Home / Attualità / La luce che accende i neuroni dei topolini
La luce che accende i neuroni dei topolini

La luce che accende i neuroni dei topolini

E’ possibile scegliere e accendere neuroni che si trovano all’interno del cervello delle cavie da laboratorio.

Un dispositivo senza fili, che funziona con le frequenze radio è stato impiantato direttamente sugli animali, in modo da individuare i loro neuroni grazie alla luce. Siamo nel campo dell’optogenetica, che studia come i neuroni elaborano e trasformano le informazioni, con tecniche ottiche e genetiche di rilevazione. Lo strumento è stato costruito da Ada Poon, dell’Università di Stanford. Pubblica la ricerca Nature Methods.

Impulsi di luce che accendono i neuroni

Nel cervello di animali vivi, che rimane intatto, vengono accesi con semplici impulsi di luce i singoli neuroni. Il metodo è stato definito per la prima volta nel 2002: i meccanismi cerebrali, in questo modo, possono essere studiati con precisione.

Interruttori all’interno dei neuroni

All’interno dei neuroni, attraverso vettori virali, si inseriscono interruttori che reagiscono alla luce. I neuroni modificati possono essere accesi o spenti illuminando il cervello e si può capire come agiscono sul comportamento dell’animale oggetto di esperimento.

Il dispositivo wireless che illumina i neuroni

Il nuovo dispositivo wireless aumenta le potenzialità della tecnica. Pesa appena 20 milligrammi. La luce Led utilizzata nell’esperimento può essere, in tal modo, controllata a distanza e il cervello del topo si accende nei punti desiderati. Data l’assenza di fili ingombranti, i topi sono liberi di muoversi, interagire con l’ambiente che li circonda, determinare una pluralità di azioni e gli scienziati possono sondarne il comportamento. Niente fili, ergo niente impianti invasivi: ecco la nuova frontiera degli esperimenti degli scienziati. Piccolo disturbo per i topolini? Non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che conoscere il funzionamento dei neuroni può essere vitale per il genere umano. Non si tratta semplicemente di un esperimento affascinante, sappiamo poco sui meccanismi che regolano il cervello e su ciò questi strumenti possono fare, letteralmente, luce.

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.