Home / Benessere / Autunno: ecco come prevenire e affrontare le micosi
Autunno: ecco come prevenire e affrontare le micosi

Autunno: ecco come prevenire e affrontare le micosi

Autunno, una tavolozza di colori. Nella stagione delle foglie colorate che cadono a terra, non è una buona idea rinunciare all’attività sportiva. L’esercizio fisico è una sana abitudine, che non bisogna interrompere.

Che fare? Con l’abbassarsi delle temperature, per non rinunciare a muoversi si cercano luoghi chiusi, come palestre e piscine: in tal modo ci manteniamo in forma e combattiamo lo stress.

Autunno: che cosa avviene quando si fa sport in luoghi chiusi

Autunno: ecco come prevenire e affrontare le micosiQuando, in autunno, si scelgono per fare sport luoghi chiusi e riscaldati, dotati di spogliatoi caldi e umidi, possono svilupparsi miceti: quelli che nel linguaggio comune si chiamano funghi. Parliamo di microrganismi patogeni, in grado di diffondersi su pelle, peli e unghie: danno origine a infezioni, chiamate micosi.

Autunno: precauzioni da prendere per evitare le micosi

Questi sgradevoli eventi, una volta che si sono presentati, sono lenti a scomparire. Per prevenire tali accadimenti, bisogna prendere precauzioni, come evitare di fare la doccia in palestra a piedi nudi e di camminare a bordo piscina senza ciabatte. Questi accorgimenti, tuttavia, da soli non sono sufficienti, al fine di scongiurare la problematica in agguato.

Quando si consuma energia correndo, nuotando o pedalando, è inevitabile sudare: anche questo fattore si aggiunge al quadro e lo aggrava.

Autunno: caratteristiche delle micosi

Ma quali sono, nell’aspetto della pelle, le variazioni che dobbiamo prendere in considerazione?Autunno: ecco come prevenire e affrontare le micosi

Ci sono fattori ai quali bisogna prestare attenzione: il cambiamento di colore della pelle, un arrossamento localizzato nelle parti più a rischio (come le pieghe inguinali o gli spazi interdigitali), insieme ad un’inusuale “umidità” della zona interessata e a una desquamazione della pelle, spesso accompagnata da prurito. Ecco i campanelli d’allarme che dovrebbero far pensare a una infezione fungina.

Autunno: farmaci per le micosi

Si consigliano farmaci di automedicazione ad azione antimicotica, come ad esempio pomate o creme, che devono essere applicati direttamente sulle aree in cui si è sviluppata l’infezione. In tal modo, è possibile affrontare il disturbo e contrastarne i sintomi.

Anche se i sintomi dovessero scomparire in brevissimo tempo, perché la terapia abbia successo bisogna seguire il trattamento topico per tutto il periodo indicato nel foglietto illustrativo. In caso di dubbi, è possibile chiedere consiglio al farmacista e al proprio medico. Che cosa avviene, invece, in caso di terapia discontinua, oppure sospensione delle cure? E’ possibile che aumenti il rischio di veder di nuovo comparire le lesioni cutanee; ma c’è di più: possono insorgere resistenze nei confronti dei farmaci utilizzati.

Se il trattamento locale non è sufficiente a sconfiggere l’infezione fungina e se il parassita diventa resistente ai principi attivi contenuti nei vari medicinali disponibili, è necessario il parere del medico. Questi può indicare anche trattamenti sistemici, quasi sempre disponibili per via orale: permetteranno di vincere definitivamente la micosi.

Infezioni fungine: consigli di Assosalute

Assosalute è un’associazione nazionale per i farmaci di automedicazione. Ecco, da questa fonte, gli accorgimenti consigliati, al fine di evitare il contagio e la diffusione delle infezioni fungine.

  1. Bisogna indossare ciabatte nelle docce. In generale, si consiglia di non camminare mai a piedi nudi, poiché i miceti possono sopravvivere anche per diversi giorni in ambienti umidi.
  2. La pelle deve traspirare a sufficienza, soprattutto nelle zone a rischio come l’inguine.
  3. E’ una buona idea scegliere con criterio il sapone e lo shampoo. La pelle, infatti, è coperta da un invisibile strato di grasso, che la ricopre, difendendola da funghi e batteri; esso ha un proprio PH, da non alterare. I detergenti troppo aggressivi, che modificano l’acidità della pelle e ne distruggono lo strato lipidico, sono da evitare. Il lavaggio è utile a idratare l’epidermide, oltre che a levigarla e a renderla elastica.
  4. Non bisogna scambiarsi asciugamani e non usare accappatoi altrui: in tal modo, si evita la trasmissione dell’infezione.
  5. E’ buona norma asciugarsi bene: gli ambienti umidi e, quindi, anche la pelle bagnata, possono favorire la proliferazione dei miceti. Dopo aver passato molto tempo in acqua la pelle si ammorbidisce eccessivamente: proprio in questi momenti risulta più facilmente attaccabile da ogni tipo di infezione, funghi compresi.
  6. Le scarpe: ecco un accessorio fondamentale quando si tratta di praticare sport. Calzature realizzate con materiali traspiranti permettono di evitare accumuli di umidità. L’insorgenza delle micosi si previene anche arieggiando le proprie scarpe dopo aver praticato attività sportiva.
  7. Se si presenta un’infezione, poi, bisogna lavare i vestiti e la biancheria intima ad alte temperature.

About Giorgio Maggioni

Giorgio Maggioni
È dal 1993 che studia, analizza e sfrutta il WEB. Dicono sia intelligente, ma che non si applichi se non sotto stress, in quel caso escono le sue migliori idee creative. Celebre la sua frase: “è inutile girarci in giro, chi non usa il web è destinato a fallire”. È docente di webmarketing per l’internazionalizzazione d’impresa, dove incredibilmente, per ora, è riuscito a non rovinare alcuno studente. In WMM si occupa di sviluppare modelli di business utilizzando logiche non convenzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.