superati

Il risultato è stato ottenuto grazie ai medici di famiglia. Claudio Cricelli aggiunge: “Grazie all’impegno dei medici di famiglia e al servizio sanitario nazionale siamo riusciti a raggiungere e a superare i livelli vaccinali programmati e la campagna può dirsi ormai conclusa”.

Campagna vaccinale antinfluenza: aumentato il numero di persone sottoposte

Si incrementano i vaccinati: “Il numero delle persone sottoposte a vaccinazione anti-influenzale è, infatti, nettamente aumentato con tassi che raggiungono in alcune zone anche il 30%. Il vaccino si è dimostrato efficace e i ceppi virali in esso contenuti sono esattamente quelli che stanno circolando in questo momento. L’organizzazione sanitaria che ha fornito tempestivamente, pur con minimi problemi di approvvigionamento, il vaccino contro l’influenza alla popolazione a rischio”.

Campagna vaccinale antinfluenza: scorte esaurite

Si agisce contro il tempo. Il vaccino, del resto, riduce i sintomi anche quando non previene. Per chi non si è ancora vaccinato, si riscontra la corsa al vaccino. Le scorte sono esaurite: bisogna procurarlo molto tempestivamente, se non lo si è ancora fatto.

Da più parti, si è parlato di vaccini insufficienti, ma la situazione si è risolta. Così conclude Claudio Cricelli: “I medici di famiglia hanno esaurito le scorte così come dovevano e anche nelle farmacie le dosi di vaccino dovrebbero essere state tutte utilizzate. Se ce n’è rimasta qualcuna e qualcuno intende farsi ancora il vaccino, si sbrighi perché ormai è tardi”.

Campagna vaccinale antinfluenza: il virus è esattamente quello atteso

Quando si tratta di vaccinarsi, bisogna che gli esperti trovino la combinazione giusta: come di fronte a una cassaforte, come è noto, è necessario scegliere correttamente la numerazione.

La composizione del vaccino antinfluenzale è aggiornata ogni anno secondo le indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Le informazioni epidemiologiche e virologiche raccolte dalla rete Globale dei 140 Centri di collaborazione, attiva tutto l’anno, permettono di monitorare l’andamento globale della trasmissione dell’influenza. E’ così che si identificano i ceppi circolanti e si selezionano quelli da inserire nella composizione dei vaccini.

Il vaccino, in questo caso, è esattamente la risposta al virus: “Il virus di quest’anno non è particolarmente aggressivo ed è esattamente quello atteso, contro il quale è stato predisposto il vaccino. Il picco influenzale è atteso tra la prima e la terza settimana di gennaio”. Bisogna attenderlo, predisponendo le giuste armi per combatterlo. Sappiamo come.

About Rita Tosi

Rita Tosi
Manager della comunicazione, che da circa 20 anni si occupa di di tecniche di relazioni e sviluppo strategico per aziende e privati che cercano visibilità. Dopo un necessario passaggio (e sosta) nelle principali agenzie di comunicazioni internazionali (Edelman, Gruppo Publicis e Hill&Knowlton) con ruoli apicali, continua a creare eventi e rafforzare il proprio know-how attraverso l'attività in proprio. Allena la sua capacità organizzativa, gestionale e di relazione anche in famiglia, con 1 marito, 3 figli, 1 cane, 4 tartarughe, 4 pesci rossi, 1 geco e un terrazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.