Home / Bellezza / Green beauty routine: le abitudini di bellezza sostenibili ed ecologiche
Green beauty routine: le abitudini di bellezza sostenibili ed ecologiche

Green beauty routine: le abitudini di bellezza sostenibili ed ecologiche

Bastano davvero pochi e semplici gesti quotidiani per rendere il nostro modo di vivere più ecologico e rispettoso.

Infatti, cercare soluzioni che permettano di preservare il patrimonio naturale del nostro pianeta e di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo devono diventare le nostre priorità.

Il rispetto dell’ambiente parte dalle piccole azioni quotidiane: cosa portiamo sulle nostre tavole, come ci spostiamo e quali scelte compiamo quando ci prendiamo cura di noi stessi.

È qui che entra in gioco il concetto di green beauty, della bellezza sostenibile e più consapevole, nel rispetto della persona e del pianeta.

Scegliere una green beauty routine può diventare fondamentale per contribuire a salvare l’ambiente.

Dobbiamo quindi prendere consapevolezza di quello che sta accadendo e, nel nostro piccolo, cercare di fare qualcosa per rimediare, educandoci ad alternative plastic-free.

Ridurre gli sprechi, scegliere prodotti riciclati e riciclarli e tante piccole accortezze che possono davvero fare la differenza.

I consigli per una green beauty routine

Per ridurre la propria “impronta ambientale” anche le abitudini di bellezza contano.

Ecco alcuni consigli utili per conciliare la nostra beauty routine con uno stile di vita quanto più possibile sostenibile e rispettoso per l’ambiente e il pianeta.

  • Scegli prodotti bio, cruelty free e vegan

Per approcciarsi in maniera sostenibile al mondo del beauty è fondamentale leggere con attenzione l’etichetta e l’INCI.

Cioè la composizione di ogni prodotto, dove gli ingredienti sono riportati in ordine di concentrazione dal più al meno presente.

In questo modo, anche grazie alla presenza di determinate certificazioni indicate con simboli e bollini, è possibile capire se il cosmetico in questione può essere definito:

  • Naturale, quando composto prevalentemente da sostanze di origine naturale.
  • Biologico, se composto almeno al 95% da materie prime prodotte biologicamente.
  • Vegan friendly, senza sostanze di origine o derivazione animale.
  • Cruelty free, cioè senza componenti testate sugli animali.

Però bisogna fare attenzione, perché una categoria non include necessariamente un’altra: ad esempio, un cosmetico vegano potrebbe non essere cruelty-free.

  • Evita ingredienti dannosi per la pelle e per l’ambiente

In mancanza di una regolamentazione valida a livello internazionale, la lettura dell’INCI è importante anche per identificare quegli ingredienti che, pur non essendo vietati per legge, sono comunque ritenuti potenzialmente “tossici” o dannosi per la pelle o l’ambiente.

Tra le componenti che andrebbero evitate, per esempio, ci sono coloranti artificiali, gli ftalati, la formaldeide, i siliconi, i parabeni e le microplastiche (come Polyethylene, Nylon o Polypropylene) presenti soprattutto nei prodotti cosmetici da risciacquo come shampoo, balsamo o scrub.

  • Utilizza oggetti green ed evita i prodotti usa e getta

Per una green beauty routine, sostenibile ed ecologica, è meglio preferire oggetti e accessori riutilizzabili, eliminando quelli usa e getta, ed evitare quelli realizzati con materiali di origine animale.

Infatti, riutilizzare e dare un lungo ciclo di vita ai propri oggetti è un altro caposaldo delle filosofie green.

Le alternative offerte dal mercato non mancano:

  • Lo spazzolino in plastica si può sostituire con uno spazzolino in legno (così anche il pettine) o con quello elettrico, dalla vita più lunga.
  • I dischetti monouso struccanti si possono sostituire con i dischetti lavabili o con i panni struccanti. Si possono anche realizzare da sole, basta acquistare un panno in fibra di bambù o di cotone e tagliare dei cerchi o dei quadratini, da utilizzare come dischetti.
  • I rasoi più sostenibili sono quelli in metallo, ricaricabili dove basta cambiare le lame.

Infatti, non c’è niente di peggio che inquinare il Pianeta con tonnellate di rifiuti.

Ecco perché ogni beauty routine sostenibile dovrebbe essere costituita da prodotti riutilizzabili.

  • Preferisci prodotti con un packaging ecosostenibile

La plastica, pratica e resistente, è spesso usata per realizzare le confezioni dei prodotti beauty ma è anche uno dei più grandi nemici dell’ambiente.

Fortunatamente, però, non mancano le alternative: dalle confezioni più facili da smistare e riciclare fino ai packaging realizzati con materiali compostabili come le bioplastiche, derivate da sostanze organiche.

Inoltre, per ridurre al minimo lo scarto esistono anche prodotti solidi in sostituzione a quelli liquidi cioè i prodotti “nudi”, quelli completamente privi di packaging e, dunque, più eco-friendly.

Spesso sono prodotti autoconservanti e sono utilissimi anche per andare in viaggio.

Non vale la pena comprare le minitaglie, basta affidarsi a shampoo, balsamo, detergente corpo e crema solidi.

Quindi, importante, per una green beauty routine più consapevole, è controllare che i pack dei prodotti non siano in plastica, per evitare di utilizzarne in grandi quantità, pur riciclandola.

Scegliamo contenitori riciclati e, per esserne sicuri, basta che sia presente il simbolo di riciclaggio.

  • Ricicla e ricarica

Riciclare e riutilizzare sono le due parole d’ordine per una vita più sostenibile e i prodotti cosmetici non sono esenti da questo processo.

Infatti, una buona abitudine che dovremmo iniziare a considerare è quella di utilizzare refill e ricariche per risparmiare un po’ di plastica.

Per fortuna oggi sono molte le aziende che vendono semplicemente le ricariche, che ti permettono di rifornire nuovamente i flaconi o i dispenser che hai in casa senza acquistarli per l’ennesima volta.

Inoltre, è importare usare i prodotti fino alla fine.

L’ultimo goccio di bagnoschiuma spesso finisce nei rifiuti insieme alla confezione di plastica.

E oltre a essere uno spreco vero e proprio, può succedere che quei pochi grammi di crema non siano adatti alla raccolta differenziata.

Quindi termina le confezioni, magari aiutandoti con po’ d’acqua e, ovviamente, se non usi le ricariche, lava bene il barattolo finito prima di aggiungerlo alla raccolta della plastica.

Infatti, è molto importante smaltire correttamente ogni singolo prodotto cosmetico.

Controlla la confezione prima di gettarlo nei rifiuti, perché su ogni prodotto è indicato il metodo di smaltimento.

In alternativa si può dare una seconda vita ai packaging, trasformandoli in vasi per le piante, in contenitori per i trucchi, in porta pennelli o riutilizzandoli per i viaggi.

  • Fai un refresh periodico dei prodotti beauty

Sarebbe opportuno fare un refresh periodico di tutti i prodotti beauty che si ha in casa.

Questo per fare attenzione alla loro data di scadenza.

Infatti, tutti i cosmetici hanno indicato nel retro della confezione per quanto tempo possono essere utilizzati una volta aperti.

In gergo tecnico questo viene chiamato PAO, cioè il ‘Period After Opening’.

Questo serve, oltre per eliminare i prodotti scaduti e per capire quali sono quelli che utilizzi di più e quali di meno, anche per cercare di utilizzarli entro i tempi indicati per evitare sprechi.

  • Riduci gli sprechi d’acqua

Risparmiare l’acqua è fondamentale per una bellezza sostenibile.

Negli ultimi anni il mercato è venuto incontro a questa necessità proponendo sempre più prodotti fatti senza acqua, come shampoo e detergenti solidi (la cosiddetta waterless beauty).

Noi possiamo fare la nostra parte:

  • Aprendo il getto del rubinetto solo quando è necessario.
  • Riducendo il tempo passato sotto la doccia.
  • Evitando di fare scaldare a vuoto l’acqua della doccia per troppo tempo prima di entrarci.
  • Compra meno e più consapevolmente

Gli acquisti beauty sono spesso quelli che ci concediamo senza una reale necessità.

Infatti, per una green beauty routine davvero sostenibile accumulare prodotti è deleterio.

Quindi, ridurre gli acquisti e usare i prodotti che si hanno già è il gesto più sostenibile che possiamo fare.

È importante infatti:

  • Terminare i prodotti prima di acquistarne di nuovi.
  • Controllare quanti e quali già si possiede, evitando doppioni.

Prima di ogni acquisto, infatti, è bene domandarsi se davvero ne abbiamo bisogno e se davvero è necessario e agire di conseguenza.

Avere pochi prodotti ma buoni e di qualità ti aiuterà a sapere cosa hai e cosa non hai, cosa ti piace e cosa no, cosa utilizzi di più e cosa di meno.

Evitando così gli sprechi inutili.

  • Opta per un ingrediente multifunzionale

Cosa vuol dire un prodotto multiuso? Che ha più destinazioni.

Per esempio, l’olio di cocco è idratante per la pelle, ma lo è anche per i capelli ed è anche uno struccante.

Questo ti permette di sprecare meno, in termini di costi, di rifiuti e di salvare anche spazio in casa.

I brand green sostenibili e amanti della natura

I brand che offrono prodotti naturali e biologici sono ormai tanti e la tendenza è sicuramente in crescita.

Infatti, anche alcune marche tradizionali hanno affiancato alle loro collezioni vere e proprie linee green.

Alcuni brand sostenibili e rispettosi dell’ambiente e degli animali sono:

È un’azienda americana con sede in California nella Silicon Valley.

Fondata nel 2005 con l’obiettivo di creare cosmetici e prodotti per la cura del corpo totalmente naturali, privi di tossine nocive, profumi sintetici, coloranti artificiali e conservanti chimici.

I cosmetici sono realizzati solo con ingredienti di altissima qualità 100% naturali, 100% cruelty-free e 100% Vegan.

È un brand italiano che produce makeup naturale, utilizzando solo ingredienti da agricoltura biologica.

La Mission è ispirare, sensibilizzare e cambiare il mondo del make up verso un futuro più sano e sostenibile, annullando le differenze tra le performance del make up sintetico e il make up biologico.

Si avrà la certezza di un prodotto biologico e naturale, oltre che privo di ingredienti allergizzanti, grazie alle Certificazioni naturali presenti sui prodotti, e che nel tempo ha visto molti riconoscimenti.

È un brand italiano di make-up e cosmesi naturale, vegan e rigorosamente cruelty free.

I loro cosmetici minerali, naturali e innovativi non sono testati sugli animali e contengono ingredienti vegetariani e vegani: anche i pennelli sono completamenti privi di setole animali.

Usano pochi ingredienti ma di altissima qualità. Niente siliconi, petrolatum, parabeni e sostanze aggressive.

Inoltre l’azienda sostiene da anni campagne di beneficienza in favore di associazioni animaliste.

È un azienda che formula prodotti biologici e innovativi legati alla Toscana, dal basso impatto ambientale e che crede nello sviluppo di una cosmesi etica.

Nella loro linea di cosmetici ecobiologici certificati si sposano innovazione e artigianalità, scientificità e naturalità.

La continua ricerca rappresenta il loro valore principale, insieme al perseguimento del km 0 per la valorizzazione del territorio con l’utilizzo di pregiate materie prime toscane, nell’ottica di realizzare un progetto compatibile con l’ambiente in ogni suo processo.

Tutti i cosmetici non hanno solventi di tipo petrolchimico e seguono i principi della “chimica verde”.

Inoltre, non utilizzano packaging esterno, né foglietti illustrativi.

Se richiesto per la buona conservazione del prodotto, lo realizzano in carta certificata FSC (Forest Stewardship Council) composta al 100% da fibre riciclate, sbiancate senza l’uso del cloro.

Anche i flaconi sono 100% riciclabili.

About Emma Rota

Laureanda in Scienze della Comunicazione, da sempre curiosa e affamata di nuove esperienze. Viaggia ogni qual volta le sia possibile, legge, si documenta, osserva quanto la circonda arricchendo così il suo bagaglio personale di conoscenze. Grande appassionata di moda e di tutto ciò che riguarda il settore. Cresciuta in mezzo alla natura, è un’autentica amante degli animali, attenta e rispettosa nei confronti dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »