Home / Alimentazione / Alimenti 10 e lode. I cachi, belli dal cuore morbido e dolcissimo
Alimenti 10 e lode. I cachi, belli dal cuore morbido e dolcissimo

Alimenti 10 e lode. I cachi, belli dal cuore morbido e dolcissimo

L’Asia è la patria di questo gustosissimo frutto, l’albero su cui cresce è considerato un vero e proprio dono della natura, è una pianta ornamentale, i suoi colori arricchiscono i giardini orientali, le foglie forniscono un ottimo concime per i terreni sottostanti, la legna ricavata da tronco e rami produce un ottimo fuoco ed infine il suo frutto, una bacca gustosissima, molto zuccherina e polposa, ricca di vitamine in grado di aiutare l’organismo nella lotta ai malanni stagionali, non a caso il cachi è un frutto invernale.

In Europa ed in particolare in Italia arriva solamente due secoli fa, inizialmente veniva coltivato solo per scopi ornamentali ma non ci volle molto affinché il frutto arrivasse sulle nostre tavole vista la sua succulenza. Un frutto che poteva e può essere consumato in quanto tale o come dolce di fine pasto magari accompagnato da un spolverata di zucchero a velo.

Alimenti 10 e lode. I cachi, belli dal cuore morbido e dolcissimoCachi: singolare e plurale

Esistono due varietà di frutto, quello morbido da mangiare estraendo la polpa con un cucchiaio e quello alla vaniglia, più turgido con la consistenza di una mela che può essere mangiato a spicchi. In entrambi i casi, va mangiato ben maturo altrimenti la massiccia presenza di tannini renderebbe il sapore astringente al palato. Con i cachi è possibile inoltre realizzare deliziose marmellate.

Come abbiamo già detto, i cachi sono ricchi di vitamina C contengono inoltre preziosissimi minerali come il calcio, il magnesio, il fosforo, il potassio, il rame ed il sodio, contengono un antiossidante tipico dei frutti con la polpa color arancio, il betacarotene che contrasta l’invecchiamento cellulare ed i radicali liberi. Sono inoltre una preziosissima fonte energetica e fonte di fibra che contribuisce alla salute del tratto intestinale.

10 buoni motivi per mangiare cachi

1 Rinforzano il sistema immunitario grazie alla massiccia presenza di vitamina C, betacarotene e rame aiutando l’organismo nella prevenzione dei malanni stagionali.

2 I frutti maturi hanno potere depurativo, la presenza delle fibre e molta acqua sono utili per combattere la stitichezza favorendo il transito intestinale, è bene non mangiarli acerbi perché causerebbero l’effetto inverso. Mantengono inoltre in salute il fegato liberandolo dalle tossine ed il pancreas grazie alla flora batterica potenziata da questo frutto.

3 Grazie alle catechine contenute nei cachi, hanno effetto antinfiammatorio ed antiemorragico, aiutano l’organismo nell’assorbimento del ferro contrastando così gli stati di anemia.Alimenti 10 e lode. I cachi, belli dal cuore morbido e dolcissimo

4 Utili per contrastare i dolori mestruali.

5 Fonte di energia per gli sportivi, il frutto e’ infatti ricco di zuccheri semplici immediatamente disponibili per l’organismo. E’ inoltre un alimento davvero valido per tutte le persone soggette a malnutrizione come anziani e bambini inappetenti.

6 Ottimi in caso di stanchezza ed affaticamento situazioni molto frequenti nel periodo invernale, mangiati a colazione sono un’ottima fonte di energia per iniziare al meglio la giornata.

7 Antiossidanti naturali, aiutano l’organismo nella difesa dai virus, dall’invecchiamento precoce e dalla sintesi dei radicali liberi.

8 Sono un frutto anti acidità, ideali quindi per tutte quelle persone che soffrono di reflusso gastrico e gastriti in genere.

9 La presenza di fibre aiuta a contrastare l’insorgere del colesterolo cattivo (LDL) contribuendo quindi a prevenire tutte quelle malattie dovute all’eccesso di grasso nel sangue, malattie cardiovascolari su tutte.

10 Bellezza, gli antiossidanti e le vitamine donano salute, bellezza ed elasticità alla pelle, aiutano a prevenire le rughe dell’invecchiamento e combattono l’acne.

Tabella nutrizionale dei cachi

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI PER 100 g
Valore energetico 70 kcal
Proteine 0.6 g
Carboidrati 19 g
di cui zuccheri 13 g
Grassi 0.2 g
Di cui saturi 0 g
Di cui monoinsaturi 0 g
Di cui poli-insaturi 0 g
Fibre 3.6 g
Sodio 1 mg

 Controindicazioni I cachi sono frutti con un elevato indice calorico quindi sconsigliati per quei soggetti che devono seguire regimi ipocalorici. I diabetici devono astenersi dal consumo di cachi visto l’alto contenuto di zuccheri semplici. Vanno consumati sempre ben maturi il frutto acerbo può provocare stipsi.Cachi: vietati ai diabetici e a chi è a dieta

I cachi sono frutti con un elevato indice calorico quindi sconsigliati per quei soggetti che devono seguire regimi ipocalorici.

I diabetici devono astenersi dal consumo di cachi visto l’alto contenuto di zuccheri semplici.

Vanno consumati sempre ben maturi il frutto acerbo può provocare stipsi.

 

About Daniele Sciotti

Daniele Sciotti
Daniele Sciotti, Esperto di alimentazione Classe 1979 origini contadine e un amore incondizionato per la dieta mediterranea! Inizia lo studio della scienza dell’alimentazione dopo aver sofferto in prima persona e in famiglia di obesità! Attualmente laureando in scienze dell’alimentazione e gastronomia presso l’Università san Raffaele di Roma. Dal 2016 è iscritto all'Enesag (ente nazionale esperti in alimentazione e gastronomia). Altre passioni? Sicuramente la musica che studia da quando aveva 11 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.