Home / Eros & Psiche / Natale Mindful: vivere il periodo natalizio con più consapevolezza
Natale Mindful: vivere il periodo natalizio con più consapevolezza

Natale Mindful: vivere il periodo natalizio con più consapevolezza

Natale Mindful: mentre il mondo si fa multicolore, l’obiettivo è essere consapevoli.

A seconda delle tradizioni familiari, il periodo delle vacanze natalizie può essere uno dei periodi più belli dell’anno, ma anche il più stressante. Tra recite scolastiche, orari di lavoro intensi, shopping frenetico, addobbi e decorazioni, confezioni regalo, la lista di cose da fare diventa infinita e non riusciamo più a trovare neanche un po’ di tempo per noi stessi.

Tuttavia, ci sono alcune cose molto semplici che possiamo fare per rallentare il ritmo e diminuire lo stress, e rendere i giorni di festa un tempo più piacevole per tutti.

La Mindfulness (letteralmente, consapevolezza) come descritta da Jon Kabat-Zinn, scienziato e teorico del protocollo Mbsr (Mindfulness based stress reduction), significa “porre attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante”.

Natale Mindful: diventa consapevole dei tuoi pensieri

Il momento presente è dove siamo ora, proprio adesso, proprio qui. Le pratiche di consapevolezza possono essere molto liberatorie, proprio perché ci permettono di vivere il momento presente senza il peso del passato e senza preoccuparci di un futuro che deve ancora arrivare.

Pensare eccessivamente al passato può portare con sé sintomi depressivi o senso di colpa, mentre avere pensieri preoccupanti sul futuro crea in genere nervosismo o sintomi di ansia.

Il primo passo nella pratica della Mindfulness è sempre quello di diventare consapevoli, semplicemente, del fatto che non siamo più nel momento presente, ma siamo persi nei ricordi del passato o nei pensieri rivolti al futuro.

Natale Mindful: fai uno Stop

Natale Mindful: vivere il periodo natalizio con più consapevolezzaC’è una tecnica semplice che può aiutarci a rimanere nel momento presente, quando ci accorgiamo che i nostri pensieri viaggiano in altre direzioni temporali, e si chiama Stop. Stop è un acronimo mindfulness, che funziona molto bene durante i periodi di stress e ci aiuta ad attraversare le situazioni difficili.

Stop – il primo passo è sempre la consapevolezza. Una volta che ti rendi conto di avere un’emozione forte come rabbia, frustrazione, tristezza o ansia, semplicemente fermati. Se possibile, smetti anche di fare ciò che stai facendo e prendi un momento di consapevolezza per ritrovare il tuo centro.

Tira il fiato – Fai un respiro. Questo è un respiro significativo: inspira preferibilmente attraverso il naso, trattenendo l’aria per un secondo o due e poi espira, come se stessi gonfiando un palloncino. A seconda della situazione o dell’emozione forte che stai vivendo, potrebbe essere necessario farlo 2-4 volte. Osserva – Vai dentro te stesso. Osserva che cosa sta succedendo nel tuo corpo. Quali processi interni si sono scatenati con il respiro consapevole? Senti caldo? Il tuo cuore batte più forte? Osservare ti permette di rallentare e calmarti per un momento, per connetterti con ciò che sta accadendo all’interno. Poi sposta rapidamente l’attenzione verso l’esterno: che cosa sta succedendo intorno a te? Spesso, fattori di stress esterni vicini a noi contribuiscono a un aumento della tensione. Per l’osservazione esterna, utilizza i tuoi cinque sensi: cosa vedi, senti, annusi, tocchi o assaggi?

Procedi – Ora che sei più connesso con te stesso, i tuoi inneschi e le tue emozioni, puoi procedere o riprendere la tua attività, perché ora puoi operare con una migliore “centratura” e prendere anche decisioni migliori. Questo processo è utile e molto efficace per evitare di dire o fare cose di cui ci pentiremmo. Non è infallibile, ma è molto utile, soprattutto se messo in pratica di frequente. La consapevolezza necessita di pratica quotidiana, i benefici si raggiungono solo attraverso il processo ripetitivo, in cui si formano nuovi percorsi neuronali.

Natale Mindful: lascia andare le aspettative

È quando le aspettative sono ridotte a zero che si apprezza veramente ciò che si ha. (Stephen Hawking)

La più grande causa di stress durante il periodo natalizio, molto probabilmente, è il divario tra aspettative e realtà.

La cosa migliore che possiamo fare per noi stessi, invece di concentrare le energie su come dovrebbero essere le cose, è di restare presenti e adattarci ai cambiamenti. Va bene lo stesso, anche se le cose non procedono secondo i nostri piani. Lasciamo andare il bisogno che tutto sia perfetto, rilassiamoci e concentriamoci su ciò che è davvero importante per noi e godiamoci questo periodo con più presenza mentale e consapevolezza.

About Tiziana Naclerio

Tiziana Naclerio
Sono una Life & Business Coach, vivo a Imperia, nella bellissima Liguria di Ponente, e lavoro in tutta Italia conducendo corsi per privati e aziende sul potenziamento e sviluppo delle risorse umane, Tengo inoltre sessioni individuali di coaching anche via skype. Il coaching nasce con l'idea di abbracciare il cambiamento, liberarsi dalle credenze limitanti e superare gli ostacoli al fine di creare i risultati che si vogliono nella vita, di lavoro ma, soprattutto, di BEN-ESSERE. E per me, BEN-ESSERE, significa 1) apprezzare ogni giorno della propria vita 2) scoprire e valorizzare ciò che funziona 3) apprendere continuamente 4) essere connessi alle persone 5) inserire gioia e divertimento in tutto ciò che si fa 6) apprezzare le idee, i sogni, gli obiettivi diversi 7) vivere in modo ottimista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.