Home / Benessere / Art&Show – CRISTIAM RAMOS: SENSAZIONALE E’ IL COLORE, MA NON SOLO.

Art&Show – CRISTIAM RAMOS: SENSAZIONALE E’ IL COLORE, MA NON SOLO.

ISABELLA LOPARDIDipinge con lo smalto per unghie, le caramelle, il dentifricio. Dipinge sulle tele di ragno e sulle ali delle farfalle. Cristiam Ramos, nato a Città del Messico, classe 1979, vive a Orlando, Florida, dove ricerca il sensazionale nell’arte. Si rivolge al pubblico in modo diretto, fa l’occhiolino alle giovani generazioni. Questo equilibrista del pennello riesce, quando necessario, a prescindere dal disegno; quando non utilizza materiali alternativi ricerca lo stupore dell’osservatore con le forme nitide e la scelta dei colori, che echeggiano il fumetto, ma anche Andy Warhol. I prodotti del villaggio globale, le bandiere del superfluo e i segni del progresso occidentale sono sulla sua tavolozza, ma anche le materie organiche e naturali sono oggetto della sua ricerca. Guarda il mondo, osserva e rielabora. E’ figlio d’arte e autodidatta.

Parliamo della sua nascita e dei suoi inizi come artista.

Sono nato a Città del Messico e all’età di otto anni mi sono accorto del mio enorme desiderio di fare arte, ma non ho incominciato prima dei diciotto anni la mia carriera di artista.

 

Mi dica qualcosa in merito alla sua istruzione.

Ho studiato in alcune scuole d’arte, ma la maggior parte della mia conoscenza proviene dalla mia famiglia: anche loro erano artisti. Ce l’ho nel sangue, sono autodidatta.

 

Perché sceglie modi originali per dipingere? Che cosa la ispira?

Provo sempre a essere diverso, per il resto cerco un altro modo di espressione. Il mio unico desiderio è mostrare a ogni persona, e in ispecie ai giovani, che l’arte è libera, divertente e la cosa più importante è ciò che vuoi esprimere con essa.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Qual è stata l’origine delle sue idee? Le è possible farci esempi in merito alla prima scintilla?

Tutte le mie idee provengono dall’osservazione della vita di tutti i giorni: ogni oggetto, ogni vita, siamo anche creati dal più grande artista, Dio, e ciò mi ispira a creare le mie opere con materiali inusuali. Per quanto concerne i lavori con le caramelle, un giorno mi è capitato di portare mio figlio al parco: un altro genitore vedeva che suo figlio piangeva e gli ha dato una caramella, il bambino ha smesso immediatamente e ha incominciato a sorridere. Ecco che cosa volevo trasmettere con i miei lavori, mettere un sorriso su ognuno, perché lo faccia sentire felice. Quando ero molto giovane avevo poi l’abitudine di giocare con il dentifricio e una volta stavo lavandomi i denti e mi sono accorto dei suoi tanti colori e anche di quanto significhi un sorriso per le persone.

BUTTERFLY

Quando e perché ha pensato di dipingere sulle farfalle? Sembra essere molto difficile utilizzare, come tela, questa superficie sottile.

Per me le farfalle hanno un significato speciale perché vivono più volte, prima come piccoli bruchi, dai quali molte persone sono disgustate, per rinascere in magnifici esseri pieni di colori. Se ho dipinto su di esse è perché provo a essere sicuro che avranno una terza vita. Non voglio soltanto preservare la bellezza che è loro propria, voglio che conservino i più bei dipinti esistenti. E’ estremamente duro dipingere su di esse, in primo luogo perché lo spazio è molto piccolo, poi le ali si rompono facilmente e devo usare pennelli molto piccoli per porre in essere tutti i dettagli.

 

E’ difficile dipingere con smalto e dentifricio, e perché?DENTIFRICIO

Sì, entrambe le tecniche sono molto difficili da attuare, lo smalto si asciuga molto velocemente, mischiare i colori e applicarli deve essere molto veloce e anche l’odore è molto pungente, cosicché devo usare una maschera e smettere di lavorare ogni 60 minuti. Il dentifricio è difficile perché è appiccicoso e anche per ottenere il colore che voglio richiede almeno quattro strati di dentifricio; uso le mani per lavorare con esso e quando incomincia a bruciare devo smettere per un paio d’ore e quindi ricominciare.

 

Che cosa ci dice in merito alla scultura e alla tecnica che la contraddistingue? Per una scultura, utilizza sempre colori tradizionali?

Nella scultura utilizzo materiali convenzionali come argilla e olio o colori acrilici, ma l’originalità non manca. Ho creato molte sculture e pitture sulle sculture principali e ciò le rende diverse dalle altre.

motocicletta

Riguardo al suo lavoro, utilizza foto all’inizio? Il disegno è importante?

Uso sempre le foto perché sono il mezzo più realistico che ho; il disegno è importante, ma in alcuni dei miei ritratti, come in quelli con le caramelle non lo uso, utilizzo soltanto le caramelle, questo è sorprendente.

 

Quando utilizza le caramelle per dipingere, in che modo crea le curve?

Le formo nel modo di cui ho bisogno, le utilizzo in base alla zona nella quale sto lavorando, non sono tutte caramelle dure, uso orsetti gommosi, gomma, liquirizia, pesce svedese e molte altre caramelle morbide.

 

Che cosa ci dice in merito alle sue mostre?

I miei lavori sono nei musei dell’azienda “Ripley’s Believe It or Not” in tutto il mondo e in musei statunitensi in città come New York, Hollywood and Orlando. Ho ottenuto più di venti premi e un primato, in India, per essere il solo artista al mondo che crea lavori con le caramelle, sulle ali di vere farfalle, dipinti su ragnatele, opere con lo smalto. E ricordo anche il mio lavoro nelle mostre in alcune gallerie in tutti gli Stati Uniti.

 

Ha progetti per il futuro? Che c’è di nuovo nella sua tavolozza?

Il mio desiderio come artista è che ognuno possa godere del mio lavoro e vedo un futuro come artista che metta a frutto il sostegno e l’influenza a favore delle nuove generazioni, per i giovani artisti che vedono nuove forme di espressione artistica. Sto sempre cercando nuovi materiali totalmente inusuali, cerco sempre di sorprendere l’osservatore, in modo che possa godere dei lavori ed essere sorpreso dall’inusuale.

 

 English version

What about your birth and your start as an artist?

I born in Mexico City and at the age of 8 I realized my huge desire for the art but was until I was 18 when I start my professional career as an artist.

 

Tell me something about your instruction.

I studied in some art schools but most of my knowledge came from my family they are artist too. I have this on my blood, I’m an autodidact.

 

Why you choice some original ways for painting? What inspire you?

I always try to be different to the rest I was looking for another way to express. My only desire is to show all the people and specially the young one that the art is free, fun and what is the most important is what you want to express with it.

 

What was the origin of your ideas? Can you do some examples about the first flash?

All my ideas came from the observation of the daily life every object, every life, we are also created by the greatest artist God, and this inspire me to create my artwork with unusual materials.Sweet works occurred to me one day to take my son to the park, other parent saw that his son was crying and give him a sweet, the child immediately stopped and began to mourn smile and that’s what I wanted transmit with my artwork, put a smile on the people to see it and make them feel happy.Since I was very young I used to play with the toothpaste and once I was brushing myself I remember this and realize how many colors are and also what a smile means for the people.

 

When and why you thought painting on butterflies? It seams very difficult to use this thin surface as a canvas.

For me the butterflies has a special meaning because they live again, first as a little caterpillar that for a lot of people is disgusting to reborn in a magnificent and beautiful full of color as it was painting that’s why I try to make sure they have a third life, and they are not only preserve their own beauty I want they preserve the most beautiful paintings that ever exist. Is extremely hard to paint on them first the space is too small, then the wings are extremely breakable and I have to use really small brushes to get all the details.

 

Is it difficult to paint with nail polish and toothpaste, and why?

Yes both are really difficult to work with, nail polish dries really fast, to mix the colors and apply them has to be so quick and also the smell is to hard so I have to use a mask and stop working every 60 minutes. The toothpaste is difficult because is a sticky and also to get the color that I want required at least 4 layers of toothpaste, I use my hands to work with it so after the time start burning so I have to stop for couple hours and then start again.

 

What about sculpture and technique in that? For a sculpture, do you use always traditional colors?

I use on the sculpture the conventional material like clay and oil and acrylic colors but the originality on it is I designed, a lot of sculptures and paintings inside the main sculpture and this make it different to the others.

 

About your work, do you use photos when you start? Is the drawing important?

I always use photos because is the most realistic that I have, the drawing is always important, but in some of my portraits like in the candy ones I don’t use any, I just use the candies, that’s the amazing.

 

When you use candies for painting, in what way do you create curves?

I mold them the way I need, I use them depending on the part I’m working on, they aren’t all hard candies, I use gummy bears, gum, licorice, Swedish fish, and some others soft candies.

 

What about your exhibits?

My works are in the museums of the firm “Ripley’s Believe It or Not” around the world and in some U.S. museums such as New York, Hollywood and Orlando which has given me more than 20 awards and a world record in India for being the only artist in the world who performs works sweet paintings in real butterfly wings, cob webs paintings, artwork with nail polish. And also my work is exhibit in some galleries around the U.S.

 

What do you plan for the future? What’s new in your palette?

My desire as an artist is that everyone can enjoy my work and I see a future as an artist who use encouragement and influence for new generations for young artists seeking new forms of artistic expression. I’m always looking for new materials totally unusual, I always seeking to surprise the viewer so they can enjoy the works and be surprised by the unusual.

Intervista di Isabella Lopardi

Diffusione di talenti. A partire dalle biografie, intrecciamo contatti con galleristi e rendiamo visibili, su www.ilfont.it, gli artisti a reciproco vantaggio. Sei un artista o un gallerista e hai una biografia da proporci? Dialoga con noi e invia materiale all’indirizzo isabella.lopardi@icloud.com, anche per fissare un colloquio telefonico.

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.