glaucoma visite gratuite

Settimana mondiale del glaucoma: visite gratuite e informazioni utili

Il glaucoma rappresenta la prima causa di cecità irreversibile nel mondo e deve questo suo triste primato alla propria natura di patologia ‘silente’, tanto da essere definito il ‘ladro silenzioso della vista’.

In Italia si stima siano presenti ben 1.000.000 di persone affette da glaucoma e la metà non è a conoscenza della propria patologia.

glaucoma sintomi“L’unico metodo per far diagnosi di glaucoma è quello di sottoporsi a visita oculistica completa e, eventualmente, approfondire la propria situazione con esame specialistici quali l’esame del campo visivo computerizzato e lo studio della struttura del nervo ottico e delle cellule ganglionari mediante OCT (Tomografia Ottica Computerizzata)”, spiegano gli oculisti AIMO. La diagnosi precoce della patologia consente di mettere in atto la terapia che ne rallenti significativamente la progressione senza alterare la qualità della vita.

Secondo “Vista in Salute – Report 2019/2022” dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – IAPB Italia Onlus, nel mondo le persone affette da glaucoma sono circa 76 milioni.

Per informare sui rischi e i danni che questo ‘ladro silenzioso della vista’ può arrecare, da domenica 10 a sabato 16 marzo torna in 100 piazze italiane “La Settimana Mondiale del Glaucoma” di IAPB Italia Onlus, una grande campagna di sensibilizzazione che coinvolge in modo capillare i territori grazie alla collaborazione delle strutture territoriali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, con la distribuzione di opuscoli informativi nelle piazze dei capoluoghi di provincia, interviste a medici oculisti sui media locali e controlli gratuiti o visite di approfondimento con oftalmologi.

Cos’è il glaucoma?

“Il glaucoma è una neurotticopatia (condizione in cui le cellule del nervo ottico , a seguito di un mancato apporto sanguigno, muoiono) caratterizzata da alcuni fattori di rischio tra cui l’aumento della pressione dell’occhio che scaturisce in un danneggiamento delle fibre del nervo ottico. Ciò determina una perdita periferica del campo visivo per poi causare, nelle forme più gravi, una vera e propria cecità. Il problema fondamentale di questa patologia è che il paziente, che non percepisce la propria pressione intraoculare se non quando c’è una perdita ormai significativa e irreversibile del campo visivo, si rivolge all’oculista troppo tardi”, spiega ilDott. Renato Valeri, Responsabile dell’U.O. di Oculistica dell’Istituto Clinico San Rocco.

“Esistono delle forme di glaucoma congenito e giovanile ma sono alquanto rare. Nella maggior parte dei casi, ossia per il glaucoma cronico ad angolo aperto, questa patologia insorge generalmente dopo i 40 anni. Non si riscontra ereditarietà ma familiarità: i figli di genitori glaucomatosi hanno più probabilità di soffrire di glaucoma in età adulta anche se non è una trasmissione così diretta”, aggiunge Valeri.

Diverse tipologie di glaucoma

È bene sapere che l’accezione generica di glaucoma racchiude in sé molteplici forme:

  • glaucoma cronico ad angolo aperto, il più diffuso;
  • glaucoma ad angolo stretto;
  • glaucoma primario;
  • glaucoma secondario;
  • glaucoma giovanile;
  • glaucoma a bassa pressione.

“Il glaucoma a bassa pressione è ancor più subdolo perché i valori di pressione intraoculari risultano normali. In questo caso sono le alterazioni dell’aspetto della testa del nervo ottico a insospettire lo specialista curante che, conseguentemente, prescriverà altri due esami”, aggiunge Valeri.

  •  Il campo visivo, l’esame principe che si esegue da tantissimi anni (prima tramite perimetria manuale, oggi tramite una perimetria computerizzata) che offre una valutazione della perdita di visione periferica.
  • L’OCT, ossia una Tomografia Ottica Computerizzata, delle fibre nervose che circondano il nervo ottico allo scopo di  valutarne l’eventuale riduzione e, soprattutto, il loro spessore. Questo è un esame che si fa nelle fasi precoci, quando ancora il danno non è conclamato.

È necessaria una prevenzione per le patologie oculari

glaucoma occhio“Sembra di poter affermare che gli attuali modelli sanitari non sono più in grado di gestire il bisogno di salute visiva di una popolazione che richiede che la prevenzione entri efficacemente nei percorsi di cura. Ne è prova l’esistenza di lunghe liste di attesa“, sostiene Mario Barbuto, presidente di IAPB Italia Onlus.

“Noi riscontriamo una consapevolezza nella popolazione, per certi versi timidamente accresciuta, sulla necessità di prevenzione delle malattie oculari, ma l’offerta pubblica utilizza vecchi modelli di salute oculare, incapaci di assicurare l’accesso a una visita oculistica a coloro che rischiano di perdere in tutto o in parte la vista. Più precisamente, non c’è ancora una selezione al livello territoriale che faccia da filtro per garantire a coloro che necessitano di accedere prioritariamente alle cure, di raggiungere rapidamente i centri specializzati, ossia gli ospedali. In tal modo si liberano gli ospedali dalla pressione di visite differibili e si tutela la vista di chi è più a rischio ipovisione e cecità. Perciò il Servizio Sanitario Nazionale si deve riorganizzare per garantire l’accesso effettivo ai servizi pubblici oftalmici”, conclude Barbuto.

Informazioni utili sul glaucoma e visite gratuite

Nell’ambito della campagna di prevenzione della patologia glaucomatosa, durante la Settimana mondiale del glaucoma che si terrà dal 6 al 13 marzo 2024, si svolgeranno in moltissimi presidi ospedalieri italiani e in strutture dislocate sul territorio delle valutazioni di screening e verranno tenute manifestazioni a scopo informativo sulla malattia.

Ulteriori informazioni utili sono disponibili sul sito www.settimanaglaucoma.it, dove potrete trovare anche iniziative gratuite a disposizione della popolazione per la settimana.

 

 

Foto di Josh Sorenson: https://www.pexels.com/it-it/foto/fotografia-in-primo-piano-dell-occhio-977601/

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »