Home / Medicina dolce / Analisi delle unghie: ecco cosa rivelano sulla nostra salute
Analisi delle unghie: ecco cosa rivelano sulla nostra salute

Analisi delle unghie: ecco cosa rivelano sulla nostra salute

L’analisi delle unghie, utilizzato in Ayurveda e conosciuto come Nakha Pariksha, è uno strumento estremamente utile, così come l’esame delle lingua, dei capelli e della pelle, per verificare il nostro stato di salute.

L’Ayurveda considera le unghie un sottoprodotto delle ossa, il che significa che lo stato di salute delle unghie rivela anche quello delle ossa e viceversa.

La condizione delle unghie può indicare molti aspetti legati alla nostra salute tra cui:

  • Salute delle ossa
  • Malassorbimento, ossia l’inabilità del corpo di assorbire nutrienti specifici
  • Problemi ai polmoni
  • Problemi al cuore
  • Condizioni metaboliche
  • Stati infiammatori
  • Presenza di parassiti
  • Psoriasi ed altri problemi di pelle
  • Patologie autoimmune, quali ad esempio Lupus e alopecia
  • Ipertiroidismo e Ipotiroidismo
  • Problemi digestivi e gastrointestinali
  • Problemi al fegato
  • Disordini legati al proprio Tipo Costituzionale (Dosha), che l’Ayurveda identifica in Vata, Pitta e

Analisi delle unghie e tipo costituzionale

A seconda del Dosha di appartenenza, cioè del tipo costituzionale, le unghie avranno caratteristiche diverse.

  • Nel Dosha Vata, le unghie saranno fini, con tendenza a rompersi facilmente, scure, secche, con cuticole ruvida, la persona tenderà a morderle, la parte bianca interna a forma di luna sarà piccola o quasi inesistente, il che indicherà cattiva digestione.
  • Nel Dosha Pitta, le unghie saranno morbide, di color rosa, oleose, brillanti, delicate ma non troppo, flessibili, lisce, con la parte bianca a forma di luna di dimensioni medie o grandi.
  • Nel Dosha Kapha, le unghie saranno forti, spesse, resistenti e quindi destinate a spezzarsi raramente, oleose, brillanti, lubrificate, con cuticole soffici, con la parte interna bianca a forma di luna piccola o quasi inesistente, evidenza di digestione difficile e metabolismo lento.

Anomalie delle unghie: quali sono e cosa indicano

Le Linee lunghe e longitudinali

Quando coprono l’intera unghia indicano quasi sempre un malassorbimento dei nutrienti nel corpo. La profondità delle linee indica la gravita della situazione in termini di carenze nutrizionali.

Qualunque ne sia la causa – cattiva digestione, accumulo eccessivo di tossine, infiammazione del tratto gastrointestinale, disturbi digestivi o altro – l’importante e identificarla quanto prima e rimuoverla.

Le Linee orizzontali o scanalature trasversali

Vengono considerate dall’Ayurveda quali indicazioni di una malattia seria, per esewmpio un’infezione o di un esaurimento avvenuti nel momento in cui, quella parte specifica dell’unghia, stava crescendo.

In altri casi indicano un problema del metabolismo, caratterizzato da una digestione viziata (sempre al momento della crescita dell’unghia stessa). La presenza di più linee orizzontali sull’unghia indica un problema cronico.

In alcuni casi, queste linee multiple possono essere legate a problemi tiroidei.

L’Assenza di Lune (Lunule) o la presenza di Lune estremamente piccole

Rappresenta una digestione debole e un metabolismo lento con conseguente accumulo di tossine nel corpo. Essendo una delle cause principali della maggior parte delle malattie e dei disturbi, dovrebbe essere trattata immediatamente.

Le Lune grandi (Lunule)

Rappresentano un forte fuoco salutare. In Ayurveda questo ‘forte fuoco salutare’, chiamato Agni e concepito come una divinità, rappresenta un organismo dotato di ottima digestione e metabolizzazione. Idealmente, si dovrebbe avere una luna grande sul police e lune che diventano man mano più piccole sulle altre dita.

Tuttavia, se le lune sembrano più grandi del normale, questo può indicare un ‘fuoco iperattivo’ nel corpo che può causare problemi come feci molli, iperacidità, infiammazione e malassorbimento di sostanze nutritive.

Essendoci in questo caso troppo fuoco nel sistema pratiche di raffreddamento e rispettiva dieta sono vivamente consigliate. Nel caso in cui l’intero dito fosse bianco, ad eccezione di una piccola mezzaluna nella parte superiore, questo verrà interpretato come un problema causato da una malattia del fegato.

La piega dell’unghia rossa e gonfia

Parliamo dell’area della pelle che confina con l’unghia, ma anche delle cuticole rosse possono essere causate da parassiti o infezioni, questo nel caso si notasse un bordo rosso e gonfio lungo la piega dell’unghia. La causa spesso è da ricercarsi in carenze igieniche.

Una causa meno comune della piega ungueale rossa può essere il lupus o un altro disturbo del tessuto connettivo.

Punti bianchi (o macchie bianche)

L’analisi delle unghi li rivela spesso. Macchioline bianche sono infatti molto comuni: nel caso si trattasse di un evento occasionale, ciò potrebbe essere causato da un trauma a quella parte dell’unghia.

Quando, al contrario, tali macchie si presentano su più di un’unghia ed è un problema ricorrente, questo potrebbe indicare una carenza di calcio, zinco e/o magnesio nel corpo, causata o da una cattiva alimentazione o da malassorbimento.

Il Pitting o vaiolatura delle unghie

Consiste nella presenza di piccole depressioni sull’unghia che compaiono generalmente in individui affetti da psoriasi, eczema o altra malattia infiammatoria della pelle, alopecia, lupus (LES) o altro disturbo del tessuto connettivo.

Nel caso si notasse la presenza di queste piccole depressioni (o solchi)  e non si soffrisse di nessuna di queste condizioni ciò potrebbe indicare che si è comunque a rischio per cui si sarebbe saggio far attenzione per vedere se si manifestano altri sintomi in tal senso. I disturbi della pelle sono spesso collegati  ad un aumento di Pitta, ossia di calore.

Mangiarsi le unghie

È un segno rivelatore di ansia, preoccupazione o paura, che sono tutti squilibri Vata nel sistema nervoso. Vata controlla tutti i movimenti del corpo, inclusi la circolazione dell’energia, la circolazione sanguigna, gli ormoni, il movimento articolare e quello muscolare, la coordinazione neuromuscolare e anche il flusso di pensiero ed emozione.

Mangiarsi le unghie può essere o diventare un problema cronico o acuto, a seconda dell’individuo. In genere, chi ha l’abitudine di mangiarsi le unghie lo fa senza consapevolezza e raramente ha unghie che crescono oltre il letto ungueale.

Che si tratti di una vecchia abitudine o di una nuova, questo è un chiaro segno di Vata alto e dovrebbe essere trattato di conseguenza.

Praticare la meditazione, oltre a mangiare bene e stare al caldo e a proprio agio, è fondamentale per correggere gli squilibri Vata. Impegnarsi in esercizi leggeri che promuovono equilibrio e flessibilità è un altro modo. Yoga, passeggiate, brevi escursioni e balli sono alcuni esempi di attività che promuovono un Vata sano ed equilibrato.

Unghie gialle

Possono indicare una vasta gamma di problemi e un diverso livello di gravità. Una delle possibili cause è l’infezione fungina, situazione che si presenta con maggior frequenza con l’avanzare dell’età anche se, potenzialmente, qualsiasi individuo può esserne colpito.

Un’infezione fungina può manifestarsi su una sola unghia o su più unghie contemporaneamente ed essere causata da fattori genetici, immunità ridotta, problemi al fegato, accumulazione di tossine nel corpo o uso eccessivo di smalto (o una combinazione di questi).

Altre cause comuni di unghie gialle includono ittero o altri problemi al fegato, tubercolosi, infezioni polmonari o alcuni effetti collaterali dei farmaci.

Unghie pallide

Generalmente indicano anemia (basso livello di globuli rossi nel sangue), condizione che può derivare da un’eccessiva perdita di sangue – come mestruazioni abbondanti o lesioni – una carenza di ferro, acido folico o vitamina B12, ulcera, infezione parassitaria; alcuni farmaci (compresi i FANS, ossia i farmaci anti-infiammatori non-steroidei), malassorbimento, malattie croniche come cancro, artrite reumatoide o HIV o altre condizioni autoimmuni.

L’anemia può causare affaticamento, debolezza, cattiva circolazione, frequenti lividi, mancanza di respiro, battito cardiaco irregolare e problemi cognitivi.

Unghie viola-bluastre

Possono indicare una carenza di ossigeno che provoca ipossia o cianosi acuta (mancanza di ossigeno ai tessuti) e che può derivare da un problema cronico o da un problema acuto grave tra cui la presenza di un’infezione polmonare, come la bronchite cronica, o altra condizione come l’asma o l’enfisema.

La pratica regolare della respirazione a narici alternate – conosciuta in Ayurveda come Nadi Shodhana – può aiutare ad incrementare l’energia polmonare ripristinando una situazione di equilibrio.

Separazione delle unghie (onicolisi)

Si manifesta quando l’unghia inizia a separarsi dal letto ungueale provocando una colorazione bianca.

Se la colorazione bianca diventa gialla, è molto probabile che l’unghia abbia avuto un’infezione secondaria a causa della separazione. In questi casi l’analisi delle unghie può far pensare a una micosi (onicomicosi).

L’onicolisi è comunemente causata da disturbi della pelle come psoriasi, eczema e dermatite, ma può anche derivare da traumi, manicure eccessiva, ipertiroidismo, ipotiroidismo, infezione fungina primaria, cattiva circolazione o artrite infiammatoria.

Unghie clavette

Sono spesso collegate a problemi cardiaci o polmonari, per esempio, tubercolosi, polmonite, bronchite cronica, insufficienza cardiaca congestizia o stenosi mitralica. Indipendentemente da quale ne sia la causa, questa condizione indica che i tessuti periferici non ricevono una quantità sufficiente di ossigeno e che c’è una bassa quantità di Prana (Chi/Qi, Forza Vitale) nel corpo.

Unghie a cucchiaio (Koilonychia)

Si manifestano come un chiodo piatto o concavo in superficie, scavato al centro. Questo può variare in gravità, con i casi peggiori che causano una spaccatura dell’unghia nel mezzo.

La causa più comune dell’unghia a cucchiaio è l’anemia sideropenica (vedi anche unghie pallide sopra).

Altre possibili cause sono problemi autoimmuni come Lupus (LES), psoriasi, lichen planus o malattia di Raynaud, malattie genetiche, malattie vascolari o traumi.

Analisi delle unghie: servono altri esami

Qualunque sia la diagnosi che venga fatta e la terapia che si deciderà poi di seguire, è bene ricordare che l’analisi delle unghie effettuata in Ayurveda può essere utilizzata sia come test clinico a sé stante sia da integrare con altri test anche ricorrendo ad esami medici tradizionali, generalmente utilizzati dalla medicina convenzionale occidentale, cosa che, soprattutto in caso di malattie debilitanti ed altre condizioni particolarmente gravi, è vivamente consigliata.

Importante

Le informazioni contenute nel presente articolo hanno solo scopo informativo e non sono da considerarsi assolutamente parere medico. Qualunque sia il vostro problema di salute, consultate prima il vostro medico.

Per quanto riguarda l’attuale emergenza COVID-19 contattate gli organi competenti.

Vuoi contattare Maria Teresa De Donato per approfondire l’argomento?

Scrivile QUI

 

 

 

 

 

 

About Maria Teresa De Donato

Maria Teresa De Donato, Scrittrice olistica e multidisciplinare Romana di nascita, vive da oltre 25 anni negli USA dove ha ultimato i suoi studi giornalistici presso l’American College of Journalism e conseguito le lauree Bachelor, Master e Dottorato in Salute Olistica presso Global College of Natural Medicine specializzandosi in Omeopatia Classica, Ayurveda e Medicina Tradizionale Cinese. Naturopata, Omeopata, Life Coach, iscritta a vari albi professionali, è anche Autrice di molte pubblicazioni. I suoi libri sono disponibili su tutta la rete Amazon, librerie incluse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »