Home / Medicina dolce / Insonnia, come combatterla? Il magnesio è un alleato
Insonnia, come combatterla? Il magnesio è un alleato

Insonnia, come combatterla? Il magnesio è un alleato

Insonnia: un male diffuso. In questi frangenti, il magnesio è un valido alleato. Senza sonno, siamo fasci di nervi, senza soluzione di continuità. Secondo Franklin Pierce Adams, “Gli insonni non dormono perché si preoccupano, e si preoccupano perché non dormono.”

Chiudere gli occhi, rilassarsi e dormire. Il sonno è un bene prezioso, dal quale non possiamo prescindere. La facilità ad abbandonarsi tra le braccia di Morfeo, nella maggioranza dei casi, è legata a fattori psicologici che impediscono il rilassamento.

Insonnia e depressione

Alla luce di recenti studi epidemiologici, a oggi in Italia ammonterebbero circa a 4,5 milioni le persone che soffrono di disturbi d’ansia e di depressione, con un rapporto 2:1 per quanto riguarda le donne.

Se l’insonnia non è legata a disturbi d’ansia o dell’umore, o eventualmente ad abuso di sostanze o farmaci, la si definisce “insonnia primaria”.

Insonnia: quando scendono le luci

Insonnia, come combatterla? Il magnesio è un alleatoA prescindere da coloro che soffrono di un serio disturbo dell’umore, e quindi hanno necessità dell’assistenza di figure professionali specializzate, capita a tutti nella nostra quotidianità di avere pensieri e preoccupazioni ricorrenti, più o meno invasivi, che ci accompagnano lungo il corso della giornata. Nella frenesia quotidiana troviamo il modo di distrarci: con lavoro, impegni, hobby, famiglia, etc. E’ proprio quando scendono le luci e ci ritroviamo faccia a faccia con il buio, il silenzio e la nostra coscienza che questi pensieri riaffiorano impedendoci di rilassarci e abbandonarci a un buon sonno ristoratore.

I disturbi del sonno comprendono:

  • Difficoltà ad addormentarsi
  • Sonno agitato
  • Risvegli notturni
  • Risvegli mattutini precoci
  • Sovvertimento dei normali ritmi del sonno

Che cosa avviene quando si soffre d’insonnia? I minuti e le ore pesano e passano lenti. Conosciamo a memoria il nostro soffitto, la notte può sembrarci lunga un’eternità e più ci agitiamo per il fatto di non riuscire ad addormentarci, meno riusciremo a farlo. La mente vaga e i pensieri vengono a bussare, quando le nostre difese si abbassano. Quel rimuginare sembra proprio non voler lasciarci in pace.

Cause dell’insonnia

Come già anticipato, spesso l’insonnia nasconde altri disagi ed è secondaria soprattutto a:

Ma quali sono gli effetti della privazione del sonno?

Una volta identificata e riconosciuta, è bene combattere tempestivamente l’insonnia poiché, come è stato largamente dimostrato in campo scientifico, la mancanza di sonno ha effetti deleteri sul nostro corpo e sulla nostra salute. Gli effetti negativi principali sembrerebbero interessare principalmente: cuore, memoria, tessuto cerebrale, umore ed anche la fertilità. Elenchiamo i più significativi:

  • Minore concentrazione e problemi di memoria
  • Maggiore emotività
  • Calo delle difese immunitarie
  • Perdita del tessuto cerebrale
  • Aumento del senso di fame e quindi della propensione a mangiare di più, aumentando così il rischio di obesità e diabete
  • Aumento del rischio di malattie legate al cuore
  • Calo della concentrazione di spermatozoi negli uomini
  • Alcuni studi hanno rivelato una connessione tra la mancanza di sonno e alcuni tipi di cancro

Le ore di sonno necessarie al nostro benessere psico-fisico cambiano nel corso della vita e anche da persona a persona. La quantità di ore di sonno ottimali, secondo linee guida generali, è tra le 7 e le 8 ore per gli adulti, tra le 9 e le 10 per gli adolescenti e almeno 10 per i bambini in età scolare.

Magnesio contro l’insonnia

Il magnesio è un oligoelemento essenziale per il nostro organismo, è un vero e proprio scrigno di proprietà e virtù a tutto tondo per la nostra salute e benessere. E’ catalizzatore, infatti, di un gran numero di funzioni enzimatiche nel nostro corpo.

Per quanto riguarda strettamente il nostro caso, il magnesio risulta essere provvidenziale e realmente efficace in situazioni di insonnia, poiché va ad agire su due fronti fondamentali del disturbo: la regolazione dei ritmi sonno-veglia ed il riequilibrio del sistema nervoso.

Il magnesio del resto è un importante riequilibratore del sistema nervoso poiché la Vitamina B1, specifica di questo sistema, senza di esso non può essere attivata. Nelle cellule nervose, una carenza di magnesio provoca una ipereccitabilità delle strutture del cervello nelle zone che controllano il sistema motorio, il sistema neurovegetativo ed il sistema neuroendocrino.

Un apporto maggiore di magnesio può quindi risultare utile in casi di: insonnia, tremori, crampi muscolari, aritmia, ipertensione, cardiopatie, disturbi della concentrazione, depressione, facilità a stancarsi psicologicamente e fisicamente.

Questo prezioso oligoelemento modera l’eccitabilità, regola il ritmo sonno-veglia, calma l’irritabilità e combatte la debolezza, il nervosismo e il malessere generale. I disturbi del sonno possono peggiorare quando questo minerale è carente nel nostro corpo e le nostre scorte si impoveriscono. La sua azione sul sonno, infatti, ha una doppia azione: da una parte facilita il processo di addormentamento e, dall’altra, favorisce un giusto risveglio senza risvegli notturni e/o precoci.

Il magnesio è coinvolto nel funzionamento del Gaba, il principale neurotrasmettitore inibitorio del sistema nervoso centrale su cui per altro agiscono i farmaci sedativi, e suoi livelli ottimali sono collegati ad un’adeguata produzione di melatonina, l’ormone principale legato alla regolazione dell’orologio biologico e dell’alternanza delle fasi di sonno e di veglia.

Oltre a questo, come accennato in precedenza, il magnesio contribuisce ad armonizzare la sfera psico-emotiva e a migliorare la resistenza allo stress, contrastando ansia e stati depressivi. In questo senso questo minerale aiuta a dormire meglio, perché attiva i neurotrasmettitori che favoriscono una condizione psico-fisica di calma, aiuta la secrezione di melatonina, l’ormone del sonno, e allevia i disturbi dell’umore spesso associati all’insonnia.

Come integrare le nostre quote di magnesio

Esistono varie forme e modalità per cui ci è possibile integrare i livelli di questo prezioso e fondamentale minerale nel nostro organismo. Possiamo scegliere tra diversi tipi di integratori presenti in commercio, sempre in base alle proprie caratteristiche e alle proprie necessità.

Pertanto, sebbene l’assunzione di oligoelementi è raramente connessa a controindicazioni o effetti collaterali, è scelta saggia, per quanto riguarda modalità e tempi di assunzione, rivolgersi ad un professionista, il quale sceglierà le modalità migliori e strettamente su misura per noi. Tra le varie tipologie presenti sul mercato, possiamo ricorrere a:

  • Cloruro di magnesio
  • Magnesio citrato
  • Magnesio pidolato
  • Magnesio organico
  • Magnesio Solfato
  • Magnesio come Sale di Shussler

Per quanto riguarda l’integrazione a livello alimentare invece, è possibile aumentare i livelli di magnesio seguendo una dieta ricca, sana e variata. Alimenti particolarmente ricchi risultano essere:

  • Noci
  • Nocciole
  • Mandorle
  • Anacardi
  • Cereali integrali
  • Cioccolato fondente
  • Fichi
  • Alghe
  • Crostacei

 

About Viola Picuri

Viola Picuri
Viola Veronica Picuri, naturopata esperta in medicina dolce Ticinese di nascita e sanremese di adozione, è sempre stata spinta da una grande curiosità, creatività, entusiasmo ed un profondo amore per l'Arte e la Natura. In particolare, si è sempre sentita vicina al meraviglioso mondo degli animali ed è tuttora sempre pronta a schierarsi in prima linea per salvaguardarne i diritti ed il benessere. Dopo la laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, si avvicina e si qualifica nel mondo della Naturopatia approfondendo, nello specifico, le discipline della Cristalloterapia, del Feng Shui e del Reiki, mossa dalla convinzione che una visione olistica dell'essere umano come unità “corpo-mente-spirito” sia la via maestra per il raggiungimento di uno stato di benessere psico-fisico ottimale. La sua benzina quotidiana? Mare, luce, colori, pennelli... e le sue cagnoline!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *