Home / Bellezza / Ginnastica facciale: l’allenamento del viso per una pelle compatta e tonica
Ginnastica facciale: l'allenamento del viso per una pelle compatta e tonica

Ginnastica facciale: l’allenamento del viso per una pelle compatta e tonica

Oltre a una corretta skincare routine e uno stile di vita sano, anche la ginnastica facciale aiuta a mantenere la pelle del viso compatta e tonica.

Si tratta di una serie di movimenti che aumentano la tonicità e l’elasticità della pelle del viso, lavorando in sinergia con i trattamenti anti-age.

Per risultati visibili bisognerebbe dedicarsi alla ginnastica facciale per almeno 10-15 minuti al giorno, integrando questi esercizi nella routine antiaging.

Cos’è la ginnastica facciale

Con ginnastica facciale si intende una serie di esercizi con cui stimolare la circolazione del viso, scolpirne i muscoli, prevenire le rughe d’espressione e contrastare l’indebolimento dei tessuti.

Funziona sul principio che, allenando i muscoli del viso, sia possibile contrastare l’effetto cadente che è caratterizzato dalla perdita di elasticità della pelle.

Infatti, permette di tonificare e migliorare la salute di oltre 70 muscoli facciali che muoviamo ogni giorno, aiutandoci a rallentare i segni del tempo.

Durante l’invecchiamento la pelle inizia a perdere collagene ed elastina e la ginnastica facciale permette di contrastare e rallentare questo processo mantenendo i tessuti e migliorandone l’aspetto.

Inoltre, è adatta a tutte le età: dà ottimi risultati anche sulle pelli ancora giovani perché le mantiene toniche e compatte a lungo.

L’importante è lavorare sinergicamente tra ginnastica facciale e skincare routine.

Ginnastica facciale: tutti i benefici

La ginnastica facciale apporta numerosi benefici al ringiovanimento del nostro viso.

Se praticata quotidianamente rassoda tutti i muscoli del volto, migliorandone la flessibilità e facendo in modo che alcune parti come labbra, palpebre, zigomi, risultino sollevate.

Ha un’azione distensiva sulle rughe perché la pelle viene tesa e inoltre conferisce al viso un colorito sano perché migliora la circolazione sanguigna e linfatica.

Il coinvolgimento muscolare riguarda, oltre che il viso anche i muscoli del collo, contribuendo a diminuire il “doppio mento”.

Inoltre, la ginnastica facciale agisce sul drenaggio dei liquidi per cui evita il ristagno e favorisce la circolazione, prevenendo così la formazione delle antiestetiche borse sotto gli occhi.

Ginnastica facciale: controindicazioni e vincoli

Come per tutti i muscoli la costanza dell’allenamento è fondamentale.

La ginnastica facciale non può essere intesa come una soluzione definitiva e in questo quindi non è diversa da tutte le altre soluzioni che possono essere messe in campo e che, con efficacia e durata differenti, richiedono comunque di essere rinnovate a distanza di tempo.

Inoltre, tutti gli esperti raccomandano la necessità di eseguire correttamente l’esercizio.

Proprio come in palestra, il rischio di effettuare l’esercizio in modo sbagliato c’è e in questo caso oltre a non servire a niente potrebbe diventare addirittura dannoso.

Questo tipo di pratica non è da prendere alla leggera: funziona solo se si comprende bene come va fatta e se si fa con costanza e serietà.

Inoltre, pur essendo una pratica molto semplice e quasi priva di rischi è bene tenere a mente alcune avvertenze prima di intraprendere gli esercizi di ginnastica facciale.

È bene sapere che in caso di problemi mandibolari, come la malocclusione, i muscoli risponderanno all’allenamento in maniera diversa rispetto a chi esegue gli esercizi in assenza di problemi.

Infatti, eseguendo gli esercizi, a seconda del grado si malocclusione, si potrebbe peggiorare la situazione per cui è bene chiedere consiglio al proprio medico.

Un altro aspetto da tenere presente è che se si sente dolore durante gli esercizi o se non ci si sente di farli è meglio non esagerare e fermarsi.

Se gli esercizi non sono fatti nel modo corretto si rischia di non avere i benefici sperati e di avere al contrario effetti non graditi.

Esercizi

  • Esercizi per il contorno occhi

Una delle zone più vulnerabili all’invecchiamento cutaneo è il contorno occhi.

Zampe di gallina e occhiaie segnano il volto facendolo apparire immediatamente più stanco e vecchio.

Contrastare le occhiaie

Fondamentale per questo esercizio è concentrarsi sulla respirazione.

Sbattete le palpebre per circa un minuto e poi tenete gli occhi chiusi per 10 secondi cercando di non aggrottare la fronte, concentrandovi sul rilassamento del viso.

Rughe a zampa di gallina

Chiudete gli occhi, posizionando gli indici ai lati esterni degli occhi e tirate leggermente.

Mantenete la posizione per almeno 20 secondi e poi lasciate rilassare il muscolo, ripetere l’esercizio 10 volte.

  • Prevenire le palpebre cadenti

Per contrastare le palpebre cadenti ponete gli indici sotto l’arcata sopraccigliare e cercate di chiudere gli occhi sentendo la resistenza delle dita.

Ripetete l’esercizio per 10 volte.

  • Massaggio anti-age per la fronte

Questo esercizio è particolarmente utile per previene il cedimento delle palpebre e donare nuova elasticità alla fronte, rallentando così la formazione delle rughe.

Corrugate la fronte, aggrottando le sopracciglia e contate fino a 10. Rilassate il viso e alzate le sopracciglia spalancando gli occhi.

Ripetete per 10 volte.

  • Ginnastica per zigomi alti e definiti

Per avere gli zigomi alti e ben definiti, provate questo esercizio mirato.

Ponete gli indici nella zona degli zigomi, sorridete e tornate alla posizione normale.

Ripete l’esercizio per due minuti.

  •  Esercizi per labbra e rughe naso labiali

Le rughe naso labiali sono forse le più detestate dalle donne, poiché fanno apparire immediatamente il viso stanco e vecchio.

La zona delle labbra è infatti spesso soggetta a invecchiamento cutaneo, dovuto al fumo, sbalzi del peso o cattive abitudini alimentari.

Il primo esercizio consiste nel aprire e chiudere la bocca come voleste pronunciare una vocale “o” molto aperta e subito dopo un’ampia “a”. Ripetete questo esercizio per 10 volte.

  • Contrastare le rughe naso-labiali

Per le rughe naso labiali potete provare questo esercizio: alzate il labbro superiore e portatelo in basso con un movimento rapido e ininterrotto, cercando di tenere fermo quello inferiore.

Noterete che per eseguirlo alla perfezione muoverete leggermente la punta del naso, questo perché l’esercizio è particolarmente indicato anche a contrastare le cosiddette rughe “codice a barre” che compaiono sul labbro superiore.

  • Ginnastica facciale per il collo

Il doppio mento e la pelle delle guance cadenti rovinano l’ovale del viso e sono considerati (insieme alle naso-labiali) tra i cedimenti di tessuti che più incidono sulla bellezza del volto.

Per ridurre il doppio mento e far apparire il collo più giovane ci sono degli esercizi di ginnastica facciale che si possono mettere in pratica.

Mantenendo ferma la testa spingete in giù gli angoli della bocca.

Sentite la tensione dei muscoli del mento e del collo per 5 secondi. Rilassate la bocca e ripetete per 10 volte.

 

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »