Home / Alimentazione / Alimenti 10 e lode. I mirtilli, l’oro blu che arriva delle terre del Nord
Alimenti 10 e lode. I mirtilli, l'oro blu che arriva delle terre del Nord

Alimenti 10 e lode. I mirtilli, l’oro blu che arriva delle terre del Nord

Alimenti 10 e lode. I mirtilli, l'oro blu che arriva delle terre del NordLa storia dei mirtilli questa volta non nasce da civiltà antichissime dell’Asia o del bacino del Mediterraneo, al contrario, questa bacca era completamente sconosciuta alle civiltà antiche. Il mirtillo è un prodotto del sottobosco conosciuto ed utilizzato quindi per primi dai popoli nordici che abitavano le zone montane.

I primi riscontri del consumo di mirtillo su ‘’larga scala’’ si hanno nel medioevo quando i medici dell’epoca lo impiegavano per scopi terapeutici.

Conosciamo tre varietà di mirtilli, quelli rossi, quelli blu e quelli neri, questi ultimi sono proprio i più ricchi di sostanze benefiche in particolare i nostri carissimi amici antiossidanti! Indipendentemente dal loro colore, queste bacche sono fonte di vitamine (A, C e vitamine del gruppo B), sali minerali (calcio, ferro, sodio, fosforo e potassio) e fibre.Alimenti 10 e lode. I mirtilli, l'oro blu che arriva delle terre del Nord

I mirtilli, hanno un sapore leggermente aspro/acidulo, a maturazione raggiunta si possono mangiare al naturale o possono essere utilizzati per preparare marmellate, succhi di frutta e decotti.

10 buoni motivi per mangiare mirtilli

1 Sono dei potentissimi combattenti dell’invecchiamento. L’elevata presenza di antiossidanti (in particolare le antocianine) che combattono la sintesi dei radicali liberi e li eliminano dall’organismo, fanno del mirtillo l’anti età per eccellenza. Prevengono tra le varie cose anche l’insorgenza delle rughe e macchie della pelle.

2 Migliorano le funzioni cognitive contribuendo alla salute dell’apparato neurologico con particolari effetti positivi sulla memoria. Contrastano inoltre l’insorgenza di patologie come il morbo di Alzheimer e Parkinson.

3 I nostri occhi e tutto l’appartato visivo, beneficiano della vitamina A, dell’antocianina e dei flavonoidi che riducono il rischi di ammalarsi di cataratta ed altre malattie degenerative legate all’invecchiamento.Attenzione: i mirtilli "muovono" l'intestino Un consumo smodato di mirtillo può provocare diarrea, se ne consiglia quindi un’assunzione moderata. Sono sconsigliati a tutte le persone che assumono medicinali anticoagulanti ed antiaggreganti. Anche per i diabetici (in cura) è sconsigliata l’assunzione dei mirtilli visto l’effetto ipoglicemizzante.

4 Mantengono in salute il cuore e tutto l’apparato cardiovascolare, infatti il consumo costante di mirtilli contribuisce a tenere bassi i livelli di colesterolo LDL ed innalzare i livelli di HDL.

5 Indicati nelle diete ipocaloriche per perdere peso visto il basso indice calorico e la presenza di fibra che, contribuisce a dare senso di sazietà. Assunti durante gli spuntini, con yogurt o al naturale prima dei pasti principali, aiuteranno a mangiare meno. Sembrerebbe inoltre che le antocianine presenti, contribuirebbero ad accellerare il metabolismo.

6 Vitamina C ed antiossidanti aiutano a prevenire il cancro in particolare al colon ed alle ovaie.

7 Ottimi alleati per la vescica e tutto il tratto dei canali urinari. I mirtilli infatti posseggono proprietà antibatteriche ed anti infiammatorie in grado di inibire la proliferazione batterica di questi tratti.

8 Mantengono in salute ed in efficienza tutto l’apparato gastrointestinale, le proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie proteggono la bocca, nello stomaco i mirtilli favoriscono la produzione dei succhi gastrici e nell’intestino grazie alla fibra, favoriscono i transiti intestinali.

9 Vitamine, Sali minerali ed antiossidanti aiutano il sistema immunitario nelle difese da virus e malanni stagionali.

10 Tutte le sostanze che danno beneficio per la salute dell’organismo sono responsabili anche della nostra bellezza. I micronutrienti presenti nel mirtillo infatti donano lucentezza ai nostri capelli e alla nostra pelle e come già detto ci aiutano a rimanere giovani.

Attenzione: i mirtilli "muovono" l'intestino Un consumo smodato di mirtillo può provocare diarrea, se ne consiglia quindi un’assunzione moderata. Sono sconsigliati a tutte le persone che assumono medicinali anticoagulanti ed antiaggreganti. Anche per i diabetici (in cura) è sconsigliata l’assunzione dei mirtilli visto l’effetto ipoglicemizzante.

Tabella nutrizionale del mirtillo

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI PER 100 g
Valore energetico 57 kcal
Proteine 0.74 g
Carboidrati 14.5 g
di cui zuccheri 10 g
Grassi 0.32 g
Di cui saturi 0.03 g
Di cui monoinsaturi 0.05 g
Di cui poli-insaturi 0.15 g
Fibre 2.5 g
Sodio 1 g

Attenzione: i mirtilli "muovono" l'intestino Un consumo smodato di mirtillo può provocare diarrea, se ne consiglia quindi un’assunzione moderata. Sono sconsigliati a tutte le persone che assumono medicinali anticoagulanti ed antiaggreganti. Anche per i diabetici (in cura) è sconsigliata l’assunzione dei mirtilli visto l’effetto ipoglicemizzante. Attenzione: i mirtilli “muovono” l’intestino

Un consumo smodato di mirtillo può provocare diarrea, se ne consiglia quindi un’assunzione moderata.

Sono sconsigliati a tutte le persone che assumono medicinali anticoagulanti ed antiaggreganti.

Anche per i diabetici (in cura) è sconsigliata l’assunzione dei mirtilli visto l’effetto ipoglicemizzante.

 

 

 

 

About Daniele Sciotti

Daniele Sciotti
Daniele Sciotti, Esperto di alimentazione. Origini contadine e un amore incondizionato per la dieta mediterranea. Nato a Velletri, in provincia di Roma, da sempre a contatto con il verde e la natura di quei meravigliosi luoghi ricchi di tanta storia e soprattutto di tradizioni, inizia lo studio della scienza dell’alimentazione dopo aver sofferto di obesità. Laureato in scienze dell’alimentazione e gastronomia presso l’Università San Raffaele di Roma. Attualmente laureando in scienze della nutrizione umana. 100 Alimenti 10 e lode è la sua prima opera letteraria pubblicata ad agosto 2020. Altre passioni? La musica! Fisarmonicista dall’età di 11 anni, si è esibito pubblicamente fino al 2017 quando ha deciso di continuare a coltivare privatamente questa passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »