Home / Moda&Stile / Pantaloni donna: quale è il modello più adatto alla tua silhouette?
Pantaloni donna: quale è il modello più adatto alla tua silhouette?

Pantaloni donna: quale è il modello più adatto alla tua silhouette?

pantaloni sono un capo indispensabile nel guardaroba di tutti i giorni, ma scegliere il modello giusto non è sempre facile.

Infatti, quante volte ci siamo chieste, guardando le vetrine di un negozio: “questi pantaloni mi staranno bene?”.

Skinny, a zampa, a sigaretta, a palazzo, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Comodi e chic possono essere eleganti o casual a seconda del materiale e del taglio indossato.

La regola di base è di non puntare a tutti i costi un modello che non ci dona solo perché è tornato di moda o sta bene all’amica.

Ogni silhouette ha le sue peculiarità ed è bene individuarle e valorizzarle al meglio.

 Tipologie di pantaloni

Ecco qualche consiglio per scegliere i pantaloni più adatti alla tua silhouette:

  • Pantaloni a sigaretta

Motivi

 

 

Classico e sempre attuale, è adatto a ogni occasione: dall’ufficio alla cena al ristorante.

Sono quei pantaloni regular sempre molto chic e molto versatili.

Per il loro taglio dritto e poco aderente lungo i fianchi e leggermente più stretto su polpacci e caviglie possono valorizzare sia le silhouette morbide che quelle più magre.

 

 

 

  • Pantaloni skinny

Pantaloni donna: quale è il modello più adatto alla tua silhouette?
Oltre

Sono la variante estrema dei pantaloni e jeans a sigaretta, più aderenti, si stringono alla caviglia.

Valorizzano soprattutto chi ha un fisico magro e slanciato.

Ma anche le donne dal fisico più morbido possono indossarli, avendo cura di abbinarli ai capi giusti, come a delle bluse fluide.

Sconsigliati per chi ha un fisico a pera, cioè con fianchi e cosce pronunciati e vita e spalle sottili ed esili, perché metterebbero in evidenza questa differenza di volume.

Attenzione anche a chi ha un fisico a clessidra, un pantalone troppo stretto potrebbe evidenziare le rotondità dei fianchi e accorciare le gambe.

Ideali invece per chi ha un fisico a mela, perché il loro punto forte sono le gambe snelle da valorizzare.

Per chi è bassina, meglio mostrare le caviglie, così da far apparire le gambe più lunghe, soprattutto se abbinati a scarpe con il tacco.

  • Pantaloni a palazzo
Pantaloni donna: quale è il modello più adatto alla tua silhouette?
Imperial

Scendono dritti e larghi fino al fondo della gamba rimanendo quindi ampi.

Questi pantaloni hanno dalla loro il grande vantaggio di stare bene a tutte perché slanciano e allungano.

Infatti, assottigliano anche le silhouette meno longilinee e camuffano i chiletti di troppo.

Le donne alte vedranno la loro figura ancora più slanciata, quelle bassine otterranno l’illusione ottica di avere le gambe più lunghe.

fisici longilinei verranno valorizzati, mentre quelle curvy vedranno le loro belle forme messe in risalto, a partire dal punto vita.

Ideali soprattutto per fisici a clessidra, soprattutto se sono a vita molto alta, in quanto valorizzano il punto vita e la fisicità molto proporzionata di questa figura.

L’unica fisicità a cui non sono proprio consigliati è quello a mela, in quando ha la parte del busto molto importante e le gambe molto magre, quindi renderebbero la figura tutta tonda uguale, rendendo anche le gambe larghe quanto il busto.

  • Pantaloni culotte

Silvian Heach

La loro particolare lunghezza, cioè fino a metà polpaccio, slancia le donne alte e longilinee.

Ma non valorizza molto chi non ha quei centimetri in più dalla sua parte, perché rischiano di accorciare otticamente le gambe e quindi l’intera figura.

Quindi, se non si è altissime e se si vuole scongiurare il rischio di apparire ancora più “corte”, la cosa migliore è scegliere un modello a vita alta, con la gamba dritta e poco scampanata.

Questo modello sta bene anche a chi ha un fisico formoso, scegliendo un modello ampio a vita alta.

 

 

 

  •  Pantaloni capri

Pantaloni donna: quale è il modello più adatto alla tua silhouette?
River Island

Aderenti come i pantaloni a sigaretta ma più corti perché a ¾.

Sono un modello che ingoffa un po’, perché dal punto di vista visivo rendono la figura più larga, dando inoltre l’impressione di ridurre la statura.

Infatti, lo deve evitare soprattutto il fisico a pera con fianchi e cosce morbide e chi è petite, o chi desidera slanciare la figura.

Inoltre, sono poco consigliati anche a chi ha polpacci robusti o caviglie non sottili.

Ideali per donne molto alte e magre.

 

 

 

  • Pantaloni cargo

NA-KD

 

Multi tasche, spesso in tessuto tech, in stile militare.

Molto adatti per un fisico a triangolo invertito, quindi per chi ha la parte del corpo superiore più larga rispetto a quella inferiore, perché i tasconi donano volume.

In generale però, i pantaloni cargo allungano la gamba e, se indossati con i tacchi alti, slanciano la figura.

Stanno bene anche alle più curvy, grazie alle linee morbide, alla vita alta e ai tasconi laterali che giocano un ruolo strategico.

 

 

 

  • Pantaloni boyfriend

French Connection

Si tratta di pantaloni rubati dall’ “armadio del proprio lui”.

Il taglio è quindi pensato e strutturato sull’anatomia maschile con i fianchi stretti e la gamba diritta e larga.

Sul fisico femminile questi jeans suonano un po’ come un modello oversize ma dai volumi androgini che nascondono le forme delle cosce, del sedere e dei fianchi.

Stanno bene alle donne alte e longilinee.

Ma anche delle ragazze curvy che concentrano il peso su fianchi e cosce: essendo un modello diritto di gamba questo pantalone verticalizza le linee spostando l’attenzione sul busto.

Le ragazze più bassine farebbero meglio a evitare questo modello almeno che non si indossino con i tacchi.

Da evitare anche per le fisicità a mela, in quando, come con i pantaloni a palazzo, la figura diventerebbe tutta larga uguale, senza forme.

  • Pantaloni a zampa, flare, bootcut

Elisabetta Franchi

I pantaloni a zampa o flared pants scendono ampi dalle ginocchia in giù.

L’ampiezza della zampa può variare, quelli leggermente più stretti vengono definiti bootcut.

Sono l’ideale per molte fisicità, tra cui quelle a clessidra e a pera, perché è un pantalone strategico per chi ha i fianchi morbidi.

Soprattutto nel fisico a pera, con fianchi pronunciati e vita sottile, bilanciano la figura.

Perfetti anche per i fisici a rettangolo, dove torace, vita e fianchi sono sulla stessa linea, perché aiutano a creare movimento nella fisionomia.

Ideale sarebbe seguire la regola del largo-stretto stretto-largo: se si indossano pantaloni ampi scegliere un capo aderente per il sopra.

Sono consigliati se si ha un fisico snello perché si può beneficiare del volume che i pantaloni a zampa donano alla silhouette.

Inoltre, la loro forma asciutta sulle cosce e più larga man mano che scendono è perfetta per bilanciarefianchi più generosi.

  • Chino e jogger

Pantaloni donna: quale è il modello più adatto alla tua silhouette?
Fay
Chino

 

La versatilità dei pantaloni chino sia nel tessuto che nei modelli, li conferma come un pantalone adatto a tutte le stagioni.

Infatti, anche se solitamente è realizzato in cotone, sono stati proposti modelli in tessuti felpati.

I jogger invece, sono pantaloni ampi o con fit regular con coulisse in vita e, alle volte, con elastico in fondo alle caviglie.

Stanno bene a tutte le body shape, ma grazie alla loro linea fluida e alla loro vestibilità morbida sono l’ideale per le ragazze curvy e per chi ha fianchi larghi.

 

 

 

  • Vita alta e vita bassa

I pantaloni a vita alta slanciano otticamente la figura, allungando le gambe.

I modelli morbidi e a palazzo stanno bene anche a chi ha fianchi generosi.

Il punto forte evidenziato da questo modello di pantaloni è la vita stretta, che si può sottolineare ulteriormente.

Perfetti infatti per chi ha un fisico a clessidra e a pera.

I pantaloni a vita bassa invece, sono l’ideale per fisicità non troppo formose.

Infatti sono perfetti per corpi scolpiti e palestrati, o su fisici a rettangolo.

Mentre sono assolutamente da evitare per body shape a clessidra e a pera, in quanto tagliano la figura e creano una sproporzione.

About Emma Rota

Laureanda in Scienze della Comunicazione, da sempre curiosa e affamata di nuove esperienze. Viaggia ogni qual volta le sia possibile, legge, si documenta, osserva quanto la circonda arricchendo così il suo bagaglio personale di conoscenze. Grande appassionata di moda e di tutto ciò che riguarda il settore. Cresciuta in mezzo alla natura, è un’autentica amante degli animali, attenta e rispettosa nei confronti dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »