Home / Salute / Quali sono le cause dell’orzaiolo?
Cause dell'orzaiolo

Quali sono le cause dell’orzaiolo?

Non è un disturbo pericoloso e sicuramente non mette in pericolo la vista. Fra l’altro, tende a scomparire spontaneamente in pochi giorni. Tuttavia, è molto fastidioso e può anche rappresentare un problema da un punto di vista estetico. Ma quali sono le cause dell’orzaiolo? Scopriamolo insieme.

È un’infiammazione acuta

Prima di chiarire quali sono le cause dell’orzaiolo è importante descrivere in che cosa consiste questo disturbo. Si tratta di un’infiammazione acuta e suppurativa (ossia piena di pus) di una o più ghiandole sebacee, le ghiandole annesse alle ciglia e deputate alla produzione del sebo, il grasso che lubrifica e protegge la zona (oltre che tutta la pelle). Nella quasi totalità dei casi, coinvolge le ghiandole di Zeiss, che svolgono un ruolo fondamentale nella produzione del liquido lacrimale e che si trovano vicino ai follicoli piliferi delle ciglia, i piccoli sacchettini che contengono la radice delle ciglia stesse.

Le cause dell’orzaiolo sono infettive

Le cause dell’orzaiolo sono sempre infettive. Spesso, a scatenare il problema è lo Stafilococco, un batterio che può vivere in diverse zone dell’organismo, incluso il bordo palpebrale, senza dare problemi. In determinate condizioni però prolifera e diventa aggressivo. Quando succede? Per esempio, quando si segue una dieta scorretta o quando si sta attraversando un periodo difficile e si è sotto stress: in entrambi i casi, infatti, l’organismo si indebolisce e diventa più vulnerabile all’attacco delle sostanze nocive.

Quando dipende da un’altra malattia

Talvolta, le cause dell’orzaiolo sono rappresentate da altre malattie. La più comune in assoluto è la blefarite, un’infiammazione cronica e irritativa del bordo palpebrale. A causa di questa malattia, infatti, sul bordo possono essere presenti dei piccoli pezzettini di cute desquamata che possono irritare ulteriormente la zona, favorendo la comparsa dell’orzaiolo. Non bisogna dimenticare poi il ruolo svolto dalla famigliarità e dalla predisposizione genetica, che aumentano il rischio di malattia.

Si manifesta come un foruncolo

Indipendentemente dalle cause alla base, l’orzaiolo si manifesta sempre allo stesso modo. In pratica, sul bordo di una delle due palpebre compare un foruncolo: prima la zona si arrossa, poi si gonfia progressivamente e alla fine appare il classico puntino biancastro. L’orzaiolo in molti casi dà dolore, specialmente quando lo si tocca o si sbattono le ciglia. La persona può avvertire, poi, la sensazione di avere un corpo estraneo dell’occhio e può anche essere soggetta a lacrimazione e sensibilità accentuata alla luce (in termini medici si parla di fotofobia).

About Silvia Finazzi

Silvia Finazzi
Giornalista freelance dal 2001, giornalista professionista dal 2008, web writer e copywriter dal 2010, scrive principalmente di salute, medicina, attualità, benessere, tecniche naturali, alimentazione, psicologia e maternità. Attualmente, è caporedattore del free press Io Bimbo Magazine, collabora con il sito www.bimbisaniebelli.it, il magazine www.modaacolazione.com, il settimanale Viversani&belli e il mensile Come Stai. Inoltre, svolge attività di web writer, content editor e copywriter per diverse aziende. Ha scritto diversi libri e volumi e ha vinto quattro premi giornalistici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.