Home / Salute / Diventare genitori con la sclerosi multipla
Diventare genitori con la sclerosi multipla

Diventare genitori con la sclerosi multipla

Cinque coppie “in attesa” di un figlio: sono protagoniste di una campagna, chiamata “Genitori si può, anche con la sclerosi multipla”. Lanciano forte e chiaro un monito: la patologia non è incompatibile con il desiderio di un bambino. La sclerosi multipla, malattia cronica e progressiva, colpisce il sistema nervoso centrale (cervello, nervi ottici e midollo spinale) e riguarda in Italia circa 68.000 persone, in prevalenza giovani donne in età fertile.

Lo dimostrano evidenze scientifiche e lo rendono palese le storie delle vite di queste persone.

L’iniziativa è nata da un’idea del Centro per la sclerosi multipla della Seconda università di Napoli.

Sclerosi multipla: nessun impatto sulla gravidanza

La sclerosi multipla non influenza la fertilità, né maschile né femminile. E ancora: non rappresenta un ostacolo alla gravidanza. Se la donna che decide di entrare in stato interessante pondera e pianifica ogni fase, anche dal punto di vista delle scelte terapeutiche, non ci saranno conseguenze: né sul decorso della malattia, né sul nascituro.

Sclerosi multipla e gravidanza: una mostra itinerante

Da gennaio ci sarà una mostra itinerante su questo tema. Saranno resi pubblici scatti fotografici e video-racconti per favorire i progetti di genitorialità.

Sclerosi multipla, la parola all’esperto

Queste le parole di Gioacchino Tedeschi, professore ordinario di Neurologia e direttore della I Clinica neurologica della Seconda università di Napoli: “La sclerosi multipla rappresenta una diagnosi importante da seguire e trattare con rigore scientifico, sulla quale bisogna contrastare un forte pregiudizio: si immagina che chi ne è affetto non possa mai diventare genitore e che, se donna, non riesca a sopportare il peso fisico e psicologico della gravidanza e del parto. L’obiettivo di questa iniziativa è smentire questo pregiudizio e aiutare le coppie con sclerosi multipla a vincere le paure e i dubbi di realizzare il loro progetto di genitorialità”.

Sclerosi multipla e genitorialità, le storie

Carmen e Massimo, Giusy e Vinod, Debora e Loreto, Federica e Giulio, Francesca e Nino: sono i protagonisti del progetto, che intendono essere di esempio e di incoraggiamento ad altre coppie italiane.

Davanti alla telecamera, i soggetti hanno spiegato come hanno deciso di diventare genitori e che cosa sapevano della malattia prima e dopo questa scelta.

Avevano risposto all’invito diffuso tramite i principali social network, da parte dal Centro per la sclerosi multipla di Napoli.

Sclerosi multipla e genitorialità: dove reperire i dati

Tutti i dati sul sito di cui al link: sono presenti reportage che illustrano il quotidiano, video-racconti e un libretto informativo. Gli interrogativi riguardanti fertilità, possibilità di una gravidanza, influenza della gravidanza sul decorso della malattia, parto, allattamento, ereditarietà e scelte terapeutiche sono stati presi in considerazione. Le risposte sono state elaborate con un linguaggio semplice, suffragato dai progressi della scienza.

About Isabella Lopardi

Isabella Lopardi
Isabella Lopardi ha lavorato come giornalista, traduttrice, correttrice di bozze, redattrice editoriale, editrice, libraia. Ha viaggiato e vissuto a L'Aquila, Roma, Milano. Ha una laurea magistrale con lode in Management e comunicazione d'impresa, è pubblicista e redattore editoriale. E' preside del corso di giornalismo della Pareto University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »