Home / Medicina dolce / Se il cambio stagione di mette fuori gioco, torna in campo così
Se il cambio stagione di mette fuori gioco, torna in campo così

Se il cambio stagione di mette fuori gioco, torna in campo così

Sarà pur vero, come dice un usurato modo di dire, che non esistono più le mezze stagioni, ma sicuramente il passaggio tra l’inverno e la primavera sono un periodo di cambiamento che, per ragioni diverse, spesso porta  a stati di stanchezza, sonnolenza, astenia, mal di testa, ansia, senso di malessere generale ed irritabilità. Nulla di grave, solitamente si tratta di effetti temporanei che passano da soli, ma a volte è meglio dare una mano all’organismo con rimedi naturali per cercare di vivere al meglio il cambio stagione e attenuarne i sintomi sia fisici che psichici.

L’alimentazione è importante non solo nel cambio stagione

Con il cambiamento di clima il nostro organismo sente il bisogno di adattarsi alla nuova situazione e questo potrebbe farci sentire esauriti, spossati e debilitati.

In questi momenti in particolare risulta essere fondamentale prestare attenzione al mantenimento di uno stile di vita sano a cominciare dall’alimentazione.

Gli alimenti energizzanti e salutari più indicati in questi periodi di transizione e spossatezza risultano essere:

  • Banane: contengono potassio, fibre e ferro che stimola l’emoglobina.
  • Avocado per il contenuto di fibre e grassi monoinsaturi e Omega-3, che contribuiscono alla formazione del colesterolo “buono” difendendo allo stesso tempo il cuore.
  • Mango: frutto energizzante contenente preziose vitamine e minerali, tra cui zinco e magnesio, utili a contrastare la stanchezza. Inoltre il mango sostiene l’attività dei surreni, gli organi incaricati di gestire lo stress legato al cambio del clima.
  • Frutti di bosco: questi piccoli e colorati frutti contegno potassio, flavonoidi, vitamina C e antociani, i quali hanno un alto potere antiossidante utilissimi nello specifico per occhi, vie urinarie e cuore.
  • Alimenti ricchi di vitamine del Gruppo B: frutta secca, cereali integrali, verdure a foglia verde, pesce e uova.
  • Cioccolato extra-fondente: antidepressivo naturale, stimola infatti il rilascio di serotonina con effetto eccitante sul sistema nervoso.
  • Agrumi e fragole per l’alto contenuto di vitamina C, acido folico, fibre e potassio.

In generale è molto importante bere molto ed assumere adeguate quantità di frutta e verdura, ricche di acqua, sali minerali e vitamine preziose.

Se il cambio stagione di mette fuori gioco, torna in campo cosìCambio stagione e cambio d’umore

Nei periodi di transizione non è solo il nostro corpo a risentirne, anche la nostra mente, il nostro equilibrio e il nostro benessere psicologico possono essere intaccati. L’umore infatti può risultare ansioso, depresso e ballerino: non sono rari infatti i repentini sbalzi d’umore, la spossatezza, l’irritabilità, tristezza, emicranie, calo o incremento del senso di fame e i disturbi del sonno.

La primavera può diventare una stagione critica poiché la persona può sentirsi messa di fronte ad un cambiamento: maggiore luminosità e calore e la natura che fiorisce come segno di rinascita, mutamento e divenire.

I Fiori di Bach che accompagnano il cambio stagioneSe il cambio stagione di mette fuori gioco, torna in campo così

In questo periodo ci sono precise essenze floreali, in base ai sintomi che manifestiamo, che possono esserci particolarmente utili:

  • Walnut

E il rimedio per eccellenza dell’adattamento, soprattutto per le fasi di crescita, cambiamento, novità e transizione.

Può essere di grande aiuto quando si hanno difficoltà di adattamento ai cambiamenti come il cambio di stagione e i vari cambiamenti e passaggi della vita (adolescenza, nuovo lavoro, menopausa, matrimonio, nascita di un figlio, pensione, etc.).

Parallelamente questo fiore aiuta anche nei momenti di stress nei passaggi o cambiamenti repentini, migliora gli stati di depressione e i disturbi del sonno.

  • Gentian

Utile per il senso di scoraggiamento che può derivare da periodi di stasi, delusioni continue, difficoltà, fallimento o cambiamenti.

Connessa a questo fiore può esserci anche una importante tendenza al pessimismo

  • Mustard

Questa essenza è utile per stati di tristezza e depressione che tendono ad andare e venire senza un motivo apparente. Questo può portare a una profonda sensazione di malinconia che attanaglia la persona per un dato periodo per poi sparire senza motivo, in modo ciclico e perpetuo, completamente in balia dei sentimenti.

Mustard scaccia l’angoscia, la tristezza, l’apatia, l’abbatimento e la malinconia, risollevando il morale, l’entusiasmo e l’interesse per la vita.

  • Olive

Questo fiore è utile per gli stati di esaurimento sia sul piano fisico sia su piano psichico, quando non si hanno più energie e si ha la sensazione di essere sopraffatti dalla stanchezza. In questi casi di stress prolungato si sente molto l’esigenza di dormire e riposare molto.

Olive ridona l’energia e la vitalità.

  • Hornbeam

E’ il rimedio per eccellenza per la stanchezza mentale, in particolare quando si ha l’incertezza di come gestire le incombenze imminenti e non si ha sufficiente energia per concludere le cose iniziate.

Utile nei casi in cui ci si trova sopraffatti dalla demotivazione e dalla routine e si dubita di non riuscire ad affrontare la giornata.

Hornbeam dona la capacità di attingere alle proprie forze e di avere una mente libera, leggera e pronta per le attività quotidiane, parallelamente al recupero dell’energia mentale e della motivazione.

 

About Viola Picuri

Viola Picuri
Viola Veronica Picuri, naturopata esperta in medicina dolce Ticinese di nascita e sanremese di adozione, è sempre stata spinta da una grande curiosità, creatività, entusiasmo ed un profondo amore per l'Arte e la Natura. In particolare, si è sempre sentita vicina al meraviglioso mondo degli animali ed è tuttora sempre pronta a schierarsi in prima linea per salvaguardarne i diritti ed il benessere. Dopo la laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, si avvicina e si qualifica nel mondo della Naturopatia approfondendo, nello specifico, le discipline della Cristalloterapia, del Feng Shui e del Reiki, mossa dalla convinzione che una visione olistica dell'essere umano come unità “corpo-mente-spirito” sia la via maestra per il raggiungimento di uno stato di benessere psico-fisico ottimale. La sua benzina quotidiana? Mare, luce, colori, pennelli... e le sue cagnoline!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.