Home / Benessere / Tra i buoni propositi ci sono anche gli esercizi per il pavimento pelvico?
Tra i buoni propositi ci sono anche gli esercizi per il pavimento pelvico?

Tra i buoni propositi ci sono anche gli esercizi per il pavimento pelvico?

Quello di rafforzare il pavimento pelvico, non è certo in cima alla lista dei buoni propositi per l’anno nuovo. Eppure si tratta di un apparato molto importante, visto che sostiene utero, vescica e intestino. Ma allora cosa si inventano le donne per rimandare questa decisione?

L’esperta Manuela Farris, ginecologa per INTIMINA, commenta le scuse più comuni che allontanano il momento di iniziare questa nuova routine.

Esercizi per il pavimento pelvico: sono troppo giovane per farli

Non è vero che se sei troppo giovane non puoi iniziare i Kegel.

Prima inizi, prima ne sentirai i benefici”, spiega Farris.

“Gli esercizi regolari per il pavimento pelvico sono più vantaggiosi per il 50% delle donne con vescica debole.

Ma anche se non soffri di incontinenza, oppure non hai avuto un bambino o non hai intenzione di averne uno, è importante prendere confidenza con gli esercizi”.

Non inizio perché sarà complicato farli

“Iniziare a fare i Kegel nella tua routine è facile perché, a differenza di un tipico allenamento in palestra, non hai bisogno di un abbigliamento speciale o di un abbonamento”, dice l’esperta.

Puoi farlo seduta, in piedi o sdraiata. Uno dei metodi più popolari per esercitare i Kegel è il metodo “ascensore”.

Immagina la tua vagina come un pozzo dell’ascensore, con l’apertura come il piano terra.

Contrai lentamente i muscoli pelvici sollevando l’ascensore verso l’ombelico. Pausa in alto. Quindi abbassa lentamente l’ascensore. Ripeti cinque volte.

Continua a respirare normalmente e cerca di non contrarre i glutei o i muscoli dello stomaco.

Esistono anche dispositivi intelligenti come i pesi vaginali o gadget fem-tech che aiutano a guidare meglio gli esercizi di Kegel.”

Non ho nessun disturbo, per cui non serve farli

“Gli esercizi di Kegel aiutano a essere più consapevoli dell’eventuale contrazione della muscolatura che circonda la vagina, una delle cause del dolore prima e durante il rapporto sessuale.

Allo stesso modo aiutano a rilassare la muscolatura rendendo la penetrazione più confortevole.

Possono anche migliorare la lubrificazione vaginale, consentendo un maggiore afflusso di sangue ai genitali, aumentare l’eccitazione sessuale e rendere più facile il raggiungimento dell’orgasmo.

Sono inoltre suggeriti per migliorare la sessualità nel dopo parto, in caso di incontinenza urinaria e per prevenire il prolasso uterino”, dice Farris.

“Alcune donne riferiscono che fare i Kegel aiuta la loro vita sessuale, in parte perché un muscolo più forte potrebbe essere più facile da contrarre durante l’orgasmo e perché questo esercizio favorisce l’afflusso di sangue alla zona pelvica.

C’è inoltre l’effetto psicologico positivo: poiché fare i Kegel è qualcosa che la donna può gestire, questo la aiuterà a sentirsi maggiormente attiva nella sessualità e quindi può migliorare la soddisfazione sessuale”.

Esercizi per il pavimento pelvico: li farò ogni tanto

“Tutti gli esercizi richiedono perseveranza e il rafforzamento del pavimento pelvico non fa eccezione”, spiega Farris.

“Pianificare regolarmente il tuo tempo di pratica renderà più probabile che tu stia al passo con la routine e completi correttamente ogni contrazione.

Prenditi 5 minuti al giorno per allenarti. Sarai sorpreso di quanto sia facile attenersi alla tua routine quando metti da parte un po’ di “tempo per me” per i tuoi esercizi di Kegel”.

Ho smesso di farli perché non vedevo i risultati

“Molte donne iniziano a fare esercizi di Kegel, aspettandosi risultati immediati.

Tuttavia, come con qualsiasi attività, possono essere necessarie alcune settimane per notare i risultati, ma ogni sessione di allenamento ti avvicina alla perfetta salute pelvica”, dice l’esperta.

“Ci vogliono circa 12 settimane per notare un vero cambiamento. Una volta che inizi a vedere la differenza, però, cambia la vita, quindi non arrenderti1”.

 

 

 

Immagine copertina di Andrea Piacquadio https://www.pexels.com/it-it/foto/amici-diversi-felici-che-ridono-con-lo-smartphone-a-casa-3764496/

About Rita Tosi

Manager della comunicazione, che da circa 20 anni si occupa di di tecniche di relazioni e sviluppo strategico per aziende e privati che cercano visibilità. Dopo un necessario passaggio (e sosta) nelle principali agenzie di comunicazioni internazionali (Edelman, Gruppo Publicis e Hill&Knowlton) con ruoli apicali, continua a creare eventi e rafforzare il proprio know-how attraverso l'attività in proprio. Allena la sua capacità organizzativa, gestionale e di relazione anche in famiglia, con 1 marito, 3 figli, 1 cane, 4 tartarughe, 4 pesci rossi, 1 geco e un terrazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »