Home / Alimentazione / L’Aglio, meraviglia della natura per la gastronomia ma soprattutto per la salute

L’Aglio, meraviglia della natura per la gastronomia ma soprattutto per la salute

L’aglio è una pianta erbacea alta dai 30 agli 80 cm, che allo stato selvatico è perenne, mentre coltivata si propaga esclusivamente per via vegetativa a causa della sua sterilità.

Viene coltivato praticamente ovunque nel nostro paese, sia nei piccoli orti che nelle coltivazioni intensive.

L’aglio di Voghiera Dop

L’aglio di Voghiera Dop è un prodotto di nicchia del ferrarese, e vanta un profondo legame con il territorio d’origine e le genti che lo abitano, e lo coltivano da secoli, dall’epoca degli Estensi, signori di Ferrara dal 1288 al 1598.

Il suo colore è bianco e lucente e la resa per ettaro è buona ed attualmente in crescita arrivando a 100 q.li circa; il bulbo è rotondeggiante e regolare, costituito da spicchi chiamati bulbilli uniti in forma compatta e rotondeggiante, di grossa pezzatura, grazie ai terreni limoso-argillosi in cui viene coltivato.

Anche il clima tipico della pianura padana della zona ferrarese influisce; la composizione chimica è un perfetto equilibrio tra enzimi, vitamine, sali minerali e flavonoidi che conferiscono all’aglio di Voghiera una sua specifica identità. A differenza di altre varietà, ha un sapore gentile e non troppo acre, dovuto all’abbondante presenza di allicina, un potente battericida che si sviluppa al momento dello schiacciamento o del taglio degli spicchi.

Un toccasana per la salute

Non solo: l’aglio contiene altre sostanze antibatteriche come la garlicina ed è ricco di sostanze minerali ed oligominerali, quali magnesio, iodio, ferro, calcio, fosforo, oltre a manganese, selenio, zinco.
Nei bulbi freschi e non essiccati sono presenti alche vitamina C, B1, B2, PP e provitamina A. Tra le sue numerose proprietà c’è anche quella di donare alla pelle un aspetto sano e di favorire la ricrescita dei capelli, grazie alla presenza dell’acido fitinico. Inoltre, contenendo anche degli alcaloidi che svolgono un’azione simile a quella dell’insulina, abbassando il livello di glicemia nel sangue, è considerato un valido supporto nelle terapie contro il diabete.

L’aglio è anche un regolatore della pressione arteriosa, previene la possibile formazione di trombi e regolarizza il livello di trigliceridi e colesterolo nel sangue. E’ anche un valido antibiotico da utilizzare nei casi i cui la flora batterica intestinale sia stata alterata da cure precedenti perché, a differenza degli antibiotici di sintesi, l’aglio, non solo non attacca la flora batterica, ma ne favorisce addirittura il ripristino.

Infine è anche un rimedio contro il meteorismo ed i crampi addominali, ed è utilissima anche in caso diarrea e dissenteria.

Un’altra delle sue strepitose proprietà è quella di proteggere organi come i polmoni, i reni, il fegato ed il sistema nervoso dai metalli pesanti come piombo, mercurio cadmio ecc., che entrano nell’organismo attraverso smog o cibi contaminati; i composti solforati presenti tra le molecole dell’aglio si legano stabilmente a quelle dei suddetti metalli per essere eliminate con maggiore facilità.

Al Castello di Belriguardo di Voghiera per la fiera dell’aglio

Trapiantato tra settembre e ottobre e lasciato riposare e crescere per tutto l’inverno sotto la terra fertile, l’aglio di Voghiera Dop arriva a maturazione tra i primi giorni di giugno e gli ultimi di luglio, quando si effettua la raccolta. Bulbi e steli, tradizionalmente lavorati a mano, sono fatti essiccare e successivamente confezionati in vari formati.

L’Aglio, meraviglia della natura per la gastronomia ma soprattutto per la salutePer valorizzare questa produzione, l’Amministrazione Comunale locale da tempo organizza mostre e manifestazioni per farlo conoscere anche oltre l’ambito provinciale; è stato anche costituito il Consorzio Produttori Aglio di Voghiera ed una collaborazione con l’Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, per delineare quelle che sono le caratteristiche biomolecolari e merceologiche del prodotto.

In estate l’intero paese è permeato del caratteristico odore, quando viene organizzata la tradizionale Fiera dell’Aglio di Voghiera presso il Castello di Belriguardo, dove oltre alle trecce ed ai mazzi d’aglio, vengono anche preparati e serviti al pubblico tanti piatti dove l’Aglio di Voghiera ha un ruolo importante, assieme ai prodotti tipici del territorio ferrarese.

About Massimo Tommasini

Massimo Tommasini
Massimo Tommasini, esperto in editoria aziendale e ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.