Neuromielite ottica: non si è soli contro la malattia

neuromielite ottica sintomiUna scala a chiocciola infinita simboleggia la caduta imprevedibile nella malattia, la neuromielite ottica, e offre una visione intensa della realtà vissuta dalle persone colpite.

I gradini affilati e l’uso dei colori, alternati e intensi, rappresentano il dramma fisico e psicologico vissuto da chi si trova a fronteggiare questa malattia. La luce in fondo alla scala dà un messaggio di speranza: non si è soli.

E con questa immagine e con un video che inizia un percorso di informazione e di sensibilizzazione dedicato alla Neuromielite Ottica.

Aism – Associazione Italiana Sclerosi Multipla, insieme ad Ainmo – Associazione Italiana Neuromielite Ottica, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, promuove una potente campagna per far emergere la comprensione e la consapevolezza su questa grave malattia del sistema nervoso centrale.

Neuromielite ottica: una realtà sconvolgente

Lo spettro dei disordini della neuromielite ottica o NMOSD rappresenta un gruppo di malattie autoimmuni gravi (patologie che causano una disfunzione del sistema immunitario che induce l’organismo ad attaccare i propri tessuti) che coinvolgono il sistema nervoso centrale.

Le lesioni interessano principalmente il nervo ottico e il midollo spinale, provocando infiammazione, la perdita della mielina (il rivestimento che ricopre gli assoni, cioè il prolungamento delle cellule nervose) e dei neuroni.

Si tratta di malattie rare, con una prevalenza di meno di 5 persone ogni 100 mila nel mondo, colpendo prevalentemente giovani adulti tra i 35 e i 45 anni e con una maggior incidenza nelle donne (9 pazienti su 10).

Queste patologie, spesso confuse con la sclerosi multipla, richiedono approcci specifici per la diagnosi e il trattamento. Attualmente, in Italia, si stima che tra 1500 e 2000 persone siano colpite da NMO.

AISM E AINMO: unite per combattere la neuromielite ottica

neuromielite ottica aspettativa di vitaIn risposta a queste sfide, Aism ha avviato Ainmo, la prima associazione italiana dedicata esclusivamente alle persone con NMOSD. Ainmo è nata con l’obiettivo di fornire supporto alla ricerca, informazioni e consapevolezza a coloro che vivono con queste malattie, insieme a familiari e caregiver.

“La neuromielite ottica non è guaribile, ma oggi, grazie alla ricerca scientifica che ha fatto passi da gigante, possiamo diagnosticarla precocemente, affrontarla e offrire sostegno, sapendo che esiste un punto di riferimento. Non si è soli. Nessuno si trova da solo con la sua malattia poiché c’è un’associazione dedicata a dare voce a tutte le persone colpite da questo disturbo. La campagna è un invito alla riflessione continua e all’impegno costante nel comprendere e supportare chi vive con NMO. L’obiettivo è far emergere la consapevolezza promuovendo un impegno duraturo nell’affrontare le sfide di queste malattie”, dichiara Elisabetta Lilli presidente di Ainmo.

Il messaggio di speranza: non si è soli

In fondo a questa spirale di malattia rappresentata dalla scala a chiocciola, c’è una luce: il supporto che proviene da Ainmo, Associazione Italiana Neuromielite Ottica, dai volontari e dai medici.

La campagna trasmette il messaggio che, nonostante la gravità della situazione, non si è soli; c’è un supporto concreto per coloro che affrontano le NMOSD e la MOGAD. Ainmo invita tutti a scoprire la campagna di sensibilizzazione e a trovare supporto e informazioni sul sito www.ainmo.it.

Per ulteriori informazioni è a disposizione il Numero Verde 800 803028.

 

 

Copertina Foto di Andrea Piacquadio: https://www.pexels.com/it-it/foto/giovane-uomo-in-indumenti-da-notte-che-soffrono-di-mal-di-testa-al-mattino-3771115/

Foto di Karolina Grabowska: https://www.pexels.com/it-it/foto/donna-sfocatura-emozione-stanco-4471315/

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »