Home / Libri / Daniele Sciotti racconta la bellezza e la piacevolezza del mangiare bene
Daniele Sciotti racconta la bellezza e la piacevolezza del mangiare bene

Daniele Sciotti racconta la bellezza e la piacevolezza del mangiare bene

Daniele Sciotti, una laurea in scienze dell’alimentazione e gastronomia e una in scienze della nutrizione umana, è un acceso e convinto sostenitore della necessità di mangiare sano e bene.

Sul concetto del “sano” abbiamo tutti un corredo di conoscenze, ma difficilmente aggiungiamo “bene” a diete che ci evocano tristi piatti di pallide verdure bollite.

E invece non è così, ci dice regalandoci un profondo piacere Daniele Sciotti, autore di un libro sull’alimentazione e sugli alimenti che dovrebbe avere un posto di rilievo (reale o virtuale) nelle nostre cucine.

“100 alimenti 10 e lode – Breviario alimentare per una vita migliore”  si presenta come un manuale di facile consultazione, essendo i diversi alimenti ordinati in modo alfabetico con tanto di indice di richiamo finale.

La filosofia che anima l’autore è la gastrosofia, “una scienza, una disciplina, un metodo, che ha come obiettivo mettere insieme la cultura del cibo e dell’alimentazione legata agli aspetti sensoriali.”

Dietro un termine poco conosciuto si cela una vera e propria filosofia di vita, che lega l’uomo e il cibo in modo indissolubile: la necessità di procacciarsi il cibo ha spinto l’uomo primitivo ad evolversi lentamente, prima cacciando poi allevando, prima consumando a crudo poi imparando a cuocere, prima raccogliendo e poi seminando.

Già solo questa premessa ci fa capire come l’alimentazione sia un fatto culturale, legata a mondi distanti e diversi, a tradizioni dissimili, a gruppi sociali di varia appartenenza, tutti uniti dalla stessa motivazione.

Il cibo non deve solo riempire il nostro apparato gastro-intestinale, deve sollecitare tutti i nostri sensi con i profumi, i gusti, le consistenze che i nostri occhi si deliziano di osservare.

Daniele Sciotti ci propone la felicità alimentare raggiungibile attraverso i suoi accorti suggerimenti, che ci dicono cosa scegliere e cosa evitare, per non cadere nei tranelli del fai-da te.

Il nostro corpo è una macchina complicata tendente alla perfezione, che non bisogna sottovalutare nelle sue esigenze, dedicandole una cura costante: via dunque i cibi preconfezionati, le fragole a Natale, la bagna cauda a Palermo, ogni territorio deve essere rivalutato per ciò che può produrre, per le tradizioni culinarie che lo caratterizzano.

Attraverso l’alfabeto degli alimenti proposto dall’autore riusciamo a districarci nel complesso mondo popolato da proteine, carboidrati, grassi saturi e insaturi, vitamine e sali minerali: bombardati quotidianamente da centinaia di informazioni veicolate dai media, da chef stellati e non che ci propongono di tutto, da corsi di cucina che promettono un successo assicurato ai fornelli, piombiamo spesso nella confusione e ci arrendiamo. Comportamento, quest’ultimo, profondamente errato, perché alimentarsi male, in modo approssimativo, genera una risposta negativa nel nostro organismo, a volte una vera e propria malattia.

Dunque, mens sana in corpore sano funziona anche grazie alle indicazioni di Daniele Sciotti, che ci ricorda come fondamentale sia stata e sia tuttora “la capacità di capire i messaggi che il corpo ci manda per trovare l’equilibrio e il benessere, il tutto bilanciato dalle giuste ore di sonno, quantità di cibo e attività fisica, che sono la chiave per la longevità. Naturalmente senza tralasciare il piaceri della vita”.

Dall’acqua alla zucca, l’alfabeto alimentare di Daniele Sciotti

I 100 alimenti 10 e lode di Daniele Sciotti partono dall’acqua, elemento vitale per la nostra sopravvivenza ma fondamentale, se assunta nelle dosi suggerite, anche per la nostra bellezza esteriore e per il nostro buonumore, non solo per il nostro benessere.

Ma poiché di sola acqua non si vive, compare tra i cento anche il vino, pienamente rivalutato ormai da tempo nelle sue benefiche qualità (per ricordarcelo, Daniele Sciotti fa riferimento persino ad Omero):oltre ad essere ricco di polifenoli,” è anche un fluidificante naturale del sangue e aiuta quindi a prevenire l’Alzheimer, l’ictus e le altre malattie del sistema cardiocircolatorio.”  Chi l’avrebbe detto che un calice di vino rosso potesse non solo rallegrarci in compagnia ma anche esserci d’aiuto? Certo nella sua assunzione, come in quella degli altri 99 elementi, acqua compresa, la regola fondamentale è quella della moderazione, che va sempre tenuta presente.

Qualora volessimo invece dissetarci mediante bevande e succhi, occorrerebbe prestare molta attenzione: se gli estratti sono prodotti in casa sono ottimi sostituti anche dei pasti, se invece sono prodotti industriali occorre sempre leggere con attenzione l’etichetta, per non sbagliare nella scelta.

Re incontrastato sulle nostre tavole dovrebbe essere l’EVO, l’olio extravergine di oliva prodotto in Italia in diverse regioni, con sapori anche molto differenti. Qualunque dieta, intesa come scelta alimentare, si voglia seguire è indispensabile il suo utilizzo, a fronte dell’abbandono di condimenti come il burro e lo strutto assai meno salutari.

La dieta mediterranea lo ha diffuso in tutto il mondo, dato che al suo utilizzo viene fatta risalire la longevità dei popoli mediterranei, che lo conoscono sin dai tempi più antichi. L’autore si e ci diletta con la storia degli alimenti da lui scelti, trasmettendoci ogni volta la sensazione di come non sia sufficiente utilizzare un dato elemento, ma occorra conoscerlo, talora proprio dalle sue origini.

All’olio EVO piace affiancare un’altra specialità tutta italiana, il Parmigiano Reggiano, alimento nobile con molteplici benefici per l’organismo, tanto semplice negli elementi base quanto articolato nel tempo di stagionatura, che lo rende però adatto a tutti.

Alimenti indigeni ed alimenti esotici convivono nelle pagine di Daniele Sciotti

Gli italiani peccano spesso di campanilismo estremo, quando si parla di cibo, ben consapevoli delle eccellenze presenti in tutta la penisola, spesso realizzate con pochi elementi base di elevata qualità.

L’autore, dopo aver dedicato la giusta attenzione al pane ( pane e olio è giudicato la miglior merenda del mondo!), alla pizza e alla pasta, si inoltra anche nel mondo degli alimenti che ci appaiono più ricercati, meno usuali, ma non per questo meno importanti nell’equilibrio dell’alimentazione.

E’ questo il caso, ad esempio, della verga d’oro, un’erba spontanea tipica delle zone collinari e montuose europee e italiane, ma anche di Asia e Nord America: infusi, decotti e tisane permettono di beneficiare delle sue virtù nutraceutiche.

Volete disintossicarvi e contrastare la formazione dei radicali liberi? Una buona zuppa d’alghe marine può servire allo scopo, combattendo anche lo stress e la stanchezza e favorendo l’irrobustimento di ossa, unghie e capelli a favore di uno stato di salute e bellezza.

Con Daniele Sciotti il cioccolato fondente perde un po’ della sua aura peccaminosa e diventa un alimento utile a proteggere dall’infarto, a mantenere in salute i denti, a contrastare le malattie neurodegenerative.

Insomma, sfogliando il breviario dell’autore si trova davvero un suggerimento per tutti i gusti, insieme alla possibilità di chiarirsi le idee e risolvere i dubbi: che siano ananas o ciliegia,  mais o farro, noce moscata o zenzero, o uno qualsiasi degli altri 94 elementi ciascuno può trovare lo spunto per il proprio mangiare bene e vivere sano con gli elementi 10 e lode.

E un 10 e lode va anche a Daniele Sciotti per la cura, la precisione e la passione che si ritrovano in tutte le sue pagine.

Daniele Sciotti racconta la bellezza e la piacevolezza del mangiare beneAUTORE : Daniele Sciotti

TITOLO : 100 alimenti 10 e lode

EDITORE : Auto da fè

PAGG. 348,    EURO  18,90  (disponibile versione eBook euro 3,99)

 

 

 

 

 

 

About Luisa Perlo

Luisa Perlo
Luisa Perlo, Critico Letterario

2 comments

  1. Avatar

    Letta la recensione del libro-manuale
    100 alimenti 10 e lode
    È utile sapersi far da mangiare da soli e sceglieri i prodotti giusti sani e magari belli.
    Quest’anno nel mio orto hanno spadroneggiato 8 pomodori

    • Daniele Sciotti

      Ciao Paolo, grazie. Complimenti per l’orto! Avere la fortuna di coltivare in proprio non offre solo la possibilità di mangiare prodotti genuini ma anche di godere della natura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »