Home / Medicina dolce / L’argentum nitricum e il nostro sistema nervoso
L’argentum nitricum e il nostro sistema nervoso

L’argentum nitricum e il nostro sistema nervoso

Con questo articolo riprendiamo la serie dedicata ai rimedi omeopatici che, secondo la visione dell’Omeopatia, equivalgono anche ai rispettivi Tipi Costituzionali.

Ricordiamo anche che, avendo l’Omeopatia una veduta estremamente dinamica della salute, la tipologia costituzionale cui ogni individuo appartiene può variare durante la sua esistenza in quanto dipende da vari fattori tra cui lo stato della Forza vitale (Qi/Chi o Prana) in primis.

Chi volesse saperne di più è invitato a leggere i precedenti articoli in cui abbiamo esaminato Arsenicum album e Belladonna.

Il simile cura il simile: il fondamentale principio omeopatico

In passato abbiamo spiegato che una delle leggi su cui si basa il trattamento omeopatico è il similia similibus curantur, ossia il principio secondo cui il simile cura il simile.

Per dirla in parole semplici, ogni sostanza/rimedio/erba che esiste in natura e può causare una certa malattia o condizione è anche in grado di curarla.

Questo corrisponde al principio stesso del vaccino che, sfruttando attivamente la memoria immunologica del sistema immunitario, consente al corpo di sviluppare un sistema di difesa contro batteri, virus o altri microrganismi ancor prima di venirne a contatto.

Il sistema immunitario, identificando come nemico il principio attivo somministrato – che nel caso dei rimedi omeopatici è diluito e potentizzatolo combatte ed elimina.

L’uso del nitrato d’argento in medicina

L’argentum nitricum e il nostro sistema nervosoArgentum Nitricum, conosciuto anche come Nitrato d’argento è un composto inorganico utilizzato sin dai tempi antichi da culture come quella greca, romana e macedone come disinfettante/antisettico.

Ippocrate, considerato il Padre della Medicina, usava questa sostanza per facilitare la guarigione delle ferite sostenendo che fosse in grado di curare varie malattie.

Il nitrato d’argento fu anche ampiamente impiegato in Medio Oriente dal 702 al 980 d.C. per purificare il sangue, curare problemi cardiaci e per il trattamento dell’alitosi.

Antichi alchimisti lo usarono anche per cauterizzare il tessuto in eccesso, inclusi porri e verruche.

Nel 1881, il medico tedesco Carl Siegmund Franz Credé introdusse l’uso di soluzioni diluite di nitrato d’argento

  • per la prevenzione della congiuntivite neonatale (oftalmia neonatale) e
  • per la prevenzione della contrazione della gonorrea dalla madre al nascituro, che avrebbe potuto causare cecità al bambino.

L’impiego di Argentum nitricum in Omeopatia

Argentum nitricum è un rimedio che produce un marcato effetto nevrotico e si manifesta soprattutto attraverso sintomi che colpiscono il cervello e la spina dorsale.

Mancanza di coordinamento, perdita di controllo e di equilibrio mentale e fisico e tremore nelle parti affette ne sono i sintomi principali.

Può anche causare, e quindi curare, stati infiammatori della gola e gastrointerstinali.

Tra gli altri sintomi tipici di questo rimedio abbiamo:

  • grande desiderio di dolci
  • dolori lancinanti come fitte
  • secrezioni mucopurulente delle mucose infiammate e ulcerate
  • sensazione che la parte affetta si stia espandendo ed
  • altre percezioni errate.

Le persone dotate di costituzione estremamente magra beneficeranno in modo particolare di questo rimedio, soprattutto se attraversano un lungo periodo di stress mentale.

Argentum nitricum è caratterizzato anche da:

  • dolori che aumentano e diminuiscono gradualmente
  • invecchiamento precoce
  • flatulenze regolari
  • eruttazione eccessiva
  • intolleranza al caldo
  • parte superiore dell’addome colpita in modo particolare a causa di affaticamento mentale.

Questo ultimo punto può essere associato a situazioni che creano nell’individuo ansia, stress mentale e persino attacchi di panico.

Alcuni esempi possono essere connessi ad eventi come il sostenere un esame o il dare un discorso pubblico che, oltre ai sintomi già menzionati, potrebbero provocare anche diarrea o vomito.

Lo stato mentale del Tipo Costituzionale Argentum Nitricum è caratterizzato da:

  • timore e nevrosi
  • malinconia
  • paura di ammalarsi di una grave malattia
  • memoria debole
  • desiderio di fare le cose in fretta
  • mal di testa accompagnati da una sensazione di freddo e tremore
  • disturbi emotivi che producono emicranie
  • vertigini con ronzii nelle orecchie
  • dolori alla testa che colpiscono prevalentemente la zona frontale e si espandono al corrispondente occhio
  • prurito al cuoio capelluto
  • occhi arrossati e gonfi
  • visione sfocata
  • congiuntivite acuta granulare.

Argentum Nitricum e omeopatia: conclusioni

L’omeopatia considera Argentum nitricum uno dei principali Tipi Costituzionali e, quindi, uno dei fondamentali rimedi che ha effetti su tutto il corpo.

Ansia, angoscia e disturbi del sistema nervoso sono i principali fattori cui questo rimedio è associato.

Il dosaggio e la potenza da utilizzare per questo rimedio dipendono, come al solito, dal singolo caso.

Una potenza inferiore a 30 Ch viene data quando pochissimi sintomi del paziente corrispondono ad Argentum nitricum e servono solo all’Omeopata per diagnosticare la condizione della malattia.

Fino alla potenza 30 Ch viene consigliato di utilizzare il rimedio dalle due alle quattro volte al giorno, fino a quando non si ottiene il risultato atteso.

Argentum nitricum alla 200 Ch è considerato una potenza maggiore e viene somministrato una volta a settimana o ogni 15 giorni quando nell’individuo si manifesta la maggior parte dei sintomi mentali e fisici associati a questo rimedio.

Infine, Argentum nitricum 1M, che è una potenza molto elevata, si dovrebbe somministrare dopo una scrupolosa analisi del caso, e solo dopo aver accertato che tutti i sintomi dell’Argentum nitricum e quelli lamentati dal paziente coincidono perfettamente.

La potenza 1 M  non va ripetuta, ma deve essere somministrata una volta per 30 giorni e in attesa della scomparsa dei sintomi o fino alla comparsa di nuovi sintomi.

Infine, Argentum nitricum Q (tintura madre) è indicata per dare sollievo dai disturbi nevralgici, migliorare la perdita di coordinazione muscolare del corpo e aiutare a trattare gli spasmi muscolari e le convulsioni.

Importante

Le informazioni contenute nel presente articolo hanno solo scopo informativo e non sono da considerarsi assolutamente parere medico. Qualunque sia il vostro problema di salute, consultate prima il vostro medico.

 

 

 

 

 

 

Immagine copertina di  Alesia Kozik https://www.pexels.com/it-it/foto/3-bottiglie-su-tessuto-verde-7796167/

About Maria Teresa De Donato

Maria Teresa De Donato, Scrittrice olistica e multidisciplinare Romana di nascita, vive da oltre 25 anni negli USA dove ha ultimato i suoi studi giornalistici presso l’American College of Journalism e conseguito le lauree Bachelor, Master e Dottorato in Salute Olistica presso Global College of Natural Medicine specializzandosi in Omeopatia Classica, Ayurveda e Medicina Tradizionale Cinese. Naturopata, Omeopata, Life Coach, iscritta a vari albi professionali, è anche Autrice di molte pubblicazioni. I suoi libri sono disponibili su tutta la rete Amazon, librerie incluse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »