Home / Alimentazione / Alimenti 10 e lode. Le noci: assomigliano al cervello umano
Alimenti 10 e lode. Le noci: assomigliano al cervello umano

Alimenti 10 e lode. Le noci: assomigliano al cervello umano

Le noci: insieme alle mandorle, sono la varietà di frutta secca più conosciuta e consumata al mondo. Ma da dove arrivano le noci? Le loro origini sono antichissime. La pianta di noce è probabilmente apparsa prima che gli esseri umani facessero la loro evoluzione. Gli uomini del Neolitico, e forse già i loro antenati, semplicemente le raccoglievano e le mangiavano. Le civiltà romana e greca, oltre ad attribuire a questo frutto virtù nutrizionali elevate, credevano, probabilmente per via della somiglianza del gheriglio con il cervello umano, che le noci potessero curare le malattie della testa e della mente. Il guscio invece ricordava la forma dei genitali maschili: induceva loro a pensare che le noci potessero donare fertilità o avessero la capacità di far innamorare.

Anche nel Medioevo la noce era impiegata sia nell’alimentazione, sia come rimedio terapeutico per varie malattie. In infuso era utilizzata per curare la tosse e l’asma, mentre il guscio tritato veniva utilizzato per curare il mal di denti.

Oggi, grazie alla scienza, sappiamo che la noce è ricca di sali minerali come il calcio, magnesio, zinco, fosforo e ferro, vitamine del gruppo B e la vitamina E, ma soprattutto è fonte di acidi grassi polinsaturi Omega 3 ed Omega 6, che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare autonomamente: dobbiamo fornirli a esso attraverso l’alimentazione. Questi grassi sono fondamentali per la salute del sistema cardiovascolare, ma anche per preservarci da tutte quelle patologie legate all’eccesso di grassi saturi nel sangue.

10 buoni motivi per consumare le noci

  1. Come abbiamo già detto, le noci sono una fonte preziosissima di acidi grassi polinsaturi Omega 3 Alimenti 10 e lode. Le noci: assomigliano al cervello umanoed Omega 6, che il nostro organismo non è in grado di produrre autonomamente. Questi preziosi nutrienti riescono a mantenere bassi i livelli di colesterolo LDL a favore del colesterolo buono, limitando quindi l’insorgenza di patologie gravi come infarti, ictus e ipertensione.
  2. Le noci sono un potentissimo antiossidante, in grado di contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. Ci proteggono inoltre dalle infiammazioni in genere.
  3. Ideali per l’alimentazione dei diabetici, le noci hanno un basso indice glicemico e contengono la vitamina B7, in grado di prevenire l’insorgere del diabete.
  4. Gli acidi grassi omega 3 svolgono anche il ruolo di antitumorali. Proteggono infatti dall’insorgenza dei tumori, in particolare di quello al seno, alla prostata ed al colon.
  5. Poche noci sono in grado di dare senso di sazietà. Questa caratteristica fa di questo frutto secco un alleato nelle diete ipocaloriche, seppure il suo indice calorico sia molto alto (si tratta pur sempre di grassi). Pochi gherigli bastano a saziarci per diverse ore, evitandoci di assumere cibo in eccesso.
  6. Gli antichi avevano ragione a pensare che la forma del gheriglio, somigliante al cervello umano, portasse beneficio allo stesso. Infatti le noci nutrono le cellule del sistema nervoso e migliorano il sistema cognitivo e la memoria, prevenendo o rallentando patologie come il morbo di Alzheimer e la demenza senile.
  7. Alleate del nostro sistema immunitario, contengono vitamine, minerali e antiossidanti, fondamentali per contrastare malanni stagionali e infezioni.
  8. Ideali nei periodi di forte stress psicofisico, donano molta energia, sono fonte di minerali per ossa e muscoli. Aiutano inoltre a tenere bassa la pressione arteriosa, che sotto stress tende a salire.
  9. Le noci aumentano la fertilità sia maschile, sia femminile. Proteggono inoltre la prostata. Gli ormai noti acidi grassi polinsaturi migliorano la qualità degli spermatozoi e nutrono le cellule spermatiche. E’ proprio grazie al contenuto di zinco che incidono positivamente sulla salute della prostata.
  10. In gravidanza, le noci forniscono i minerali e le vitamine come l’acido folico, indispensabili per il buono sviluppo e la crescita del feto.

Tabella nutrizionale delle noci

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI PER 100 g
Valore energetico 600 kcal
Proteine 24.06 g
Carboidrati 9.91 g
di cui zuccheri 1.1 g
Grassi 59 g
Di cui saturi 3.36 g
Di cui monoinsaturi 15 g
Di cui poli-insaturi 35 g
Fibre 2.7 g
Sodio 2 mg

Perché non consumare le noci

Alimenti 10 e lode. Le noci: assomigliano al cervello umanoAssolutamente vietate a tutti i soggetti allergici (circa una persona su cento purtroppo lo è), in particolare a tutte quelle persone che soffrono di allergia al nichel.

La presenza di ossalati le rende vietate a tutti i soggetti affetti da calcoli renali.

Le persone che sono a regime di dieta ipocalorica o in sovrappeso/obese devono limitarne al minimo il consumo, visto l’elevato apporto calorico.

About Daniele Sciotti

Daniele Sciotti
Daniele Sciotti, Esperto di alimentazione Daniele Sciotti, Esperto di alimentazione Classe 1979 origini contadine e un amore incondizionato per la dieta mediterranea! Inizia lo studio della scienza dell’alimentazione dopo aver sofferto in prima persona e in famiglia di obesità. Laureato in scienze dell’alimentazione e gastronomia presso l’Università san Raffaele di Roma. Attualmente laureando in scienze della nutrizione umana, dal 2016 è iscritto all'Enesag (ente nazionale esperti in alimentazione e gastronomia). Altre passioni? Sicuramente la musica che studia da quando aveva 11 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.